Embed RSS
ISSN 2498-9916
Direttore: Avv. Francesco Barchielli
Articoli pubblicati

Articoli di Ottobre 2012

NumeroArticoloData
1T.A.R. Campania Napoli, Sezione VII, ottobre 2012
Sulla ristrutturazione edilizia e sul principio di prossimità fra la demolizione e la ricostruzione

2012-10-26
2T.R.G.A. Trento, ottobre 2012
[A] Sulla competenza statale o regionale riguardo alle disposizioni che definiscono le categorie degli interventi edilizi. [B] Nel territorio provinciale, né il “risanamento conservativo” né la “ristrutturazione edilizia” possono configurarsi allorquando vengano demolite le murature perimetrali. [C] Sul rapporto tra l’annullamento del titolo edilizio ed il decorso del tempo. [D] Sull’ammissibilità o meno del ricorso che tende ad ottenere una pronuncia di principio che possa essere fatta valere con riferimento a successivi comportamenti dell'Amministrazione

2012-10-26
3Consiglio di Stato, Sezione IV, ottobre 2012
Sulla necessità o meno di osservare la distanza di 10 metri tra le costruzioni di cui all’art. 9 D.M. n. 1444/1968 nel caso di nuova edificazione in zona A

2012-10-26
4T.A.R. Campania Napoli, Sezione VII, ottobre 2012
[A] Sui casi i cui è ammissibile l’autorizzazione paesaggistica ex post in caso di ristrutturazione con demolizione e ricostruzione. [B] Sul soggetto competente, tra Comune e Soprintendenza, a valutare l’ammissibilità del nulla osta paesaggistico postumo, ovvero sull’annoverabilità dell’intervento fra quelli di cui all’art. 167 comma 4, del D.lgs 42 del 2004. [C] Sulla questione di legittimità costituzionale dell’art. 167, comma 4, del D.lgs 42 del 2004. [D] Sull’ammissibilità o meno della sanatoria postuma in relazione ad opere comportanti aumenti minimali di superficie, da non essere percepibili all’esterno

2012-10-26
5T.A.R. Campania Napoli, Sezione VII, ottobre 2012
[A] Sull’atto di avvio del procedimento ai sensi dell’art. 7 della l. 241 del 1990 negli atti di autotutela. [B] Sull’indennizzo che spetta al privato a fronte di validi atti di autotutela

2012-10-26
6T.A.R. Campania Napoli, Sezione VII, ottobre 2012
[A] Sul decorso del termine per la formazione del silenzio-assenso in tema di autorizzazione per la costruzione di una stazione radio-base. [B] Il parere dell'ARPA deve essere richiesto solo ed esclusivamente ai fini della concreta attivazione dell'impianto, non sussistendo un onere per il richiedente di allegare il parere in questione in sede di presentazione dell'istanza. [C] Sulle limitazioni alla collocazione degli impianti introdotte con i regolamenti comunali

2012-10-26
7T.R.G.A. Trento, ottobre 2012
[A] Sulla SCIA e sulla possibilità da parte dell’Amministrazione di chiedere chiarimenti o delucidazioni allo scopo di completare la propria istruttoria con un conclusivo provvedimento inibitorio. [B] Sulla natura dell'attività di trattenimento svolta da un circolo privato, quando il relativo accesso sia soggetto a minimi adempimenti meramente formali (quali la compilazione di un modulo e il pagamento del biglietto di ingresso). [C] Sull’art. 32 della l. 7.12.2000 n. 383 riguardo alle strutture per lo svolgimento delle attività sociali delle associazioni di promozione sociale, la sede delle quali può stabilirsi in locali “compatibili con tutte le destinazioni d'uso omogenee previste dal decreto del Ministro per i lavori pubblici 2 aprile 1968”

2012-10-26
8T.A.R. Campania Napoli, Sezione VII, ottobre 2012
[A] Sulle condizioni che devono sussistere per l’impugnazione delle norme regolamentari. [B] Le costruzioni industriali non sono assimilabili alle infrastrutture di telefonia mobile

2012-10-26
9T.A.R. Campania Napoli, Sezione VII, ottobre 2012
Sul nuovo art. 146 del D.lgs 42 del 2006 che delinea una situazione di co-gestione del vincolo, in sede di amministrazione attiva, da parte dell’Autorità regionale (o di quella delegata) e dell’Autorità statale periferica

2012-10-26
10T.A.R. Molise, Sezione I, ottobre 2012
Sul decorso del termine di novanta giorni assegnato al proprietario – con l’ordinanza ingiunzione – per la demolizione del manufatto abusivo e sull’ordinanza con la quale il Comune ordina di nuovo la demolizione del manufatto assegnando altri novanta giorni

