Embed RSS
ISSN 2498-9916
Direttore: Avv. Francesco Barchielli
Articoli pubblicati

Articoli di Ottobre 2010

NumeroArticoloData
1Consiglio di Stato, Sezione V, settembre 2010
Sulla c.d. monetizzazione degli standards laddove non questa non sia stata prevista dallo strumento attuativo, ai sensi della legge regionale della Lombardia

2010-10-30
2Corte di Cassazione, Sezione III Penale, settembre 2010
Il reato di esecuzione di lavori edilizi in assenza di permesso di costruire può ravvisarsi anche in presenza di un titolo edilizio illegittimo

2010-10-30
3Corte di Cassazione, Sezione III Penale, settembre 2010
Il regime dei titoli abilitativi edilizi non può essere eluso attraverso la suddivisione dell'attività edificatoria finale nelle singole opere che concorrono a realizzarla

2010-10-30
4ANCE. SCIA in edilizia
L'approfondimento dell'ANCE sulla SCIA in Edilizia

2010-10-30
5T.A.R. Friuli Venezia Giulia, ottobre 2010
Sulla richiesta di oneri concessori a quasi dieci anni di distanza dal rilascio della concessione edilizia

2010-10-29
6T.A.R. Puglia Bari, Sezione III, ottobre 2010
Sulla giurisdizione competente a decidere in merito alle sanzioni amministrative in materia di edilizia e urbanistica in seguito all’entrata in vigore del codice del processo amministrativa

2010-10-28
7Consiglio di Stato, Sezione VI, ottobre 2010
Sull’art. 49 del codice della navigazione secondo cui “quando venga a cessare la concessione, le opere non amovibili, costruite sulla zona demaniale, restano acquisite allo Stato, senza alcun compenso o rimborso, salva la facoltà dell’autorità concedente di ordinarne la demolizione, con restituzione del bene demaniale al pristino stato

2010-10-27
8Consiglio di Stato, Sezione IV, ottobre 2010
Sulla ricostruzione su ruderi o di un edificio già da tempo demolito

2010-10-27
9Consiglio di Stato, Sezione IV, ottobre 2010
Sugli obblighi a carico del Comune in seguito alla decadenza dei vincoli urbanistici che comportano l'inedificabilità assoluta determinata dall'inutile decorso del termine quinquennale

2010-10-27
10Consiglio di Stato, Sezione IV, ottobre 2010
Sulla speciale forma di silenzio-assenso prevista dalla l. 394 de 1991 e sulla sua abrogazione o meno a seguito dell’entrata in vigore delle riforma della legge n. 241 del 1990 come riformata dalla legge n. 80/2005

2010-10-27
11T.A.R. Toscana, Sezione II, ottobre 2010
La competenza ad emettere l'ordinanza di rimozione dei rifiuti in un'area interessata da deposito abusivo spetta al dirigente dell'ufficio tecnico comunale e non al sindaco

2010-10-27
12T.A.R. Sicilia Catania, Sezione I, ottobre 2010
Sulla nozione di asservimento delle volumetrie e sui presupposti per la sua configurabilità

2010-10-27
13T.A.R. Sicilia Catania, Sezione I, ottobre 2010
[A] Gli oneri economici gravanti sul titolare di una concessione edilizia non sorgono per effetto del mero rilascio del titolo, ma sono geneticamente connessi all’effettiva attività di trasformazione del territorio. [B] Sul rapporto tra lo ius aedificandi ed il diritto di proprietà

2010-10-27
14T.A.R. Sicilia Catania, Sezione I, ottobre 2010
Sulla ricostruzione che contempla varianti rispetto all’edificio preesistente e sull’obbligo di rispetto delle distanze

2010-10-27
15T.A.R. Sicilia Catania, Sezione I, ottobre 2010
Sulla giurisprudenza amministrativa riguardo alla voltura della concessione edilizia

