Embed RSS
ISSN 2498-9916
Direttore: Avv. Francesco Barchielli
Articoli pubblicati

Articoli di Maggio 2012

NumeroArticoloData
1T.A.R. Campania Napoli, Sezione IV, maggio 2012
Sul titolo edilizio necessario per la realizzazione di un balcone

2012-05-31
2T.A.R. Campania Salerno, Sezione II, maggio 2012
Per anni la Cassazione è rimasta su posizioni difformi dal Consiglio di Stato, per il quale il concetto di “uso” urbanisticamente rilevante non risulta suscettibile di essere influenzato dalle utilizzazioni difformi rispetto al contenuto degli atti pianificatori e/o autorizzatori

2012-05-31
3T.A.R. Campania Napoli, Sezione VIII, maggio 2012
Sulla realizzazione di una piscina di 30 mq

2012-05-31
4T.A.R. Campania Napoli, Sezione IV, maggio 2012
Sulla finalità del restauro e del risanamento conservativo

2012-05-31
5Consiglio di Stato, Sezione IV, maggio 2012
L'assoggettamento a uso pubblico di una strada privata può derivare, oltre che dalla volontà del proprietario e dal mutamento della situazione dei luoghi, della strada nella rete viaria cittadina, anche da un immemorabile uso pubblico

2012-05-31
6T.A.R. Campania Napoli, Sezione IV, maggio 2012
Sulla nozione di “pergolato”

2012-05-31
7Consiglio di Stato, Sezione IV, maggio 2012
Sulla perdita dell’originaria destinazione pubblica dell’opera e sul venir meno del requisito oggettivo dell’esenzione dagli oneri concessori

2012-05-31
8T.A.R. Lazio Roma, Sezione I Quater, maggio 2012
Sulle sanzioni per la mancata osservanza dell'art. 48 del d.P.R. n. 380/2001 secondo il quale “È vietato a tutte le aziende erogatrici di servizi pubblici somministrare le loro forniture per l’esecuzione di opere prive di permesso di costruire, nonché ad opere in assenza di titolo iniziate dopo il 30 gennaio 1977 e per le quali non siano stati stipulati contratti di somministrazione anteriormente al 17 marzo 1985

2012-05-31
9Consiglio di Stato, Sezione IV, maggio 2012
La mera conoscenza degli estremi formali di un titolo edilizio rilasciato a terzi non costituisce presupposto valido per la decorrenza del termine di impugnazione in sede giurisdizionale

2012-05-31
10T.A.R. Lazio Roma, Sezione I Ter, maggio 2012
In sede di adozione di una variante allo strumento urbanistico – volta all’imposizione del vincolo preordinato all’esproprio - l’amministrazione non può impegnare somme di cui non è certa la spettanza in ordine all’an e al quantum, sia perché potrebbe non seguire l’approvazione regionale, sia perché la quantificazione richiede complessi accertamenti su elementi di fatto

2012-05-31
11Consiglio di Stato, Sezione V, maggio 2012
Ai fini della validità della notifica, in caso di contrasto tra i dati risultanti dalla copia di relata allegata all'originale e i dati risultanti dalla copia consegnata al destinatario, occorre far riferimento alle risultanze ricavabili dalla copia in possesso del destinatario

2012-05-31
12T.A.R. Campania Napoli, Sezione IV, maggio 2012
[A] La demolizione e ricostruzione di un rudere rientra nella nozione di nuova costruzione. [B] Sulla finalità del restauro e del risanamento conservativo. [C] Sulla norma dello strumento urbanistico che consente la ricostruzione di edifici diruti

2012-05-31
13T.A.R. Lombardia Brescia, Sezione maggio 2012
[A] I proprietari di fondi all’interno di un Comune sono senz’altro legittimati in proprio ad impugnare gli atti con i quali il Comune stesso decide del relativo regime e in particolare della possibilità di urbanizzarli. [B] Sulla non lesività del preavviso di diniego. [C] La classificazione di un’opera e degli oneri ad essa relativi, nell’ambito della urbanizzazione primaria o secondaria ha una funzione non meramente classificatoria, dato che ne comporta un diverso trattamento in termini economici. [D] Sulla dubbia qualificazione giudica della “strada residenziale”. [E] I fatti rintracciabili in rete posso darsi per notori

2012-05-31
14T.A.R. Sardegna, Sezione I, maggio 2012
Sul titolo edilizio necessario a realizzazione di un pontile galleggiante per l'ormeggio di imbarcazioni da diporto, ancorato al fondo marino mediante catene legate a corpi morti in calcestruzzo armato

2012-05-26
15Consiglio di Stato, Sezione III, maggio 2012
Sull’esercizio del potere di annullamento d’ufficio di un titolo edilizio

2012-05-26
16Consiglio di Stato, Sezione VI, maggio 2012
Il frazionamento del fondo da parte di un unico precedente proprietario, sono irrilevanti ai fini dell’edificabilità delle aree libere

2012-05-26
17T.A.R. Campania Napoli, Sezione VII, maggio 2012
Sulla necessità o meno dell’autorizzazione paesaggistica per la realizzazione dei soppalchi, i volumi interrati ed i volumi tecnici