2012-10-26
11T.A.R. Campania Napoli, Sezione VII, ottobre 2012
Sull’autorizzazione paesaggistica postuma e su quelle difformità minime prive di incidenza in confronto alle esigenze di tutela del paesaggio

2012-10-26
12T.A.R. Puglia Bari, Sezione III, ottobre 2012
Sull’istanza di restituzione dell’oblazione versata ai sensi del condono edilizio di cui all’art. 32 del D.L. 269 del 2003

2012-10-26
13T.A.R. Sicilia Catania, Sezione II, ottobre 2012
Sull’istituto della sanatoria per “accertamento di conformità” e sul rapporto con il presupposto piano di lottizzazione

2012-10-26
14T.A.R. Lazio Latina, Sezione I, ottobre 2012
L’accertamento di conformità ha una natura eminentemente oggettiva e vincolata, priva pertanto di appezzamenti discrezionali

2012-10-26
15T.A.R. Campania Napoli, Sezione VII, ottobre 2012
Sulla possibilità o meno di estendere le considerazioni riguardo al parere paesaggistico, riferite al regime previgente di cui all’art. 159 Dlgs. 42/2004 e nel quale alla Soprintendenza era rimesso in via successiva il controllo di legittimità dell’autorizzazione paesaggistica rilasciata dal Comune, anche nell’attuale regime, quale configurato dal disposto dell’art. 146 del Dlgs. 42/2004, nel quale l’intervento della Soprintendenza si esprime in via preventiva, con il rilascio di un parere vincolante

2012-10-26
16T.A.R. Lazio Latina, Sezione I, ottobre 2012
Sulla lottizzazione abusiva materiale e sulla lottizzazione abusiva cartolare ai sensi dell’art. 30 del D.P.R. 380 del 2001

2012-10-26
17T.A.R. Abruzzo Pescara, Sezione I, ottobre 2012
Sulla liquidazione mensile del danno da ritardo nell’adozione di nuove previsioni urbanistiche per una zona diventata “neutra”

2012-10-26
18T.A.R. Campania Napoli, Sezione VII, ottobre 2012
Sull’acquisizione dell’area in seguito all’inottemperanza dell’ordinanza di demolizione e sull’onere di verificare la sussistenza di responsabilità del proprietario

2012-10-26
19T.A.R. Toscana, Sezione III, ottobre 2012
La destinazione a parcheggio pubblico non rappresenta un vincolo a carattere espropriativo

2012-10-26
20T.A.R. Campania Napoli, Sezione II, ottobre 2012
L'indicazione dell'area di sedime, così come di quella necessaria per opere analoghe a quelle abusive, da acquisire al patrimonio comunale non deve considerarsi requisito dell'ordinanza di demolizione

2012-10-26
21T.A.R. Lazio Latina, Sezione I, ottobre 2012
Sui criteri per discriminare un nuovo permesso di costruire dalla variante ad altro preesistente

2012-10-26
22Consiglio di Stato, Sezione IV, ottobre 2012
[A] Sulla possibilità o meno che i piani di recupero possano interessare anche aree inedificate. [B] Sul piano di recupero tardivamente approvato. [C] Sulla giurisprudenza che ritiene applicabile in via analogica la norma della distanza minima assoluta di m. 10 relativa alle pareti finestrate anche nelle zone A nelle ipotesi di nuova edificazione

2012-10-21
23T.A.R. Campania Napoli, Sezione I, ottobre 2012
[A] Sulla giurisdizione amministrativa nei casi di comportamento tenuto dalla Amministrazione, la quale abbia emanato una valida dichiarazione di pubblica utilità ed un legittimo decreto di occupazione d'urgenza senza tuttavia emanare il provvedimento definitivo di esproprio nei termini previsti dalla legge. [B] Sulla differenza tra l’art. 43 del T.U.E dichiarato incostituzionale ed il nuovo art. 42-bis introdotto dopo oltre nove mesi. [C] Sull’usucapione da parte della Pubblica Amministrazione del bene illegittimamente occupato in presenza dei presupposti di cui all’art. 1158 c.c.

