ISSN 2498-9916
Direttore: Avv. Francesco Barchielli
 

Regione Toscana. Approvato il Piano di indirizzo territoriale

Argomenti trattati:
Piano di indirizzo territoriale

Articolo inserito il 27-7-2007
Stampa

Via libera in Consiglio regionale al Piano di indirizzo territoriale, e alle modifiche alla normativa sul governo del territorio

“Col Pit si determina la tutela e lo sviluppo sostenibile del territorio e questa è la sfida principe del piano”. Lo ha affermato Bruna Giovannini (Sinistra democratica per il Socialismo europeo) - intervenendo nel dibattito in aula – dove ha richiamato la positività della partecipazione della società toscana, l’autonomia e la responsabilità degli altri enti locali, l’impegno di verifica periodica concordato con l’assessore Conti.

Unica nota: “forse nel Pit non si è scritto molto sul governo del tempo e sullo spazio urbano di pianificazione degli orari delle città – ha affermato – la questione è rimandata a tutti gli uomini e donne, impegnati nelle istituzioni, e chiamati a migliorare la qualità della vita di ognuno”.

Per l’assessore al territorio Riccardo Conti, che non ha nascosto la propria emozione dopo tanto lavoro, “il Piano è un punto di avvio, perché vuole innescare tanta buona programmazione locale e tanta partecipazione”.

Da qui la soddisfazione espressa per il percorso svolto e per l’ampia partecipazione di cittadini, forze economiche e sociali, istituzioni, commissioni consiliari e uffici della Giunta. “Abbiamo tenuto conto, per quanto possibile, delle osservazioni arrivate senza peraltro che questo cambiasse l’impostazione generale del Piano con i suoi elementi statutari e strategici, di equilibrio tra tutela e sviluppo, sempre basato sul rapporto di filiera tra i diversi soggetti della pianificazione territoriale – ha concluso l’assessore - Con questo atto di programmazione siamo un grande mondo di produttori”.

“Il Pit è asse portante della fase nuova che intendiamo aprire – ha commentato il presidente Claudio Martini – ed il dibattito dà atto che di questo si tratta: di un percorso politico-culturale di sintesi più alta del dinamismo e della tutela del territorio”. Apprezzamento per questo atto così importante, nonché per il lavoro di tutti, è stato espresso nelle dichiarazioni di voto dai consiglieri Mario Lupi (Verdi) e Lucia Franchini (Per il Partito democratico – l’Ulivo).

La discussione si è quindi conclusa con le votazioni, che hanno registrato l’assenza in aula della Casa della libertà ed il voto favorevole di tutti gli altri gruppi consiliari. Insieme al piano l’aula ha anche approvato la proposta di legge collegata, sulle modifiche alle norme per il governo del territorio, con 38 votanti e 38 favorevoli.