2012-05-26
18T.A.R. Abruzzo L'Aquila, Sezione I, maggio 2012
Una volta che vi sia stato il trasferimento della concessione edilizia (mediante voltura) ovvero il trasferimento della costruzione (mediante alienazione o altro negozio traslativo), l’obbligazione di pagamento del contributo di concessione, se non ancora adempiuto dall’iniziale titolare della concessione o per la parte non ancora adempiuta, si trasferisce sull’avente causa

2012-05-26
19T.A.R. Sicilia Catania, Sezione I, maggio 2012
Sulla chiusura di una veranda secondo la giurisprudenza siciliana

2012-05-26
20T.A.R. Campania Napoli, Sezione II, maggio 2012
Sul valore del verbale redatto dai vigili urbani, con cui si accerta l’inottemperanza all’ingiunzione di demolizione

2012-05-26
21T.A.R. Campania Salerno, Sezione I, maggio 2012
Sui presupposti che devono sussistere per l’annullamento in autotutela del permesso di costruire

2012-05-26
22T.A.R. Campania Napoli, Sezione VII, maggio 2012
Sulle misure repressive per attività edilizia abusiva irrogate nei confronti del (com)proprietario dell'immobile diverso dal soggetto che ha realizzato l'abuso

2012-05-26
23T.A.R. Toscana, Sezione II, maggio 2012
Sulla destinazione d’uso come “alberghi, residence, motel, ostelli, ristoranti, bar” e sull’abusivo mutamento di destinazione d’uso a residenziale

2012-05-26
24T.A.R. Campania Salerno, Sezione II, maggio 2012
Sul titolo edilizio necessario a realizzare un muro di contenimento realizzato per evitare smottamenti o frane

2012-05-26
25T.A.R. Campania Napoli, Sezione VII, maggio 2012
Sussiste a carico del proprietario dell'immobile una presunzione di responsabilità per gli abusi edilizi accertati

2012-05-26
26T.A.R. Campania Napoli, Sezione VI, maggio 2012
La possibilità di non procedere alla rimozione delle parti abusive quando ciò sia di pregiudizio alle parti legittime costituisce solo un'eventualità della fase esecutiva, subordinata alla circostanza dell'impossibilità del ripristino dello stato dei luoghi

2012-05-26
27T.A.R. Sicilia Palermo, Sezione II, maggio 2012
Sulla possibilità o meno di collocare le infrastrutture di reti pubbliche di comunicazione nelle zone interessate da incendio

2012-05-26
28T.A.R. Abruzzo L’Aquila, Sezione I, maggio 2012
Sulla natura del diritto che il privato acquista per effetto dell’intervento edilizio operato sull’area demaniale

2012-05-26
29T.A.R. Campania Napoli, Sezione VIII, maggio 2012
Sui casi in cui i termini di inizio e di ultimazione dei lavori “possono essere prorogati, con provvedimento motivato, per fatti sopravvenuti estranei alla volontà del titolare del permesso”

2012-05-26
30T.A.R. Campania Napoli, Sezione VIII, maggio 2012
Sull’art. 17 comma 3 lett. b del d.p.r. n. 380/2001 a tenore del quale il contributo di costruzione non è dovuto per gli interventi di ristrutturazione e di ampliamento, in misura non superiore al 20%, di edifici unifamiliari

2012-05-26
31T.A.R. Lazio Roma, Sezione II Quater, maggio 2012
L'elenco descrittivo delle cose immobili e mobili che presentano interesse artistico, storico, archeologico e demo-etno-antropologico non ha un valore costitutivo

2012-05-26
32T.A.R. Sicilia Palermo, Sezione II, maggio 2012
Gli impianti di telefonia mobile non possono essere assimilati alle normali costruzioni edilizie, in quanto normalmente non sviluppano volumetria o cubatura

2012-05-26
33T.A.R. Marche, Sezione I, maggio 2012
[A] I manufatti utilizzati dai titolari di concessioni demaniali marittime per lo svolgimento dell’attività, seppure ai fini penalistici sono da equiparare alle normali costruzioni, dal punto di vista amministrativo hanno un regime peculiare. [B] Sul piano di spiaggia

2012-05-26
34T.A.R. Calabria Reggio Calabria, maggio 2012
Il Comune è sempre titolare della potestà urbanistica, nel cui esercizio può mutare la destinazione delle aree già a suo tempo pianificate

2012-05-26
35T.A.R. Campania Napoli, Sezione VIII, maggio 2012
[A] Sul comma 6 ter , dell’art. 19 della legge n. 241/1990, come modificato dall’art. 6 del d.l. n. 138/2011 conv in l. n. 148/2011, secondo il quale la denuncia di inizio attività, come la s.c.i.a.: “non costituiscono provvedimenti taciti direttamente impugnabili” e “Gli interessati possono sollecitare l'esercizio delle verifiche spettanti all'amministrazione e, in caso di inerzia, esperire l'azione di cui all'art. 31, commi 1, 2 e 3 del decreto legislativo 2 luglio 2010, n. 104”. [B] Gli atti aventi ad oggetto la classificazione delle strade rivestono natura meramente dichiarativa

2012-05-26
36T.A.R. Campania Napoli, Sezione VIII, maggio 2012
Qualora la zona risulti totalmente urbanizzata, attraverso la realizzazione delle opere e dei servizi atti a soddisfare i necessari bisogni della collettività, quali strade, spazi di sosta, fognature, reti di distribuzione del gas, dell’acqua e dell’energia elettrica, scuole, lo strumento urbanistico esecutivo non può ritenersi più necessario