2010-10-27
16T.A.R. Lombardia Brescia, Sezione I, ottobre 2010
Sulla natura dell’intervento edilizio consistente nella realizzazione della scala interna di collegamento tra piano terra, primo piano e sottotetto, oltre che gli interventi di parziale rifacimento dei solai e della pavimentazione

2010-10-27
17T.A.R. Lombardia Brescia, Sezione I, ottobre 2010
Sulla possibilità o meno da parte del Comune di richiedere al privato il concorso all’approntamento di infrastrutture, in relazione a un edificio che ha già assolto il contributo agli oneri di urbanizzazione in sede di rilascio del permesso di costruire

2010-10-27
18T.A.R. Marche, Sezione I, ottobre 2010
In sede di applicazione della norma sul condono edilizio molti Comuni hanno ritenuto che il certificato di agibilità sia inglobato dalla concessione in sanatoria

2010-10-27
19T.A.R. Puglia Lecce, Sezione III, ottobre 2010
In una zona interessata da vincolo paesaggistico la formazione del provvedimento tacito di assenso alla concessione in sanatoria postula indefettibilmente la previa acquisizione del parere favorevole dell'autorità preposta alla tutela del vincolo

2010-10-26
20T.A.R. Puglia Lecce, Sezione III, ottobre 2010
Sulla differenza tra il provvedimento di conferma e l'atto meramente confermativo

2010-10-26
21T.A.R. Puglia Lecce, Sezione III, ottobre 2010
L’amministrazione è tenuta ad assumere idonei provvedimenti a fronte delle sollecitazioni del proprietario limitrofo che rilevi l’illegittimità di una costruzione, sia pure a fronte di una istanza sostanzialmente di riesame dell’attività precedentemente svolta presentata oltre il termine per ricorrere

2010-10-26
22T.R.G.A. Trento, ottobre 2010
I vicini controinteressati non sono annoverabili tra i soggetti destinatari, ai sensi dell'art. 7 della L. n. 241/1990, della comunicazione di avvio di un procedimento per il rilascio di un titolo edilizio

2010-10-26
23Corte di Giustizia, ottobre 2010
[A] Il diritto comunitario non consente che una normativa nazionale (D.lgs 626/94 prima e D.lgs 81 del 2008 ora), nel caso di un cantiere di lavori privati non soggetti a permesso di costruire e nel quale sono presenti più imprese, consenta di derogare all’obbligo incombente al committente o al responsabile dei lavori di nominare un coordinatore per la sicurezza e la salute al momento della progettazione dell’opera o, comunque, prima dell’esecuzione dei lavori. [B] Non è legittima una normativa nazionale che preveda l’obbligo per il coordinatore della realizzazione dell’opera di redigere un piano di sicurezza e di salute nel solo caso in cui, in un cantiere di lavori privati non soggetti a permesso di costruire, intervengano più imprese, e che non assuma come criterio a fondamento di tale obbligo i rischi particolari quali contemplati all’allegato II di detta direttiva

2010-10-23
24T.A.R. Lazio Roma, Sezione II, ottobre 2010
È illegittimo il diniego alla domanda di autorizzazione per somministrazione di alimenti e bevande fondata sulle disposizioni del regolamento comunale

2010-10-21
25T.A.R. Lombardia Milano, Sezione IV, ottobre 2010
Sul valore dichiarativo del certificato di destinazione urbanistica

2010-10-21
26Corte Costituzionale, ottobre 2010
Sull’illegittimità costituzionale dell’articolo 43 del decreto del Presidente della Repubblica 8 giugno 2001, n. 327 (Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di espropriazione per pubblica utilità)

2010-10-18
27T.A.R. Toscana, Sezione III, ottobre 2010
[A] Sulla realizzazione di una recinzione nella fascia di rispetto stradale. [B] Sul mero spargimento di ghiaia senza titolo edilizio su un’area che in precedenza ne era priva. [C] Sui caratteri che deve possedere un’opera precaria

2010-10-16
28T.A.R. Lombardia Brescia, Sezione I, ottobre 2010
Per quanto riguarda i piani urbanistici la rilevanza del conflitto di interessi è stata però ridimensionata dall’art. 78 commi 2 e 4 del Dlgs. 267/2000

