Embed RSS
ISSN 2498-9916
Direttore: Avv. Francesco Barchielli
Articoli pubblicati

Articoli di Novembre 2016

NumeroArticoloData
1T.A.R. Valle d’Aosta, Aosta, Sezione Unica, novembre 2016
Lo stazionamento quotidiano su di un’area di mezzi e attrezzi per svolgere l’attività di imprenditore edile può ritenersi precario o contingente? Una simile circostanza può ritenersi compatibile con la destinazione ad area agricola della zona? Insomma, l’utilizzazione di un fondo come parcheggio può ritenersi compatibile con la destinazione agricola dello stesso?

2016-11-26
2T.A.R. Valle d’Aosta, Aosta, Sezione I, novembre 2016
Può il trascorrere del tempo far sorgere un legittimo affidamento in capo agli autori di un illecito edilizio?

2016-11-26
3T.A.R. Toscana, Firenze, Sezione I, novembre 2016
Lo status di proprietario incolpevole preclude all’amministrazione di richiedere al privato il rimborso delle spese sostenute per la bonifica eseguita d’ufficio sui siti oggetto di inquinamento?

2016-11-26
4T.A.R. Toscana, Firenze, Sezione I, novembre 2016
La destinazione a verde pubblico comporta l’imposizione di un vincolo espropriativo?

2016-11-26
5T.A.R. Toscana, Firenze, Sezione I, novembre 2016
[A] Le scelte effettuate dall'amministrazione nell'adozione degli strumenti urbanistici richiedono una motivazione puntuale e mirata laddove incidano su zone territorialmente circoscritte? Che rilevanza assumono in tale contesto il superamento degli standard minimi di cui al D.M. 2 aprile 1968, ovvero la lesione dell'affidamento del privato derivante da convenzioni di lottizzazione o accordi di diritto privato intercorsi con il Comune? L’esistenza di situazioni di aspettativa qualificata scaturente da strumenti attuativi già convenzionati costituisce una preclusione assoluta all’esercizio del potere di pianificazione territoriale? [B] Lo ius variandi di cui l’amministrazione gode rispetto alle previsioni urbanistiche legittima lo scioglimento dai vincoli eventualmente assunti mediante atti convenzionali?

2016-11-26
6T.A.R. Toscana, Sezione III, novembre 2016
[A] Sul regime di edilizia libera di cui all’art. 6 del D.P.R. 380 del 2001: che natura assumono gli eventuali pronunciamenti anticipati dell’ente in ordine alla ammissibilità degli interventi comunicati con CILA? [B] in materia di edilizia libera, a quali condizioni il privato può adire il giudice amministrativo affinché accerti la legittimità dell’intervento che intende realizzare?

2016-11-26
7T.A.R. Sardegna, Cagliari, Sezione II, novembre 2016
Quale grado di approfondimento motivazionale deve raggiungere l’ingiunzione di demolizione avente ad oggetto un manufatto rispetto al quale, nel tempo, siano stati ritualmente assentiti diversi interventi edilizi?

2016-11-26
8T.A.R. Puglia, Bari, Sezione III, novembre 2016
[A] Che rilievo assumono le qualificazioni giuridiche urbanistiche ed edilizie ai fini paesaggistici? [B] Il giudizio di compatibilità degli interventi edilizi con le esigenze di tutela ambientale consegue alla sola conformità dell’opera col contesto in cui la stessa si inserisce? Che rilevanza assume in merito il rispetto delle prescrizioni da osservare nella costruzione del manufatto?

2016-11-26
9T.A.R. Marche, Ancona, Sezione I, novembre 2016
La realizzazione della copertura dello spazio compreso tra l’accessorio e la costruzione principale, da destinare a deposito aperto, è qualificabile quale costruzione per il diretto svolgimento delle attività agricole?

2016-11-26
10T.A.R. Marche, Ancona, Sezione II, novembre 2016
[A] Sull’art. 3, lett. e-6, del testo unico n° 380/2001. [B] La mancata irrogazione di una sanzione pecuniaria in luogo di quella demolitoria è comportamento suscettibile di denotare contraddittorietà dell’azione amministrativa?

2016-11-26
11T.A.R. Marche, Ancona, Sezione I, novembre 2016
Sulla portata dell’art. 29 del DPR n. 380/2001: sul proprietario incolpevole dell’abuso edilizio incombe comunque un dovere di agire, per quanto in suo potere, al fine di eliminare le opere illecitamente realizzate?

2016-11-26
12T.A.R. Liguria, Genova, Sezione II, novembre 2016
In assenza di puntuale riscontro nell’elenco delle acque pubbliche, un impluvio naturale (o un breve rio) può essere assimilato ad un corso d’acqua e dunque incluso tra i beni demaniali?

2016-11-26
13T.A.R. Liguria, Genova, Sezione I, novembre 2016

[A] Il manufatto corrispondente appieno al comune significato del termine “porticato” ha per definizione una funzione decorativa o di riparo? [B] Sulle nozioni di “porticato”, “loggia aperta” e “loggia” (o “loggiato”)

2016-11-26
14T.A.R. Emilia Romagna, Bologna, Sezione II, novembre 2016
Che rilevanza probatoria assume la perizia giurata?