2012-05-26
37T.A.R. Calabria Catanzaro, Sezione I, maggio 2012
Quando è proposta una domanda di concessione edilizia, il vicino del richiedente può intervenire nel corso del relativo procedimento

2012-05-26
38Consiglio di Stato, Sezione IV, maggio 2012
Il potere di pianificazione deve essere rettamente inteso in relazione ad un concetto di urbanistica che non è limitato solo alla disciplina coordinata della edificazione dei suoli, ma che, per mezzo della disciplina dell’utilizzo delle aree, realizzi anche finalità economico – sociali della comunità locale

2012-05-26
39Regione Toscana. Istituzione della commissione regionale del paesaggio
Nelle commissioni Ambiente e Cultura, voto unanime alla proposta di legge ai sensi del decreto legislativo nazionale. Spariscono le 10 commissioni provinciali. L’atto è stato emendato, su proposta del presidente Danti, per dare una “doverosa e giusta rappresentatività agli enti locali”

2012-05-25
40T.A.R. Puglia Bari, Sezione III, maggio 2012
L'assenza dell’abitabilità espone alla sanzione risolutiva ogni eventuale contratto di utilizzo del bene privo dell'attestazione della sussistenza delle condizioni di agibilità ed igienicità e fa venir meno, sul piano sostanziale, la potenziale produttività del reddito locativo

2012-05-19
41Consiglio di Stato, Sezione IV, maggio 2012
[A] Sul principio dell’inesauribilità del potere amministrativo di vigilanza e controllo e della sanzionabilità del comportamento illecito dei privati, qualunque sia l’entità dell’infrazione e il lasso temporale trascorso, salve le ipotesi di dolosa preordinazione o di abuso. [B] L’amministrazione in ipotesi di segnalazioni sottoscritte, circostanziate e documentate, ha comunque l’obbligo di attivare un procedimento di controllo e verifica dell’abuso

2012-05-19
42T.A.R. Lombardia Milano, Sezione IV, maggio 2012
Sul caso in cui durante la pendenza di un giudizio amministrativo rivolto avverso il diniego di concessione edilizia, sopravvenga un mutamento delle previsioni del piano che fa venir meno l’edificabilità (prima prevista)

2012-05-19
43T.A.R. Lombardia Brescia, Sezione I, maggio 2012
Sul caso in cui intercorra un breve lasso temporale tra il rilascio del premesso di costruire e la comunicazione di avvio del procedimento di annullamento

2012-05-19
44T.A.R. Lazio Roma, Sezione II, maggio 2012
Sulla collocazione dei campeggi all’interno della più ampia categoria delle strutture ricettive di tipo alberghiero

2012-05-19
45T.A.R. Campania Napoli, Sezione III, maggio 2012
Sullo sbancamento di una porzione di terreno di circa 150 mq.

2012-05-19
46T.A.R. Puglia Lecce, Sezione III, maggio 2012
L’indicazione dell’area di sedime, così come di quella necessaria per opere analoghe a quelle abusive, da acquisire al patrimonio comunale non deve considerarsi requisito dell’ordinanza di demolizione

2012-05-19
47T.A.R. Campania Napoli, Sezione VIII, maggio 2012
La domanda di permesso di costruire presentata da un singolo comproprietario può essere accolta, solo se e quando la situazione concreta consenta di inferire l’operatività di un pactum fiduciae con gli altri comproprietari

2012-05-19
48T.A.R. Campania Napoli, Sezione II, maggio 2012
In vista del rilascio del permesso di costruire è necessario che esistano – ovvero se ne preveda l’imminente realizzazione – almeno le opere di urbanizzazione primaria stimate in concreto necessarie, ivi comprese quelle relative alla viabilità ed ai parcheggi pubblici

2012-05-19
49T.A.R. Campania Napoli, Sezione II, maggio 2012
La possibilità di non procedere alla rimozione delle parti abusive, quando ciò sia di pregiudizio alle parti legittime, costituisce solo un'eventualità della fase esecutiva

2012-05-19
50Consiglio di Stato, Sezione IV, maggio 2012
La spontanea esecuzione della pronuncia di primo grado, immediatamente esecutiva, non determina acquiescenza e, pertanto, non si configura, in assenza di specifiche ed inequivoche dichiarazioni sul punto, come comportamento idoneo ad escludere la persistenza dell'interesse ad appellare

2012-05-19
51T.A.R. Abruzzo L’Aquila, Sezione I, maggio 2012
Sulla sussistenza o meno del diritto del confinante che ha denunciato un abuso edilizio di partecipare all’istruttoria ispettiva del comune mirata ad accertare la sussistenza o meno di opere contra legem

2012-05-19
52T.A.R. Lombardia Brescia, Sezione I, maggio 2012
La monetizzazione è la facoltà di chiedere di corrispondere all'amministrazione, in alternativa alla dotazione di standard, una somma commisurata al valore economico dell'area da acquisire

2012-05-19
53T.A.R. Lazio Roma, Sezione II Bis, maggio 2012
Sulla possibilità di un’azione giurisdizionale di accertamento della illegittimità di d.i.a. e s.c.i.a. presentate dai privati, prima dell’esercizio da parte dell’amministrazione competente dell’azione inibitoria di divieto di prosecuzione dell’attività

2012-05-19
54T.A.R. Campania Napoli, Sezione VI, maggio 2012
Non può ammettersi la prosecuzione dei lavori abusivi a completamento di opere che, fino al momento di eventuali sanatorie, devono ritenersi comunque abusive