2012-10-21
24Consiglio di Stato, Sezione IV, ottobre 2012
[A] La Regione, a cui spetta l’esercizio di potestà legislativa e di competenza amministrativa in materia di governo del territorio, è titolare di un preciso interesse giuridicamente tutelato ad una corretta interpretazione delle proprie norme, come del resto dimostra la sua legittimazione a difendere le proprie leggi in sede di appello. [B] Sui limiti al principio del divieto di integrazione postuma della motivazione, costantemente affermato dalla giurisprudenza amministrativa. [C] La regione Toscana, con la legge regionale n. 1/2005, disciplina sotto lo stesso nomen iuris di “misure di salvaguardia” due istituti differenti. [D] Sul sistema duale toscano del Piano Strutturale e del Regolamento Urbanistico. [E] Nell’ordinamento toscano la natura programmatorie e di indirizzo delle previsioni strutturali implicano che la verifica della legittimità del regolamento urbanistico debba essere posta in termini di coerenza sostanziale e non di stretta conformità

2012-10-21
25T.A.R. Lazio Latina, Sezione I, ottobre 2012
Le prescrizioni stabilite dal Piano Territoriale Paesistico hanno efficacia vincolante sin dall’adozione

2012-10-21
26T.A.R. Lombardia Brescia, Sezione II, ottobre 2012
La redazione di un piano urbanistico (anche esecutivo) non è la sede per affrontare in dettaglio le questioni relative ai confini tra i fondi e dunque un certo grado di approssimazione deve essere accettato

2012-10-21
27T.A.R. Campania Napoli, Sezione VIII, ottobre 2012
Sulla prescrizione del diritto del Comune a far valere l’obbligo nei confronti del privato di cessione gratuita dell’area da destinare a strada pubblica

2012-10-21
28T.A.R. Lazio Roma, Sezione III Ter, ottobre 2012
[A] Per effetto dell’art. 86, comma 3, del D.lgs 259 del 2003 sono assimilate ad ogni effetto alle opere di urbanizzazione primaria di cui all'art. 16, co. 7, d.P.R. n. 380/2001, pur restando di proprietà dei rispettivi operatori, non le infrastrutture di reti pubbliche di comunicazione tout court, ma quelle ivi espressamente richiamate. [B] La codificazione delle norme del processo amministrativo, ad opera del d. lgs. 104 del 2010, consente di ritenere ormai superata la tradizionale limitazione della tutela dell'interesse legittimo pretensivo al solo modello impugnatorio

2012-10-17
29T.A.R. Sardegna, Sezione II, ottobre 2012
[A] Sui termini di impugnazione delle varianti agli strumenti urbanistici. [B] Sul mancato avvio del procedimento relativo all’adozione del decreto di occupazione d’urgenza

2012-10-17
30T.A.R. Sardegna, Sezione II, ottobre 2012
[A] L’art. 28, comma 2, della legge 17 agosto 1942, n. 1150, invocato da parte ricorrente, è stato implicitamente superato, in parte qua, dall’art. 24 della legge 28 febbraio 1985, n. 47. [B] Un piano di lottizzazione si basa pur sempre - per definizione e per legge - su di un dettagliato “progetto edilizio”

2012-10-17
31T.A.R. Campania Napoli, Sezione VIII, ottobre 2012
Sui casi in cui occorre il permesso di costruire per la realizzazione di una canna fumaria

2012-10-17
32T.A.R. Lombardia Milano, Sezione II, ottobre 2012
[A] E’ inammissibile l'intervento ad adiuvandum spiegato nel processo amministrativo da chi sia ex se legittimato a proporre il ricorso giurisdizionale in via principale. [B] E’ incompatibile col principio di leale collaborazione la prova di forza posta in essere dal Comune che, anziché dolersi nella sede competente, inclusa quella giurisdizionale, della deliberazione di altro ente approva il piano regolatore disattendendone le relative prescrizioni

2012-10-17
33T.A.R. Umbria, Sezione I, ottobre 2012
Il giudice amministrativo può riconoscere, caso per caso, la legittimazione ad impugnare atti amministrativi incidenti sull’ambiente anche ad associazioni a carattere locale

2012-10-17
34Consiglio di Stato, Sezione IV, ottobre 2012
Sul termine di prescrizione del contributo di concessione dovuto in caso di condono edilizio

2012-10-17
35T.A.R. Calabria Catanzaro, Sezione I, ottobre 2012
Per effetto della disciplina sopravvenuta di cui all'art. 87 D. Lg.vo n. 259/2003, è stato implicitamente abrogato, per incompatibilità, l'art. 3, comma 1, lett. e. 3) ed e. 4) del DPR n. 380/2001, nella parte in cui qualifica gli impianti di telecomunicazioni come “nuova costruzione”

2012-10-17
36T.A.R. Campania Salerno, Sezione I, ottobre 2012
L’ANAS è legittimata a delegare, ai sensi dell’art. 6, comma 8, DPR 327/01, le funzioni espropriative a soggetti terzi

