Embed RSS
ISSN 2498-9916
Direttore: Avv. Francesco Barchielli

ARGOMENTO: Cave e Torbiere

T.A.R. Basilicata, Sezione I, aprile 2016

Argomenti trattati: Cave e Torbiere

Sul regime autorizzatorio relativo alle opere realizzate all’interno di una cava

T.A.R. Marche, Sezione I, febbraio 2016

Argomenti trattati: Cave e Torbiere

Sull’attività estrattiva dei materiali di cava: cosa accade all’operatore economico che violi il cronoprogramma con l’estrazione di un quantitativo di materiale diverso da quello stabilito e in tempi non rispondenti all’attività programmata?

T.A.R. Toscana, Sezione II, dicembre 2015

Argomenti trattati: Cave e Torbiere

Sull’art. 17 comma 3 della L.R. Toscana n. 1/2005 e sul Piano delle Attività Estrattive, Recupero delle aree Escavate e di Riutilizzo dei Residui Recuperabili (P.A.E.R.P.): cosa deve intendersi con la generica indicazione della "amministrazione competente"?

T.A.R. Campania Napoli, Sezione III, dicembre 2015

Argomenti trattati: Cave e Torbiere

Può l’attività estrattiva, protratta per anni senza alcuna contestazione da parte della Regione, ingenerare un affidamento nella legittimità della stessa?

T.A.R. Lazio Roma, Sezione II-bis, dicembre 2015

Argomenti trattati: Cave e Torbiere

L'attività di cava è attività urbanistica? Per l'apertura e la coltivazione di una cava è richiesta la concessione edilizia? L'attività estrattiva è soggetta ad un controllo urbanistico?

T.A.R. Puglia Bari, Sezione I, aprile 2014

Una lettura comunitariamente orientata della normativa nazionale deve condurre ad escludere l’assoggettabilità delle attività di riempimento delle cave alla speciale autorizzazione di cui all’art. 208 TUA, prevista per le attività di discarica, quando risultino preordinate al mero ripristino ambientale e vengano condotte con i materiali previsti

T.A.R. Lombardia Milano, Sezione II, aprile 2014

Argomenti trattati: Cave e Torbiere

L’attività di coltivazione delle cave non è subordinata al potere di controllo edilizio comunale

T.A.R. Lombardia Milano, Sezione II, aprile 2014

Argomenti trattati: Cave e Torbiere

Sui limiti entro cui l’attività di coltivazione delle cave - e le relative opere precarie - non è subordinata al potere di controllo edilizio comunale

T.A.R. Lombardia Brescia, Sezione II, aprile 2013

Argomenti trattati: Cave e Torbiere

L’attività estrattiva di cava, coinvolgendo interessi super individuali e valori costituzionali (ambiente, paesaggio, territorio, salute, iniziativa economica) e incidendo sul governo del territorio, non è mai completamente libera ma deve inserirsi in un contesto di interventi pianificati

T.A.R. Sicilia Palermo, Sezione III, marzo 2013

Argomenti trattati: Cave e Torbiere

Sulla distinzione tra regolamenti ed atti amministrativi generali con riferimento al piano cave

T.A.R. Campania Napoli, Sezione V, marzo 2013

Argomenti trattati: Cave e Torbiere

Non può essere inibita l’attività di un impianto di trasformazione del materiale di cava di cui è stato vietato l’ulteriore sfruttamento qualora lo stesso impianto attualmente trasformi materiale proveniente dall’esterno

T.A.R. Lazio Latina, Sezione I, febbraio 2013

Argomenti trattati: Cave e Torbiere

Le cave rientrano nel patrimonio indisponibile dello Stato solo quando la disponibilità ne sia sottratta al proprietario del fondo ad opera dell’autorità mineraria

Consiglio di Stato, Sezione V, gennaio 2013

[A] Il piano cave provinciale va classificato come atto amministrativo a contenuto plurimo, in quanto scindibile in tanti atti quanti sono gli ambiti territoriali considerati, infatti esso detta per ciascun singolo ambito territoriale estrattivo. [B] Va esclusa l’autoesecutività della direttiva 2001/42/CE in materia di VAS

T.A.R. Campania Napoli, Sezione IV, gennaio 2013

Argomenti trattati: Cave e Torbiere

Può dirsi "cava autorizzata" anche quella, produttiva o non produttiva, in cui si svolge la sola attività di ricomposizione ambientale