2012-05-19
55T.A.R. Campania Napoli, Sezione VI, maggio 2012
Il proprietario confinante con l'immobile, ove è stato realizzato un abuso edilizio, ha un interesse alla conclusione del procedimento di condono entro i termini previsti dalla legge

2012-05-19
56T.A.R. Umbria, Sezione I, maggio 2012
Il progetto di demolizione e ricostruzione con ampliamento dell’edificio preesistente è inquadrabile tra gli “interventi di ristrutturazione edilizia”, laddove ricorra l’applicazione della disciplina derogatoria (sotto il profilo dell’incremento della SUC nel limite massimo del 25 % di quella esistente) contenuta nel “piano casa”

2012-05-19
57T.A.R. Toscana, Sezione III, maggio 2012
La normativa sul condono postula la permanenza dell’immobile da regolarizzare e non ammette la realizzazione di un manufatto realizzato con demolizione e impiego di materiali di costruzione diversi da quelli originari

2012-05-19
58T.A.R. Toscana, Sezione III, maggio 2012
Sulla rilevanza paesaggistica o meno del cambio di destinazione d’uso senza opere

2012-05-19
59T.A.R. Puglia Bari, Sezione III, maggio 2012
Le previsioni del piano regolatore servono a conformare l’edificazione futura e non anche le costruzioni esistenti al momento dell’entrata in vigore del piano o di una sua variante

2012-05-19
60T.A.R. Campania Napoli, Sezione VIII, maggio 2012
L’indefettibilità dello strumento urbanistico attuativo neppure viene meno nelle ipotesi di zone edificate

2012-05-19
61T.A.R. Puglia Bari, Sezione III, maggio 2012
Sulla possibilità o meno per il Consiglio Comunale di respingere un piano di lottizzazione “per ragioni ambientali e paesaggistiche”

2012-05-19
62Consiglio di Stato, Sezione IV, maggio 2012
[A] I mercati di quartiere possono considerarsi “pubblici esercizi” rientranti nell’ampia nozione di intervento di urbanizzazione secondaria, ossia strutture commerciali pubbliche adibite al piccolo commercio al minuto di generi alimentari di prima necessità o comunque di uso quotidiano. [B] Sulle medie o grandi strutture commerciali private, sebbene inserite in contesti integrati nei quali insistono bar, piccoli negozi, od anche locali adibiti ad uso ricreativo, sportivo o parasanitario

2012-05-19
63T.A.R. Puglia Bari, Sezione III, maggio 2012
[A] Il dirigente nella materia urbanistica ha l’obbligo di individuare soluzioni tecniche da offrire al vaglio dell’autorità collegiale competente, o dando attuazione alle scelte di pianificazione ovvero proponendo ipotesi di variante a quelle scelte senza indulgere in valutazioni di specifico interesse pubblico che appartengono alla sfera esclusiva delle attribuzioni dell’organo politico. [B] La predisposizione infrastrutturale si pone a monte delle previsioni operative attuative. [C] La valutazione dei temi della viabilità, e quindi della sufficienza dei collegamenti esterni all’area oggetto di lottizzazione, non è un elemento da sviluppare in occasione dell’approvazione del piano di lottizzazione

2012-05-19
64T.A.R. Sardegna, Sezione II, maggio 2012
Sulla chiara differenza giuridico - concettuale fra i “beni culturali” da una parte ed i “beni paesaggistici” dall’altra

2012-05-19
65T.A.R. Puglia Lecce, Sezione I, aprile 2012
Sull’autorizzazione paesaggistica riguardo all’installazione di pannelli fotovoltaici

2012-05-13
66T.A.R. Puglia Bari, Sezione II, aprile 2012
Sulla trasformazione di una finestra in porta-finestra

2012-05-13
67T.A.R. Puglia Lecce, Sezione I, aprile 2012
Il divieto posto dall’art. 4 d.lgs. 227/01 non riveste carattere di assolutezza, prevedendo al contrario la norma la possibilità che proprio le Regioni consentano quelle trasformazioni delle aree boscate che risultino paesaggisticamente ed idro-geologicamente compatibili

2012-05-13
68T.A.R. Umbria, Sezione I, aprile 2012
La pubblicazione di un estratto o dell’avviso di deposito del piano costituisce il dies a quo dal quale computare i termini d’impugnazione

2012-05-13
69T.A.R. Puglia Bari, Sezione II, aprile 2012
Sebbene la notifica/comunicazione di un atto recettizio (quale l’ordine di demolizione) sia condizione di efficacia dello stesso, la sua omissione è censurabile soltanto da parte del soggetto nel cui interesse la comunicazione è posta

2012-05-13
70T.A.R. Liguria, Sezione I, aprile 2012
Sul carattere conformativo o espropriativo della destinazione a zona F ex art. 2 D.M. 2.4.1968

2012-05-13
71T.A.R. Liguria, Sezione I, aprile 2012
Il rilascio del certificato di abitabilità di un fabbricato, conseguente al condono edilizio, può legittimamente avvenire in deroga solo a norme regolamentari e non anche quando siano carenti condizioni di salubrità richieste invece da fonti normative di livello primario

2012-05-13
72T.A.R. Toscana, Sezione III, aprile 2012
Le limitazioni all’edificabilità di un terreno prossimo ad un corso d’acqua vengono meno nel caso in cui quest’ultimo venga ricoperto da una strada o tombinato