2012-10-17
37T.A.R. Puglia Lecce, Sezione II, ottobre 2012
Le prescrizioni dettate a livello regolamentare non possono tradursi nell’imposizione di limitazioni o divieti generalizzati incompatibili con la possibilità di realizzare una rete completa di infrastrutture per la telecomunicazione

2012-10-17
38T.A.R. Calabria Catanzaro, Sezione I, ottobre 2012
Sul "gazebo" consistente in un manufatto in legno di mq. 6,35 x 4,50, sorretto da 4 travetti in legno per un’altezza di mt. 2,50, realizzato su platea in cemento, contornata da muretti

2012-10-17
39T.A.R. Campania Salerno, Sezione II, ottobre 2012
Sulla possibilità o meno che l’autore di un esposto, con il quale si richiede l’adozione di un procedimento di autotutela su un immobile del vicino, divenga controinteressato nel procedimento

2012-10-17
40T.A.R. Basilicata, Sezione I, ottobre 2012
L’ordinanza di demolizione non opera solo quale sanzione rivolta contro il responsabile dell'abuso, ma legittimamente può essere irrogata nei confronti del proprietario dell'immobile

2012-10-17
41T.A.R. Lombardia Milano, Sezione II, ottobre 2012
[A] La previsione dell’onere di cessione della proprietà di un’area da destinare a standard, correlato al rilascio di un titolo edilizio, configura un accordo integrativo del procedimento riconducibile all’art. 11, l. n. 241/1990. [B] Sulla possibilità o meno che il privato possa assumere impegni patrimoniali a prescindere da un obbligo normativo o, comunque, più onerosi rispetto a quelli astrattamente previsti dalla legge

2012-10-17
42T.A.R. Lazio Latina, Sezione I, ottobre 2012
[A] Sul fondamento normativo della lottizzazione abusiva “materiale”. [B] Sul concetto di “opere che comportino trasformazione urbanistica od edilizia”

2012-10-17
43T.A.R. Lazio Latina, Sezione I, ottobre 2012
Sul valore da attribuire agli apprezzamenti del pubblico ufficiale, alle sue valutazioni e deduzioni, contenuti nel verbale da egli redatto

2012-10-17
44T.A.R. Lazio Roma, Sezione II Bis, ottobre 2012
[A] Sulla possibilità o meno che la Regione, nel procedimento di VIA, debba essere coinvolta solo nelle attività incluse nel territorio e nelle acque territoriali, ma non per la piattaforma continentale destinata allo sfruttamento economico delle risorse. [B] Sull’impatto della tecnica dell’air gun

2012-10-17
45T.A.R. Campania Salerno, Sezione I, ottobre 2012
Sulla trasformazione di un balcone o di un terrazzino circondato da muri perimetrali in veranda, mediante chiusura a mezzo di installazione di pannelli di vetro su intelaiatura metallica

2012-10-17
46T.A.R. Sicilia Palermo, Sezione II, ottobre 2012
Sulla fascia di rispetto stradale, sulla sua inedificabilità e sulla possibilità o meno che questa sia computabile ai fini della volumetria assentibile nell’area adiacente

2012-10-17
47T.A.R. Lazio Roma, Sezione II Quater, ottobre 2012
Sul diniego di un accertamento di conformità che non indichi i concreti elementi ostativi all'accoglimento della domanda

2012-10-17
48T.A.R. Sicilia Palermo, Sezione II, ottobre 2012
L'autore di un abuso edilizio, che abbia prestato acquiescenza al diniego di concessione di costruzione in sanatoria, decade dalla possibilità di rimettere in discussione l'abuso accertato in sede di impugnazione dell'ordine di demolizione

2012-10-17
49T.A.R. Puglia Bari, Sezione III, ottobre 2012
Sulla semplice copertura con lamiere del manufatto abusivo

2012-10-17
50T.A.R. Lazio Latina, Sezione I, ottobre 2012
La mancanza del piano attuativo non è circostanza che di per sé giustifichi il diniego del titolo abilitativo

2012-10-17
51C.G.A.R.S., settembre 2012
[A] Sulla sussistenza di una legittimazione a ricorrere anche dei meri comitati spontanei che si costituiscano al precipuo scopo di proteggere l'ambiente, la salute e/o la qualità della vita delle popolazioni residenti su tale circoscritto territorio, oppure di quelle articolazioni territoriali di sodalizi nazionali. [B] Il piano paesistico, pur senza dubbio essendo uno strumento di programmazione, non soggiace a VAS. [C] Sulla distinzione tra piani paesaggistici “meri” e piani urbanistico-territoriali, che si suole assimilare ai «piani territoriali di coordinamento». [D] Un piano paesistico-territoriale privo di aspetti urbanistici non è assoggettato a VAS