2010-10-16
29T.A.R. Lazio Latina, ottobre 2010
La precarietà di un manufatto, tale per cui esso non necessiti di concessione edilizia, va esclusa se il manufatto stesso è destinato a recare un'utilità prolungata e perdurante nel tempo

2010-10-16
30ANCE Toscana. Violazioni paesaggistiche. Il parere del Ministero
Violazioni paesaggistiche, il Ministero risponde al quesito ANCI. Gli interrogativi dei Comuni relativi all'art. 167 dal Codice

2010-10-14
31T.A.R. Emilia Romagna Bologna, Sezione II, settembre 2010
Sulle censure che si limitano genericamente a contestare l’attendibilità dei rilievi aerofotogrammetrici

2010-10-13
32T.A.R. Sicilia Catania, Sezione III, settembre 2010
Le convenzioni in materia urbanistica, lasciano sempre integra la potestà pubblicistica del Comune in materia di disciplina del territorio alla stregua di sopravvenute esigenze urbanistiche

2010-10-13
33T.A.R. Sicilia Catania, Sezione I, settembre 2010
Sulla realizzazione di una recinzione in rete metallica su muro

2010-10-13
34T.A.R. Sicilia Catania, Sezione I, settembre 2010
Il giudice che dispone il dissequestro di un immobile abusivo, dopo che il responsabile dell'abuso non ha ottemperato nel termine di legge all'ingiunzione comunale di demolire, e quindi dopo che si è verificato l'effetto ablativo a favore dell'ente comunale, deve disporre la restituzione dell'immobile allo stesso ente comunale e non al privato responsabile

2010-10-13
35T.A.R. Sicilia Catania, Sezione I, settembre 2010
Sulla idoneità o meno dell’esposizione del cartello di cantiere per far decorrere i termini di impugnazione del permesso di costruire

2010-10-13
36T.A.R. Marche, Sezione I, settembre 2010
La sanzione ripristinatoria, relativamente alle ristrutturazioni edilizie abusive su immobili vincolati, va applicata congiuntamente a quella pecuniaria solo se il ripristino sia ancora possibile

2010-10-13
37T.A.R. Marche, Sezione I, settembre 2010
E’ illegittimo il provvedimento repressivo in presenza di una D.I.A. mai revocata né annullata

2010-10-13
38T.A.R. Puglia Lecce, Sezione I, settembre 2010
Sull’installazione di case mobili all’interno di una struttura ricettiva con le caratteristiche di camping

2010-10-13
39T.A.R. Puglia Lecce, Sezione III, settembre 2010
[A] Sull’asserzione secondo la quale l’Ufficio comunale sia tenuto ad attivarsi direttamente presso le altre Amministrazioni al fine di acquisire gli ulteriori provvedimenti ed atti di assenso necessari per il rilascio dei permessi di costruire o di ogni altro atto di assenso comunque denominato in materia edilizia. [B] In sede di rilascio del permesso di costruire è obbligo del Comune provvedere direttamente a convocare una conferenza di servizi finalizzata all’acquisizione della volontà delle Amministrazioni preposte alla tutela dei vari interessi in gioco. [C] Sugli adempimenti dai quali non può prescindere lo ”sportello unico per l'edilizia”

2010-10-13
40T.A.R. Puglia Lecce, Sezione III, settembre 2010
La successiva presentazione della domanda di sanatoria o di condono edilizio rende inefficace l'ordinanza di demolizione adottata anteriormente dal Comune

2010-10-13
41T.A.R. Puglia Lecce, Sezione III, settembre 2010
Sulla nozione degli interventi di “manutenzione ordinaria”

2010-10-13
42T.A.R. Puglia Lecce, Sezione I, settembre 2010
[A] Sull'ordine di sospensione dei lavori è basato sul rapporto, munito di fede privilegiata, degli agenti della Polizia Municipale. [B] Sul riparto di competenza tra l’ufficio urbanistica e la polizia municipale. [C] L’alterazione dell’ordine delle competenze degli organi abilitati ad emettere atti con efficacia esterna, necessita di un supporto normativo almeno pari a quello attributivo della competenza ordinaria