2012-05-13
73T.A.R. Liguria, Sezione I, aprile 2012
Sulla necessità o meno della concessione edilizia in caso di apertura di un dehor destinato all'esercizio dell'attività di ristorazione o di somministrazione di alimenti e bevande

2012-05-13
74T.A.R. Liguria, Sezione I, aprile 2012
Sulla distinzione nell’ordinamento italiano tra l’attività urbanistica discrezionale e l’attività edilizia vincolata

2012-05-13
75T.A.R. Liguria, Sezione II, aprile 2012
L’ascrizione dell’uso (ancorché non estesa all’area di sedime su cui essi insistono) dei parcheggi ad opera di urbanizzazione primaria esemplifica una categoria di bene pubblici di nuovo conio: i beni pubblici a fruizione collettiva

2012-05-13
76T.A.R. Liguria, Sezione I, aprile 2012
Sulla variegata giurisprudenza in materia di realizzazione di piscine

2012-05-13
77Consiglio di Stato, Sezione V, aprile 2012
Sulle distanze nelle costruzioni qualora gli strumenti urbanistici stabiliscano determinate distanze dal confine e nulla aggiungano sulla possibilità di costruire «in aderenza» od «in appoggio»

2012-05-13
78T.A.R. Friuli Venezia Giulia, Sezione I, aprile 2012
La mera pendenza di un procedimento sanzionatorio non sia ostativa al rilascio dell’agibilità, a meno che, come prevede la legge, non si ravvisino differenze tra l’autorizzato (o il dichiarato) ed il realizzato

2012-05-13
79Consiglio di Stato, Sezione V, aprile 2012
La mera vicinanza di un fondo ad una discarica non legittima per ciò solo ed automaticamente il proprietario frontista ad insorgere avverso il provvedimento autorizzativo dell'opera

2012-05-13
80T.A.R. Puglia Lecce, Sezione II, aprile 2012
Ai sensi dell’art. 4, comma 1, del d.lgs. 14 marzo 2011 n. 23 il gettito dell’imposta di soggiorno è destinato a finanziare interventi in materia di turismo, ivi compresi quelli a sostegno delle strutture ricettive, nonché interventi di manutenzione, fruizione e recupero dei beni culturali ed ambientali locali, nonché dei relativi servizi pubblici locali

2012-05-13
81T.A.R. Toscana, Sezione III, aprile 2012
Sulla sostituzione edilizia e sulla ristrutturazione edilizia ai sensi della L.R. Toscana n. 1 del 2005

2012-05-13
82T.A.R. Umbria, Sezione I, aprile 2012
La mancata indicazione dell'area di sedime, che verrebbe acquisita nell'ipotesi di inottemperanza all'ordine di demolizione, non costituisce causa di illegittimità dell'ingiunzione

2012-05-13
83T.A.R. Lazio Roma, Sezione III, aprile 2012
[A] E’ illegittima la circolare del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti - Presidenza del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici n. 7619/STC dell'8 settembre 2010 recante i criteri per il rilascio dell'autorizzazione ai Laboratori per l'esecuzione e certificazione di indagini geognostiche, prelievo di campioni e prove in sito di cui all'art. 59 DPR n. 380/2001. [B] E’ assolutamente irragionevole oltre che in violazione delle disposizioni legislative, che le indagini geognostiche siano di per sé inibite ai geologi liberi professionisti, così come il prelievo di campioni e le prove in situ che possono anche essere operate senza particolari mezzi tecnici. [C] Non qualsiasi l’attività di studio del terreno e roccia da parte del geologo può richiedere l’intervento di un laboratorio autorizzato. [D] L’art. 59 comma 2, del D.P.R. 380 del 2011 si riferisce solo alle indagini geotecniche, che sono indagini di laboratorio, senza alcun riferimento a prelievi di campioni o analisi in situ che pertanto non possono essere riservati a laboratori specializzati

2012-05-13
84Consiglio di Stato, Sezione V, aprile 2012
Sullo spargimento di ghiaia su di un’area che ne era precedentemente priva

2012-05-13
85T.A.R. Toscana, Sezione II, aprile 2012
Il carattere precario del manufatto non dipende dai materiali utilizzati o dal suo sistema di ancoraggio al suolo

2012-05-12
86T.A.R. Lombardia Brescia, Sezione I, aprile 2012
Il potere di applicare misure repressive in materia urbanistica ed edilizia può essere esercitato in ogni tempo, senza necessità, per i relativi provvedimenti, di alcuna specifica motivazione

2012-05-12
87T.A.R. Lazio Latina, Sezione I, aprile 2012
Il divieto di costruzione ad una certa distanza dagli argini dei corsi demaniali riguardo all’esecuzione delle opere antecedentemente alla sussistenza del vincolo

2012-05-12
88T.A.R. Campania Salerno, Sezione I, aprile 2012
Sul parere vincolante della Soprintendenza a fronte dell’istanza di sanatoria di abusi minori in zona agricola

2012-05-12
89T.A.R. Campania Salerno, Sezione II, aprile 2012
Sulla presenza sull’area interessata dai lavori abusivi del vincolo archeologico e sull’istanza del titolo edilizio in sanatoria