2012-10-13
52T.A.R. Piemonte, Sezione II, settembre 2012
[A] Sui presupposti che devono sussistere affinché una sentenza penale di assoluzione possa dispiegare piena efficacia nel processo amministrativo, ai sensi dell’art. 654 c.p.p. [B] Sul principio di “scindibilità” degli addebiti allorché si tratti di abusi commessi su diverse unità immobiliari. [C] Sulla questione della “scindibilità” degli addebiti in considerazione dell’apporto di ciascun soggetto alla realizzazione dell’opera abusiva e sull’istituto del concorso di persone nella commissione dell’illecito amministrativo

2012-10-13
53C.G.A.R.S., settembre 2012
Sulla natura espropriativa o meno del vincolo a “Verde privato turistico balneare”

2012-10-13
54T.A.R. Campania Napoli, Sezione VII, settembre 2012
Sull'omessa corresponsione della seconda rata dell'oblazione computata con la domanda di condono edilizio

2012-10-13
55T.A.R. Marche, Sezione I, settembre 2012
[A] Sull'art. 12 della L.R. n. 34 del 1992 riguardo ai piani territoriali di coordinamento (PTC). [B] Sul ruolo del piano territoriale di coordinamento nella Regione Marche

2012-10-13
56T.A.R. Toscana, Sezione III, settembre 2012
Sulle condizioni che devono sussistere per ravvisare i caratteri di una strada vicinale pubblica e sulla differenza rispetto alla strada vicinale privata formata "ex collatione privatorum agrorum"

2012-10-13
57Consiglio di Stato, Sezione IV, settembre 2012
[A] Sulla natura del vincolo di inedificabilità della "fascia di rispetto stradale". [B] Sulla determinazione dell'indennità di espropriazione di aree site in fascia di rispetto stradale

2012-10-13
58T.A.R. Toscana, Sezione III, settembre 2012
[A] Sul regime sanzionatorio applicabile agli abusi edilizi tra quello vigente al momento dell’irrogazione della sanzione e quello in vigore all’epoca della realizzazione dell’abuso. [B] Sulla possibilità di ricomprendere nel concetto di ristrutturazione (purché non realizzata mediante demolizione e ricostruzione) anche modifiche del volume (cioè, anche ampliamenti), della sagoma e delle superfici

2012-10-13
59T.A.R. Puglia Bari, Sezione I, settembre 2012
[A] La valutazione di impatto ambientale, per giurisprudenza pacifica, si caratterizza quale giudizio espressione di ampia discrezionalità. [B] Sulla giurisprudenza amministrativa che ha da tempo elaborato e riconosciuto il pur controverso istituto dell’atto amministrativo implicito. [C] Le procedure di v.i.a. e di verifica di assoggettabilità a v.i.a. ("screening”), pur inserendosi sempre all'interno del più ampio procedimento di realizzazione di un'opera o di un intervento, sono dotate di autonomia

2012-10-13
60T.A.R. Campania Salerno, Sezione II, settembre 2012
Sull’ammissibilità o meno della sanatoria di un’opera difforme dallo strumento urbanistico vigente al momento della sua esecuzione

2012-10-13
61T.A.R. Toscana, Sezione III, settembre 2012
Sull’installazione di una canna fumaria nel muro condominiale e sulla possibilità o meno di ricondurre tale intervento nella disciplina dell’art. 1102 del c.c.

2012-10-13
62T.R.G.A. Trento, settembre 2012
È unicamente con l’approvazione del progetto esecutivo, provvedimento tipico e dichiarativo della pubblica utilità, che si esplicita formalmente la definitiva volontà dell’Amministrazione di realizzare l’opera pubblica

2012-10-13
63T.A.R. Puglia Lecce, Sezione III, settembre 2012
Su alcuni aspetti del rispetto della distanza di dieci metri tra pareti finestrate di edifici antistanti, prevista dall’art. 9, D.M. 2 aprile 1968 n. 1444

2012-10-13
64T.A.R. Campania Napoli, Sezione V, settembre 2012
Sui limiti della giurisprudenza per la quale la rimozione dei rifiuti abbandonati su aree di pertinenza delle autostrade spetta al concessionario in quanto la normativa del Codice della Strada si pone in rapporto di specialità rispetto alle disposizioni del Codice dell’ambiente

2012-10-13
65T.A.R. Piemonte, Sezione II, settembre 2012
Sul pagamento della sanzione e sulla possibilità o meno che ciò privi l'abuso del carattere antigiuridico