Consiglio di Stato, Sezione V, dicembre 2012

Argomenti trattati: Cave e Torbiere

Sulla giurisprudenza in materia di coltivazione delle cave

T.A.R. Toscana, Sezione II, dicembre 2012

Argomenti trattati: Cave e Torbiere Miniere

Sull’attribuzione in via esclusiva all’autorità mineraria della competenza all’adozione dei provvedimenti di sospensione dell’attività estrattiva

Consiglio di Stato, Sezione VI, marzo 2012

Argomenti trattati: Cave e Torbiere

L’art. 146 del D.lgs 42 del 2004, nei vari testi approvati con gli atti normativi succedutisi nel tempo, ha disciplinato “separatamente” le attività di coltivazione di cava, mostrando una progressiva accentuazione del ruolo della Soprintendenza. Invece, l’art. 159 nelle sue varie formulazioni ha costantemente attribuito al Ministero dei beni e delle attività culturali (e alla Soprintendenza) il potere di annullamento, dell’autorizzazione paesaggistica emessa dall’autorità locale

T.A.R. Sardegna, Sezione I, dicembre 2011

Sull’insediamento di un’attività estrattiva in zona agricola

Consiglio di Stato, Sezione VI, settembre 2011

Argomenti trattati: Cave e Torbiere

Sulla decorrenza dei termini per ricorrere avverso provvedimenti di legittimazione delle attività estrattive

T.A.R. Veneto, Sezione II, agosto 2011

Argomenti trattati: Cave e Torbiere

Le zone agricole sono naturalmente destinate ad ospitare l'attività estrattiva

Attività di escavazione e difetto di autorizzazione alla coltivazione cava

L’attività di escavazione in difetto o senza l’osservanza dell’autorizzazione alla coltivazione dei giacimenti di cava, realizzata in aree soggette a vincolo paesaggistico, non costituisce un antecedente logico del reato di cui all’art. 181 D.lgs. 42/04 per le opere eseguite in assenza o in difformità dall’autorizzazione paesaggistica. Le sanzioni amministrative per l’illegittima attività di escavazione non sono di competenza del giudice penale

Consiglio di Stato, Sezione V, giugno 2011

[A] Sui lavori di escavazione compiuti per la realizzazione di un’opera pubblica e sulla possibilità o meno di ricondurli all’attività di coltivazione di cave. [B] E' ius receptum nel diritto comunitario che la nozione di rifiuto ai sensi delle direttive 75/442 e 78/319 non deve intendersi nel senso che escluda le sostanze e gli oggetti suscettibili di riutilizzazione economica

T.A.R. Sicilia Palermo, Sezione III, giugno 2011

[A] In linea generale la destinazione agricola di una zona non impedisce di per sé lo svolgimento di attività estrattiva. [B] Sull’apertura di nuove cave in aree ricadenti in ZPS

T.A.R. Toscana, Sezione II, marzo 2011

Argomenti trattati: Cave e Torbiere

Sul quadro normativo di riferimento in materia di attività estrattiva nella Regione Toscana

T.A.R. Umbria, Sezione I, dicembre 2010

Sul caso di una cava a cielo aperto e sulle acque da dilavamento del piazzale dove avviene la frantumazione, lo stoccaggio, il caricamento ed il trasporto del materiale estrattivo

T.A.R. Sicilia Catania, Sezione I, novembre 2010

Argomenti trattati: Cave e Torbiere

[A] L'attività di coltivazione di una cava non è soggetta ad autorizzazione o a concessione edilizia. [B] Sulle opere realizzate all'interno dell'area di coltivazione della cava che si pongano in un rapporto di destinazione strumentale allo svolgimento della stessa attività, ma che consistono nelle realizzazioni di manufatti dotati di propria volumetria

T.A.R. Friuli Venezia Giulia, Sezione I, maggio 2010

Argomenti trattati: Cave e Torbiere Struttura precaria

[A] Sulla necessità o meno del permesso di costruire per l’esercizio dell’attività di coltivazione di cava. [B] Sul concetto di precarietà dei manufatti che non necessitano di titolo edilizio