2012-05-12
90T.A.R. Lombardia Brescia, Sezione I, aprile 2012
Sul riparto di giurisdizione e sul risarcimento del danno provocato dal funzionario pubblico per erronea redazione del certificato di destinazione urbanistica

2012-05-12
91T.A.R. Lazio Roma, Sezione I Quater, aprile 2012
Sulla chiusura del portico mediante muretto e finestratura

2012-05-12
92T.A.R. Lazio Roma, Sezione II, aprile 2012
Sulla necessità o meno dell’autorizzazione paesaggistica per i lavori di frazionamento del primo piano in due unità abitative

2012-05-12
93T.A.R. Sicilia Catania, Sezione I, aprile 2012
Sull’atto di asservimento dei suoli e sulla c.d. “sterilizzazione” delle potenzialità edificatorie dei terreni a seguito della modificazione della pianificazione urbanistica

2012-05-12
94T.A.R. Puglia Lecce, Sezione I, aprile 2012
La variante allo strumento urbanistico per la realizzazione di insediamenti di attività produttive non è atto dovuto

2012-05-12
95T.A.R. Campania Napoli, Sezione VII, aprile 2012
Nei comuni privi di dirigenti le funzioni dirigenziali possono essere attribuite ai responsabili degli uffici oppure demandate al segretario comunale

2012-05-12
96T.A.R. Puglia Lecce, Sezione III, aprile 2012
Sugli orientamenti giurisprudenziali riguardo all'art. 29 della legge 28 febbraio 1985 n. 47, nella parte in cui comprende l'adozione e l'approvazione di varianti agli strumenti urbanistici finalizzate al recupero urbanistico degli abusi

2012-05-12
97T.A.R. Lazio Roma, Sezione II, aprile 2012
Sul riparto di competenze tra Stato e Regioni in materia di edilizia residenziale pubblica

2012-05-12
98T.A.R. Campania Napoli, Sezione VII, aprile 2012
[A] La procedura di evidenza pubblica deve essere osservata e applicata anche per la concessione di area demaniale. [B] Le disposizioni del dlgs. 163/2006 non si applicano in via diretta alle concessioni e che l’Amministrazione non ha richiamato detta applicazione nel bando di gara

2012-05-12
99Corte di Cassazione, Sezione III Penale, novembre 2011
[A] Sulla nozione di "carico urbanistico". [B] Nel reato urbanistico la prescrizione penale non si forma fino a quanto l’opera non è stata completata

2012-05-12
100C.G.A.R.S., aprile 2012
Sul difetto di notificazione dell’ordinanza di demolizione dell’abuso edilizio

2012-05-05
101T.A.R. Piemonte, Sezione II, aprile 2012
Nelle aree sottoposte a vincolo idrogeologico, ambientale e paesistico, possono ottenere la sanatoria solo gli interventi edilizi di minore rilevanza - di restauro, risanamento conservativo e manutenzione straordinaria - e sempre previo parere favorevole dell'autorità preposta alla tutela

2012-05-04
102T.A.R. Puglia Lecce, Sezione III, aprile 2012
Sull’istituto della c.d. “sanatoria giurisprudenziale”

2012-05-04
103T.A.R. Sicilia Palermo, Sezione II, aprile 2012
Sull'iter perfezionativo del programma triennale dei lavori pubblici e sull’articolazione in una duplice fase procedimentale

2012-05-04
104Consiglio di Stato, Sezione VI, aprile 2012
L’onere della prova circa l’avvenuto invio della comunicazione prevista dall’art. 159 d.lgs. n. 42 del 2004 grava certamente sulla Soprintendenza

2012-05-04
105T.A.R. Sicilia Palermo, Sezione II, aprile 2012
Sul regime urbanistico delle “case mobili”

2012-05-04
106T.A.R. Campania Napoli, Sezione VIII, aprile 2012
Sulla natura del vincolo di destinazione a parcheggio

2012-05-04
107T.A.R. Calabria Catanzaro, Sezione I, aprile 2012
Sui criteri per liquidare gli onorari di difesa in seguito all’entrata in vigore del D.L. 1 del 2012

2012-05-04
108T.A.R. Veneto, Sezione II, aprile 2012
[A] Sull’impugnabilità o meno della segnalazione certificata di inizio attività ai sensi del d.l. del 13 agosto 2011 n. 138. [B] Sul D.Lgs. n. 195 del 2011 che ha modificato l’art. 31 comma 1 del codice del processo prevedendo, ora, la possibilità che il giudizio possa essere intrapreso anche prima del decorso del termine per la conclusione del procedimento della DIA

2012-05-04
109T.A.R. Liguria, Sezione I, aprile 2012
L'esecuzione di opere edilizie non del tutto precarie su suolo del demanio marittimo richiede il rilascio della preventiva concessione edilizia da parte del Sindaco, essendo irrilevante il possesso della concessione della Capitaneria di porto

2012-05-04
110T.A.R. Sardegna, Sezione II, aprile 2012
In materia urbanistica il presupposto per l'esistenza di un volume edilizio è costituito dalla costruzione di almeno un piano di base e due superfici verticali contigue

2012-05-04
111T.A.R. Toscana, Sezione III, aprile 2012
Sull’informativa del Dipartimento Ambiente prot. IV/A/3390/4 del 13 marzo 1992 con il quale la Regione Toscana ha dettato le procedure ed i criteri di calcolo delle sanzioni paesaggistiche