2012-10-13
66Consiglio di Stato, Sezione VI, settembre 2012
Sul rilascio del titolo abilitativo edilizio e sulla sussistenza o meno dell’obbligo per il Comune di verificare il rispetto da parte dell’istante dei limiti privatistici

2012-10-13
67T.A.R. Campania Salerno, Sezione II, settembre 2012
Sui vincoli ai quali si applica il principio della decadenza quinquennale e la normativa prevista dall’art. 9 del D.P.R. n. 380 del 2001 concernente l’edificazione in assenza di pianificazione urbanistica

2012-10-13
68T.A.R. Puglia Lecce, Sezione III, settembre 2012
Sull’atto con il quale il Comune subordina il rilascio di una concessione edilizia all’impegno del privato a rinunciare all’indennizzo dovuto, nel caso di futura espropriazione dell’opera

2012-10-13
69T.A.R. Toscana, Sezione III, settembre 2012
Sulla legittimità o meno dell’applicazione delle sanzioni previste dall’art. 3 della legge n. 47/85 per il ritardo nel versamento del contributo edilizio laddove il Comune disponga di una polizza fideiussoria da escutere

2012-10-13
70T.A.R. Campania Napoli, Sezione IV, settembre 2012
Sulla necessità o meno di depositare i progetti esecutivi di lavori ricadenti in zona sismica anche per interventi di riparazione

2012-10-07
71T.A.R. Lazio Roma, Sezione I Quater, settembre 2012
Sulla realizzazione di un bagno nel sottotetto

2012-10-07
72T.A.R. Campania Napoli, Sezione II, settembre 2012
In vista del rilascio del permesso di costruire è necessario che esistano almeno le opere di urbanizzazione primaria stimate in concreto necessarie, ivi comprese quelle relative alla viabilità ed alla rete fognaria, in modo che la zona possa dirsi sistemata per l'insediamento

2012-10-07
73T.A.R. Campania Salerno, Sezione I, settembre 2012
Il mutamento di destinazione d'uso accompagnato da interventi edilizi è sottoposto al regime della D.I.A. ad una duplice condizione

2012-10-07
74Consiglio di Stato, Sezione IV, settembre 2012
Sui casi in cui la traslazione di un edificio assume i caratteri della variazione essenziale

2012-10-07
75Consiglio di Stato, Sezione VI, settembre 2012
Le distanze prescritte (art. 873, c.c.) nell'interesse privato fra gli edifici, nonché fra questi ed i confini, sono derogabili con il consenso fra vicini

2012-10-07
76T.A.R. Lazio Roma, Sezione II Bis, settembre 2012
L’esistenza del vincolo va valutata al momento in cui deve essere valutata la domanda di condono

2012-10-07
77T.A.R. Lazio Roma, Sezione II Bis, settembre 2012
Sugli interventi di minore entità sulla facciata dell’edificio, come quello di apertura di una nuova finestra

2012-10-07
78Consiglio di Stato, Sezione IV, settembre 2012
Sull’atto di diniego di approvazione di un piano di lottizzazione adottato dal dirigente e non dall’organo politico

2012-10-07
79Consiglio di Stato, Sezione VI, settembre 2012
[A] Sulla derogabilità o meno per accordo tra privati delle norme degli strumenti urbanistici locali che impongono di mantenere le distanze fra fabbricati o di questi dai confini. [B] Nel condono edilizio l’onere della prova dell’ultimazione dei lavori grava sul richiedente la sanatoria

2012-10-07
80T.A.R. Emilia Romagna Bologna, Sezione II, settembre 2012
Sull’art. 152 del Codice dei beni culturali di cui al decreto legislativo 22 gennaio 2004, n. 42, secondo cui, “tenendo in debito conto la funzione economica delle opere già realizzate o da realizzare”, l’amministrazione “ha facoltà di prescrivere le distanze, le misure e le varianti ai progetti in corso d’esecuzione, idonee ad evitare pregiudizio ai beni protetti da questo Titolo

2012-10-07
81T.R.G.A. Bolzano, settembre 2012
[A] Sull’impugnazione da parte del terzo di una DIA. [B] Sulla concessione in sanatoria rilasciata senza che il Comune si fosse espresso sulla questione della servitù rappresentata dal vicino

2012-10-07
82Consiglio di Stato, Sezione VI, settembre 2012
Sulla possibilità o meno che il titolo edilizio sia compreso nella concessione demaniale