T.A.R. Lombardia Milano, Sezione IV, maggio 2010

Argomenti trattati: Cave e Torbiere

[A] Il rilascio dell’autorizzazione per la coltivazione di cava avviene non soltanto con riferimento alla sua collocazione nel territorio e con la determinazione del tipo e della quantità del materiale estraibile, ma anche con la specifica indicazione delle delimitazioni spaziali della cava stessa. [B] E’ l’illegittimo il provvedimento sanzionatorio in quanto ha effettuato il cumulo dei quantitativi dei materiali estratti dall’area autorizzata con quelli estratti dall’area non autorizzata

T.A.R. Marche, Sezione I, novembre 2009

Argomenti trattati: Cave e Torbiere

Sulla problematica generale dei criteri di scelta delle zone da destinare ad attività estrattiva nel territorio della Regione Marche ai sensi della L.R. n. 71 del 1997

T.A.R. Toscana, Sezione I, aprile 2009

Argomenti trattati: Cave e Torbiere

Sulla tripartizione dei livelli di pianificazione in materia di attività estrattiva ai sensi della L.R. Toscana n. 78 del 1998

T.A.R. Campania Napoli, Sezione I, aprile 2008

Argomenti trattati: Cave e Torbiere

Sul piano regionale delle attività estrattive della Regione Campania disciplinato dall’art. 2 della legge regionale n. 54 del 1985, come modificata dalla legge regionale n. 17 del 1995

T.A.R. Campania Napoli, Sezione III, novembre 2007

Argomenti trattati: Cave e Torbiere

Sulla necessità o meno del permesso di costruire per l’esercizio dell’attività estrattiva di cava

Corte di Cassazione, Sezione II Civile, marzo 2007

Argomenti trattati: Cave e Torbiere

Sull’esercizio abusivo della coltivazione di cava contestualmente all’esecuzione di lavori assentiti con permesso di costruire

Regione Toscana. DPGR del febbraio 2007 n. 10

Argomenti trattati: Cave e Torbiere

Regolamento recante istruzioni tecniche per la redazione degli strumenti della pianificazione provinciale e comunale in materia di cave e torbiere, di recupero di cave dismesse o in abbandono e di riutilizzo dei materiali assimilabili, in attuazione dell’articolo 6 della legge regionale 3 novembre 1998, n. 78 - B.U.R.T. n. 4 del 2-3-2007

T.A.R. Toscana, Sezione I, febbraio 2007

Argomenti trattati: Cave e Torbiere

Sulla legge regionale toscana n. 78 del 1998 recante il T.U. in materia di cave, torbiere, miniere, recupero di aree escavate e riutilizzo di residui recuperabili

Regione Toscana. DPGR del febbraio 2007 n. 10

Argomenti trattati: Cave e Torbiere

Regolamento recante istruzioni tecniche per la redazione degli strumenti della pianificazione provinciale e comunale in materia di cave e torbiere, di recupero di cave dismesse o in abbandono e di riutilizzo dei materiali assimilabili, in attuazione dell’articolo 6 della legge regionale 3 novembre 1998, n. 78

Consiglio di Stato, Sezione VI, settembre 2006

Argomenti trattati: Cave e Torbiere

Sui casi in cui dietro l’autorizzazione alla realizzazione di un impianto ittico si cela una non consentita attività di cava

Consiglio di Stato, Sezione V, agosto 2006

Argomenti trattati: Cave e Torbiere

Il divieto di aprire cave nel raggio di 200 mt. dai punti di captazione delle acque risponde all’intento di non cagionare l’inquinamento delle acque con l’attività estrattiva, comune sia alle cave che alle miniere

T.A.R. Toscana, Sezione I, febbraio 2006, n. 388

Argomenti trattati: Cave e Torbiere

Sul rilascio dell’autorizzazione alla coltivazione di una cava, ai sensi della l.r. toscana n. 78/98, laddove sussista una controversia in merito alla titolarità dell’area


Editrice: Presslex della Dott.ssa Chiara Morocchi
Iscritta all'Ordine dei Giornalisti Pubblicisti di Firenze
Via Dante Alighieri 17 - Castelfranco
c.a.p. 52026 Castelfranco Piandiscò (AR)
C.F. MRCCHR73E67D583D - P.I. 02124850518
Tel: +39 339.34.00.116 - Fax: +39 055.56.09.352
Email: redazione@urbanisticaitaliana.it - PEC: presslex@pec.it