2010-10-13
43T.A.R. Umbria, Sezione I, settembre 2010
[A] L'esercizio del potere sanzionatorio amministrativo, in particolare in materia urbanistico edilizia e di tutela del paesaggio, non è soggetto a prescrizione o decadenza. [B] Sulla possibilità o meno di applicare la sanzione dell’acquisizione gratuita al patrimonio comunale nei confronti dei successori nella proprietà dell’esecutore dell’abuso

2010-10-13
44Corte di Cassazione, Sezione III Penale, settembre 2010
Sulle fattispecie di rilevanza penale in caso di omessa presentazione della denuncia di inizio attività

2010-10-11
45Corte dei Conti, Sezione Campania, luglio 2010
Sulla responsabilità erariale conseguente all’omesso perfezionamento della procedura espropriativa

2010-10-10
46Ministero del Lavoro. Circolare n. 35 del 2010
Il Ministero del Lavoro, con la Circolare n. 35 dell'8 ottobre 2010, fornisce importanti indicazioni in materia di Documento Unico di Regolarità Contributiva (DURC) che trovano fondamento nella Determinazione dell’Autorità per la Vigilanza sui Contratti Pubblici di Lavori, Servizi e Forniture (AVCP) n. 1 del 12 gennaio scorso

2010-10-09
47T.A.R. Toscana, Sezione II, settembre 2010
Nella Regione Toscana, la disciplina attuativa del D.L. n. 223/06 è stata dettata dalla legge regionale n. 34/07, la quale ha aggiunto alla legge regionale n. 28/05 l’art. 42-bis, che demanda ai Comuni, nell'ambito delle proprie funzioni di programmazione, la definizione i requisiti degli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande

2010-10-07
48Avv.ti Giampiero Pino Nellina Pitto. La SCIA in edilizia
Sull’applicabilità o meno della segnalazione certificata di inizio attività (SCIA) al settore dell’edilizia

2010-10-07
49T.A.R. Friuli Venezia Giulia, ottobre 2010
Sulle modalità per consentire il diritto di accesso alla documentazione amministrativa

2010-10-06
50Consiglio di Stato, Sezione V, settembre 2010
[A] E’ illegittima l’imposizione di un divieto di installazione di impianto pubblicitario a tempo indeterminato. [B] L’eccezione al divieto di cui all’art. 51 comma 4 del regolamento di esecuzione del Codice della strada vale solo per le insegne di esercizio collocate parallelamente al senso di marcia e non per quelle apposte ortogonalmente

2010-10-05
51T.A.R. Sicilia Catania, Sezione I, settembre 2010
L'omessa comunicazione del c.d. « preavviso di rigetto » di cui all'art. 10 bis l. n. 241 del 1990 non provoca ex se l'illegittimità del provvedimento finale

2010-10-05
52T.A.R. Sicilia Catania, Sezione I, settembre 2010
L'entità del contributo dovuto per oneri concessori va individuato nel momento in cui viene rilasciata la concessione edilizia, poiché il costo da considerare ai fini della commisurazione dei relativi oneri non può essere che quello del momento in cui sorge l'obbligazione

2010-10-05
53T.A.R. Sardegna, Sezione I, settembre 2010
[A] Sulla possibilità o meno di insediare i distributori di carburante in zona agricola laddove sussista una contraria disposizione dello strumento urbanistico. [B] Sull’invito della p.a. a presentare un programma di chiusura o adeguamento da parte dell’impresa interessata, laddove sussista l’incompatibilità dell’impianto con l’approvando piano comunale relativo allo loro distribuzione nel territorio. [C] Il decreto impositivo di vincolo storico indiretto deve indicare le finalità che si è inteso perseguire, le caratteristiche e l'ubicazione del bene tutelato, nonché la correlazione del bene stesso con l'ambiente circostante

2010-10-05