2012-10-07
83T.A.R. Lazio Roma, Sezione II Ter, settembre 2012
[A] Sulla configurabilità del silenzio assenso sull’istanza di rilascio del certificato di agibilità. [B] Sulla possibilità o meno che 22 appartamenti in categoria catastale A/2 possano ottenere il rilascio dell’agibilità per la destinazione turistico-ricettiva extra alberghiera a casa-vacanze. [C] Sulla possibilità o meno che l'utilizzo degli immobili a residenze turistiche e a case e appartamenti per vacanza comporti modifiche di destinazione d'uso ai fini urbanistici

2012-10-07
84Consiglio di Stato, Sezione IV, settembre 2012
[A] Dalla previsione della partecipazione di un ente ad un procedimento amministrativo, si deve evincere la sua legittimazione ad impugnare il provvedimento conclusivo ritenuto lesivo. [B] Nelle controversie attinenti alla realizzazione di interventi che incidono sul territorio devono ritenersi titolati all'impugnativa solo i soggetti che possono lamentare una rilevante e pregiudizievole alterazione del preesistente assetto urbanistico ed edilizio, per effetto della realizzazione dell'intervento controverso. [C] Sull’interesse a ricorrere del comune limitrofo che lamenti il mancato esperimento della procedura di VAS. [D] Sull’art. 41 bis della legge 17 agosto 1942 n. 1150 secondo cui “I professionisti incaricati della redazione di un piano regolatore generale o di un programma di fabbricazione possono, fino alla approvazione del piano regolatore generale o del programma di fabbricazione, assumere nell'ambito del territorio del Comune interessato soltanto incarichi di progettazione di opere ed impianti pubblici”. [E] La VAS non è configurata come un procedimento o un subprocedimento autonomo rispetto alla procedura di pianificazione

2012-10-05
85C.G.A.R.S., settembre 2012
Il divieto di ammissione di nuovi mezzi di prova in appello riguarda anche le prove c.d. precostituite

2012-10-05
86C.G.A.R.S., settembre 2012
Il sequestro non esclude di per sé la possibilità di procedere alla demolizione delle opere abusive; così come, per contro, non giustifica l’inerzia del privato sulla base del semplice rispetto delle esigenze probatorie e difensive che possono averlo determinato

2012-10-05
87Consiglio di Stato, Sezione IV, settembre 2012
[A] Sul crollo accidentale di una porzione di fabbricato, sottoposto ad interventi di restauro conservativo, che richiede la presentazione di una d.i.a. in variante per la ricostruzione della parte crollata, e sulla possibilità o meno che ciò non determini una diversa classificazione dell'intervento ove sia mantenuto lo stesso risultato finale. [B] Sulla legittimazione o meno in capo al professionista progettista all'impugnazione del diniego di concessione edilizia. [C] Spetta al soggetto, che chiede il rilascio della licenza di costruzione in sanatoria l'onere di dimostrare, anche a mezzo indizi di prova, il fatto che si sostiene e l'epoca del riscontrato abuso edilizio

2012-10-05
88T.A.R. Lazio Roma, Sezione II Ter, settembre 2012
Sull’ammissibilità del risarcimento del danno da ritardo confermata dall'intervenuto articolo 2 bis, comma 1, della legge n. 241 del 1990, introdotto dalla legge n. 69 del 2009

2012-10-05
89T.A.R. Toscana, Sezione II, settembre 2012
Il proprietario, ove non sia responsabile della violazione, non ha l'obbligo di provvedere direttamente alla bonifica

2012-10-05
90T.A.R. Calabria Catanzaro, Sezione I, settembre 2012
Nell’accertare le responsabilità del proprietario dell’area per fatti di contaminazione ambientale l’amministrazione deve verificare la sussistenza indizi gravi precisi e concordanti, principio estensibile anche al giudizio amministrativo

2012-10-05
91Consiglio di Stato, Sezione V, giugno 2012
[A] Nel processo amministrativo vale la regola che il ricorso deve essere diretto contro un solo provvedimento, id est appuntarsi su un determinato rapporto. [B] Sulla disapplicazione di una disposizione del regolamento edilizio da parte dell’Amministrazione in ossequio al principio della gerarchia delle fonti di diritto

2012-10-05
92T.A.R. Calabria Catanzaro, Sezione settembre 2012
[A] Sulla possibilità o meno di qualificare gli impianti di telecomunicazioni come "nuova costruzione". [B] Sui criteri localizzativi delle stazioni mobili recanti divieti di installazione su ospedali, case di cura e di riposo, scuole e asili nido