2016-11-26
15Consiglio di Stato, Sezione VI, novembre 2016
Sulle proposte di vincolo formulate prima (e anche molto prima) dell’entrata in vigore del d.lgs. n. 42/2004. Può ammettersi una tipologia di proposte di vincolo ante d.lgs. n. 42/2004 suscettibili di sopravvivenza?

2016-11-26
16Consiglio di Stato, Sezione VI, novembre 2016
Sulla procedimentalizzazione della dinamica amministrativa del condono introdotto dall’art. 32 del d.l. n. 269/2003: trascorsi circa otto anni dalla data nella quale il privato ha introdotto le domande di condono ai sensi della l.n. 326/2003, senza che nel frattempo il Comune abbia formulato rilievi critici formali ed espressi in ordine alle innovazioni apportate dallo stesso, è possibile ritenere corretto il comportamento dell’ente locale che, in fine, si esprima  nel senso della non sanabilità dell’immutazione edilizia (i.e., mero cambio di destinazione d’uso dei locali, da non abitativo ad abitativo)? Il fatto che il Comune abbia chiesto al privato integrazioni documentali a fini istruttori è sufficiente a far ritenere che l’ente locale abbia validamente tenuta “aperta” la pratica di condono nel corso degli anni?

2016-11-26
17Consiglio di Stato, Sezione IV, novembre 2016
In quale momento è possibile ritenersi concretizzato l’“inizio dei lavori”?

2016-11-26
18Consiglio di Stato, Sezione IV, novembre 2016
Sulla portata e i limiti del potere di pianificazione urbanistica: le scelte discrezionali dell’Amministrazione riguardo alla destinazione di singole aree necessitano di apposita motivazione? È configurabile un’aspettativa qualificata del privato ad una destinazione edificatoria così come individuata in precedenza?

2016-11-26
19Consiglio di Stato, Sezione IV, ottobre 2016
Sull’art. 31, nono comma, della legge 17 agosto 1942, n. 1150 in ordine all’impugnazione dei titoli edilizi: chi può essere considerato titolare di una posizione qualificata e differenziata?

2016-11-26
20Consiglio di Stato, Sezione IV, ottobre 2016
Sull’inclusione di un torrente fra le acque pubbliche: l’inclusione negli elenchi previsti dal testo unico delle disposizioni di legge sulle acque ed impianti elettrici, approvato con regio decreto 11 dicembre 1933, n. 1775 ha valore costitutivo della pubblicità solo per i “corsi d’acqua” di dimensioni minori o anche per i “fiumi” e i “torrenti”?

2016-11-26
21Corte di Cassazione, Sezione III Penale, ottobre 2016
Può l'apertura di "pareti finestrate" sulla facciata di un edificio senza il preventivo rilascio del permesso di costruire integrare il reato previsto dall'art. 44 del d.P.R. n. 380 del 2001?

2016-11-26
22Corte di Cassazione, Sezione II Civile, ottobre 2016
La previsione contenuta in un regolamento condominiale convenzionale di limiti alla destinazione delle proprietà esclusive deve essere ricondotta alla categoria delle servitù atipiche o a quella delle obbligationes propter rem? Che rilevanza assume tale qualificazione ai fini dell'opponibilità di tali limiti ai terzi acquirenti?

2016-11-26
23T.A.R. Calabria, Catanzaro, Sezione I, novembre 2016
Le eventuali limitazioni all’uso o all’occupazione di un fondo apposte con autorizzazione paesaggistica possono essere derogate o superate da una diversa previsione contenuta nella concessione demaniale?

2016-11-26
24T.A.R. Calabria, Catanzaro, Sezione I, novembre 2016
Sulla vicenda procedimentale di autorizzazione unica ex art. 12 d.lgs. 29 dicembre 2003 n. 387: può ritenersi legittima l’autorizzazione unica eventualmente adottata secondo l’assetto ordinario delle competenze ancorché in presenza di un dissenso qualificato ex art. 14 ter della legge n. 241/90?

2016-11-26
25T.A.R. Calabria, Catanzaro, Sezione I, novembre 2016
[A] Il provvedimento con cui viene ordinato il rilascio di area demaniale abusivamente occupata, adottata ex artt. 54 e 823 c.c., può ritenersi illegittimo allorché manchi di specifica indicazione dei manufatti “quanto a tipologia, dimensione, collocazione”? [B] Può ritenersi nullo per mancanza di oggetto il provvedimento che ordina il rilascio di area demaniale marittima senza chiarirne la demarcazione rispetto all’area patrimoniale disponibile, ma semplicemente facendo riferimento ai dati catastali?