2012-05-04
112T.A.R. Calabria Catanzaro, Sezione I, aprile 2012
In materia di abusivismo edilizio, non è configurabile l'esimente dello stato di necessità, ai sensi dell'art. 54 del codice penale

2012-05-04
113Consiglio di Stato, Sezione V, aprile 2012
Sui casi in cui secondo giurisprudenza costante la domanda di permesso di costruire è dolosamente infedele e costituisce motivo di diniego del condono edilizio

2012-05-04
114T.A.R. Sardegna, Sezione I, aprile 2012
La Regione Sardegna poteva disciplinare autonomamente la procedura volta al rilascio dei titoli abilitativi ad esercire impianti di energia da fonti rinnovabili anche anteriormente all’adozione delle Linee Guida nazionali

2012-05-04
115T.A.R. Campania Salerno, Sezione I, aprile 2012
In caso di annullamento in sede giurisdizionale di una concessione edilizia, considerata illegittima per vizio sostanziale, l’amministrazione non può ricorrere all’art. 38 d.p.r. 380/2001

2012-05-04
116T.A.R. Lombardia Milano, Sezione IV, aprile 2012
[A] Un’area, per divenire edificabile deve avere una “vocazione edificatoria”, nel senso che, per le sue oggettive caratteristiche intrinseche, deve apparire economicamente suscettibile di immediata trasformazione. [B] Sulla finalità perequativa e sul rispetto della naturale vocazione edificatoria dell’area. [C] Sulla determinazione degli indici di zona

2012-05-04
117T.A.R. Toscana, Sezione II, aprile 2012
[A] La previsione di compatibilità tra le classificazione di una zona come agricola e l’installazione di impianti fotovoltaici non significa che non possano esistere terreni agricoli nei quali l’installazione sia da escludere. [B] Sulla L.R. Toscana 11 del 2011 e sui limiti all'ubicazione degli impianti di produzione di energia elettrica. [C] Sulla deliberazione del Consiglio Regionale della Toscana n. 68/2011, ha approvato la perimetrazione delle aree non idonee inerenti zone all’interno di cono visivi e panoramici la cui immagine è storicizzata

2012-05-04
118T.A.R. Piemonte, Sezione I, aprile 2012
Sul procedimento di condono edilizio e sulla necessità o meno del parere della Commissione edilizia

2012-05-04
119T.A.R. Campania Napoli, Sezione VI, aprile 2012
[A] Sulla differenza tra volumi edilizi e volumi paesaggistici. [B] Sui dehors e sui casi in cui difetta il requisito della precarietà strutturale e funzionale

2012-05-04
120T.A.R. Marche, Sezione I, aprile 2012
Sulla sopraelevazione e sulla necessità o meno di prevedere la dotazione di parcheggi pertinenziali

2012-05-04
121T.A.R. Toscana, Sezione I, aprile 2012
Sull’art. 66 della legge regionale toscana n. 1/2005, il quale per la realizzazione degli interventi dei piani attuativi in relazione ai quali sia ammessa l’iniziativa privata, riconosce ai proprietari rappresentanti la maggioranza assoluta del valore dei fondi interessati dal piano il titolo a costituire un consorzio per la presentazione all’amministrazione comunale delle proposte di realizzazione dell'intervento

2012-05-04
122Consiglio di Stato, Sezione IV, aprile 2012
[A] Sull’applicabilità dell'art. 9 l. 24 marzo 1989 n. 122, che consente la costruzione di parcheggi, da destinare a pertinenza delle singole unità immobiliari, nel sottosuolo degli immobili o nei locali siti al piano terreno anche in deroga alla vigente disciplina urbanistica, ai soli edifici esistenti oppure anche ai edifici nuovi. [B] Sull’art. 137 del T.U. n. 380/2001

2012-05-04
123Consiglio di Stato, Sezione V, aprile 2012
Sussiste la configurabilità di una responsabilità precontrattuale anche nei riguardi della P.A., in quanto pure a suo carico grava l'obbligo giuridico sancito dall'art. 1337 c.c. di comportarsi secondo buona fede durante lo svolgimento delle trattative

2012-05-04
124T.A.R. Campania Napoli, Sezione VIII, aprile 2012
Sui casi in cui l’interesse pubblico all’annullamento del titolo edilizio deve considerarsi in re ipsa

2012-05-04
125Consiglio di Stato, Sezione IV, aprile 2012
Sulla corretta interpretazione della conferenza di servizi di cui all’art. 14 ter, comma 7, della legge 8 agosto 1990 n. 241, nel testo modificato dall'articolo 49, comma 2, lettera e) del D.L. 31 maggio 2010, n. 78 e nel testo modificato dalla legge di conversione 30 luglio 2010 n. 122

2012-05-04
126T.A.R. Campania Napoli, Sezione VIII, aprile 2012
Sulla necessità o meno di applicare la previsione minima di parcheggi privati, di cui all'art. 9 della legge n. 122 del 1989, agli interventi di ristrutturazione edilizia

2012-05-04
127Consiglio di Stato, Sezione V, aprile 2012
Sulla motivazione dell’atto di reiterazione di un vincolo preordinato all’esproprio

2012-05-04
128T.A.R. Friuli Venezia Giulia, aprile 2012
Sul diverso orientamento della giurisprudenza in ordine al diniego del certificato di agibilità in pendenza di abusi edilizi