2012-10-05
93T.A.R. Campania Napoli, Sezione VII, settembre 2012
Al fine di configurare la responsabilità del proprietario di un'area per la realizzazione di una costruzione abusiva è necessaria la sussistenza di elementi in base ai quali possa ragionevolmente presumersi che questi abbia concorso

2012-10-05
94T.A.R. Puglia Lecce, Sezione I, settembre 2012
Sul risarcimento del danno da ritardo della pubblica amministrazione

2012-10-05
95T.A.R. Umbria, Sezione I, settembre 2012
Sulla sussistenza o meno dell'obbligo per il Comune di verificare il rispetto da parte dell'istante il titolo edilizio dei limiti privatistici qualora conosciuti

2012-10-05
96Consiglio di Stato, Sezione IV, settembre 2012
Sulla motivazione a supporto del diniego di sanatoria delle opere abusive che ricadono in zona soggetta a vincolo paesaggistico

2012-10-05
97T.A.R. Lazio Roma, Sezione II, settembre 2012
Sulla possibilità o meno che il carattere di “italianità” dell’esemplare costituisca una condizione imprescindibile affinché se ne possa imporre il trattenimento forzoso sul territorio nazionale ai sensi del D.lgs 42 del 2004

2012-10-05
98Consiglio di Stato, Sezione IV, settembre 2012
Quando il provvedimento è divenuto inoppugnabile, l’istanza di autotutela o di attivazione dei poteri di vigilanza in materia edilizia assume la sostanza di una richiesta di riesame della determinazione ormai definitivamente consolidatasi

2012-10-05
99T.A.R. Sicilia Palermo, Sezione II, settembre 2012
Le amministrazioni preposte alla tutela di beni di carattere ambientale/paesaggistico/culturale e storico-artistico (come in specie) possono far valere il loro "dissenso" solo ed unicamente all'interno della conferenza di servizi disciplinata dal D.lgs 259 del 2003

2012-10-05
100T.A.R. Campania Salerno, Sezione I, settembre 2012
Sull’organo competente all’emanazione dell’ordinanza di rimozione, recupero e smaltimento dei rifiuti e di ripristino dello stato dei luoghi, ai sensi dell’art. 192 d. lg. n. 152/2006

2012-10-05
101T.A.R. Umbria, Sezione I, settembre 2012
L’atto di volturazione, se non comporta la corresponsione di ulteriori contributi concessori rispetto a quelli fissati in occasione del rilascio del titolo originario, fa sì che tali oneri, per la parte non ancora adempiuta, si trasferiscono al subentrante

2012-10-05
102T.A.R. Puglia Lecce, Sezione I, settembre 2012
L’accordo sulla cessione dei beni assoggettati a espropriazione non può derogare a quanto previsto dall’art. 45 TU espropri e quindi non può essere autonomamente determinato dalle parti ai sensi dell’art. 11 l. 241/1990

2012-10-05
103T.A.R. Sardegna, Sezione II, settembre 2012
Sulla realizzazione di opere in attuazione di una d.i.a. che interessino anche il condominio

2012-10-05
104T.A.R. Sicilia Catania, Sezione I, settembre 2012
Sulla possibilità o meno che il proprietario di suoli ricompresi nel perimetro del Comune interessato dal P.R.G. possa impugnare le prescrizioni del piano medesimo, indipendentemente dalla loro concreta incidenza sul suolo in sua proprietà

2012-10-05
105T.A.R. Puglia Lecce, Sezione I, settembre 2012
Sulla necessità o meno dell’autorizzazione paesaggistica in caso di installazione di un impianto fotovoltaico sul lastrico solare di un edificio ed in quanto tale non visibile dal basso

2012-10-05
106T.A.R. Campania Salerno, Sezione I, settembre 2012
Sul condono edilizio e sul vincolo di inedificabilità in zona di rispetto stradale

2012-10-05
107T.A.R. Lazio Roma, Sezione II Bis, settembre 2012
Sulla nozione di centro abitato ai sensi del D.M. n. 1404/1968 in materia di rispetto delle distanze dal ciglio stradale

2012-10-05
108T.A.R. Puglia Lecce, Sezione I, settembre 2012
Sull'emissione di ordinanze contingibili ed urgenti per consentire il ricorso temporaneo a speciali forme di gestione dei rifiuti emesse in assenza del parere degli organi tecnici o tecnico-sanitari locali

2012-10-05
109T.A.R. Sicilia Catania, Sezione I, settembre 2012
Sull’ammissibilità o meno dell’istanza di accesso agli atti relativa al verbale con il quale la polizia ha attestato l’accesso ed il sopralluogo espletati su un immobile a seguito di segnalazione di abuso edilizio fatta da terzi

2012-10-02