2012-05-04
129T.A.R. Sicilia Palermo, Sezione III, aprile 2012
Sula differenza tra il muro di sostegno ed il muro di recinzione ai fini del titolo edilizio necessario all’edificazione

2012-05-01
130T.A.R. Campania Napoli, Sezione II, aprile 2012
Sul ricorso proposto contro il verbale di accertamento dell’abuso edilizio redatto dai vigili urbani

2012-05-01
131T.A.R. Liguria, Sezione I, aprile 2012
Sugli strumenti urbanistici impugnabili sin dal momento della loro adozione e sui limiti che l’annullamento della deliberazione di adozione esplica sul successivo provvedimento di approvazione

2012-05-01
132T.A.R. Liguria, Sezione I, aprile 2012
Sul contrasto dell'intervento oggetto della domanda di permesso di costruire con le previsioni di strumenti urbanistici adottati e sull'articolo 12 del T.U. n. 380/2001

2012-05-01
133T.A.R. Lazio Roma, Sezione I, aprile 2012
La posizione di socio di una società commerciale non legittima la proposizione di un autonomo ricorso avverso provvedimenti sfavorevoli alla società, potendo al più giustificare un intervento ad adiuvandum nel giudizio instaurato dalla società

2012-05-01
134T.A.R. Molise, aprile 2012
Sull’art. 5 del D.M. 26 agosto 1991 recante norme di prevenzione incendi per l’edilizia scolastica laddove ai fini della sicurezza antincendi prescrive che il massimo affollamento ipotizzabile in aula sia di 26 persone

2012-05-01
135T.A.R. Liguria, Sezione I, aprile 2012
Solo con il progetto definitivo l’opera pubblica assume una stabile connotazione che consente di valutare appieno i profili di interferenza, e quindi di lesività, con le posizioni giuridiche dei confinanti o vicini

2012-05-01
136T.A.R. Campania Salerno, Sezione II, aprile 2012
L’annullamento della legge non travolge, nel senso di farne cessare direttamente l’efficacia, l’atto amministrativo che ha fatto applicazione di essa

2012-05-01
137T.A.R. Lazio Roma, Sezione II Ter, aprile 2012
La tempestiva trascrizione della convenzione, rendendo opponibile l'atto nei confronti dei terzi che vantano un titolo di acquisto incompatibile e lo trascrivono con grado ulteriore, costituisce adempimento indispensabile per assicurare l'esecuzione dell'intervento a prescindere da eventuali vicende successorie nella proprietà dei terreni

2012-05-01
138Consiglio di Stato, Sezione IV, aprile 2012
Ai fini della legittimazione attiva all’impugnazione degli atti di una procedura ablativa non è essenziale che la relazione giuridica col bene immobile sia costituita dal diritto di proprietà

2012-05-01
139T.A.R. Campania Napoli, Sezione II, aprile 2012
La valutazione circa la congruità del grado di urbanizzazione di un'area - valutazione rimessa all'apprezzamento di merito dell'amministrazione - non può che essere effettuata alla stregua della normativa sugli “standards” urbanistici di cui al combinato disposto del d.m. 2 aprile 1968 n. 1444 e art. 17 l. 6 agosto 1967 n. 765

2012-05-01
140T.A.R. Basilicata, Sezione I, aprile 2012
Sulla novella introdotta dall’art. 45, comma 1, D.L. n. 201/2011, convertito nella legge. n. 214/2011, riguardo ai lavori di urbanizzazione a scomputo sotto soglia comunitaria

2012-05-01
141T.A.R. Lombardia Brescia, Sezione I, aprile 2012
Sui volumi costruiti al di sotto dell’originario piano di campagna e sulla possibilità o meno che incidano sulla volumetria consentita

2012-05-01
142T.A.R. Campania Napoli, Sezione VII, aprile 2012
Sulla possibilità o meno di accedere alla normativa condonistica pur in presenza di un provvedimento di gratuita acquisizione delle opere abusive trascritto nei registri immobiliari o anche di avvenuta immissione in loro possesso

2012-05-01
143T.A.R. Campania Napoli, Sezione II, aprile 2012
Sulla necessità o meno di piano attuativo nelle situazioni intermedie, non necessariamente identificabili né sovrapponibili con le fattispecie di “lotto intercluso” oppure con altre similari, nelle quali l'area interessata dall'intervento può risultare anche solo in parte, edificata, e, parallelamente, può essere più o meno asservita da opere di urbanizzazione

2012-05-01
144T.A.R. Lazio Roma, Sezione II Ter, aprile 2012
[A] La normativa del cd. “decreto Bersani” mira alla liberalizzazione delle attività commerciali, ma non osta alla possibilità che i comuni disciplinino in materia tenendo conto degli ulteriori interessi di rilevanza anche costituzionale. [B] Sulla differenza qualitativa delle attività di somministrazione di carattere secondario rispetto a quelle di natura principale, legata all’emancipazione delle prime dagli stringenti vincoli programmatici alle quali soggiacciono le seconde – differenza che sopravvive anche al disegno riformatore di cui al decreto legislativo 59 del 2010, di attuazione della direttiva 2006/123/CE

2012-05-01
145T.A.R. Campania Napoli, Sezione VII, aprile 2012
[A] Sul deposito di massi rocciosi, pietrisco e materiale di riporto sugli alvei e sponde delle acque pubbliche. [B] Sulla corretta interpretazione dell’art. 96 lett. g) del R.D. del 25/07/1904

2012-05-01