2016-11-26
26T.A.R. Calabria, Catanzaro, Sezione I, novembre 2016
L’inserimento da parte del PAI (Piano per l'Assetto Idrogeologico) di porzioni del territorio in aree di rischio non elevato e, segnatamente, in aree di rischio medio può portare ad escludere che i comuni, sulla base degli studi in concreto condotti, possano prevedere una disciplina urbanistica che impedisca l’edificazione?

2016-11-26
27T.A.R. Calabria, Catanzaro, Sezione II, novembre 2016
In tema di opere abusive realizzate su suolo del demanio statale, l’ordine di ripristino dello stato dei luoghi deve essere preceduto da una “diffida non rinnovabile” nei confronti del responsabile dell’abuso?

2016-11-26
28T.A.R. Calabria, Catanzaro, Sezione II, novembre 2016
Il giudice amministrativo può procedere alla declaratoria dell’intervenuta abdicazione da parte dei privati al diritto di proprietà delle aree sulle quali è stata abusivamente realizzata l’opera pubblica a favore dell’ Amministrazione?

2016-11-26
29T.A.R. Abruzzo, L’Aquila, Sezione I, novembre 2016
Sulla nozione di volume tecnico, con particolare riferimento alle opere accessive ad un impianto di autolavaggio

2016-11-26
30T.A.R. Veneto, Venezia, Sezione III, novembre 2016
Il giudizio di valutazione di impatto ambientale si esaurisce in un mero giudizio tecnico?

2016-11-14
31T.A.R. Toscana, Firenze, Sezione III, novembre 2016
Quando le opere pertinenziali sono costruite in zona vincolata devono essere assentite con concessione edilizia?

2016-11-14
32T.A.R. Toscana, Firenze, Sezione II, novembre 2016
È possibile porre a carico del proprietario dell’area inquinata che non sia anche qualificabile come responsabile dell’inquinamento l’obbligo di porre in essere i necessari interventi di bonifica?

2016-11-14
33T.A.R. Lazio, Roma, Sezione I-Quater, novembre 2016
La circostanza che l’area su cui insistono gli illeciti edilizi sia sottoposta a sequestro preventivo costituisce motivo di illegittimità dell’ordine di demolizione?

2016-11-14
34T.A.R. Sicilia, Catania, Sezione II, novembre 2016
[A] Nell’ipotesi in cui sia stato rilasciato un condono edilizio per opere realizzate in un'area di valore paesaggistico, l’applicazione della sanzione ambientale prevista dall’art. 167 del decreto legislativo n. 42/2004 deve essere preceduta dalla comunicazione di avvio del procedimento? [B] Il pagamento dell’oblazione e il conseguente rilascio del titolo in sanatoria fanno venir meno il dovere dell’Amministrazione di applicare la sanzione ambientale prevista dall’art. 167 del decreto legislativo n. 42/2004?

2016-11-14
35T.A.R. Sicilia, Palermo, Sezione I, settembre 2016
L’art. 28 della l. n. 689/1981, secondo cui “il diritto a riscuotere le somme dovute per le violazioni amministrative punite con pena pecuniaria si prescrive nel termine di cinque anni dal giorno in cui è stata commessa la violazione” si applica pure agli illeciti amministrativi in materia urbanistica, edilizia e paesistica?

2016-11-14
36T.A.R. Sardegna, Cagliari, Sezione II, novembre 2016
Può la realizzazione di un solaio in legno, in parte utilizzabile come superficie calpestabile, essere qualificata come ristrutturazione edilizia?

2016-11-14
37T.A.R. Sardegna, Cagliari, Sezione II, novembre 2016
Sull'effetto decadenziale del mancato avvio dei lavori entro il termine annuale fissato dalla legge: la decadenza del permesso di costruire costituisce effetto automatico del trascorrere del tempo? Ci sono ipotesi nelle quali il termine di durata del permesso edilizio può ritenersi automaticamente sospeso?

2016-11-14
38T.A.R. Puglia, Lecce, Sezione III, ottobre 2016
La realizzazione di una veranda costituisce una trasformazione urbanistico-edilizia anche se di “modesta superficie”?

2016-11-14
39T.A.R. Liguria, Genova, Sezione I, novembre 2016
Sulla natura della responsabilità del proprietario di un fondo oggetto di abbandono indiscriminato di rifiuti da parte di ignoti

2016-11-14
40T.A.R. Liguria, Genova, Sezione II, novembre 2016
[A] Sulla libertà di apertura di nuovi esercizi commerciali sul territorio, con particolare riferimento alla pretesa urbanistica dell’amministrazione, sottesa ad una previsione di piano, di limitare l'insediamento di grandi strutture di vendita. [B] La regione può imporre con proprie norme oneri documentali ed attività supplementari alla procedura davanti allo sportello unico per le attività produttive?

2016-11-14
41T.A.R. Liguria, Genova, Sezione I, novembre 2016
La destinazione agricola di un suolo deve rispondere necessariamente all’esigenza di promuovere specifiche attività di coltivazione?

2016-11-14
42T.A.R. Liguria, Genova, Sezione I, novembre 2016
Può ritenersi corretta l’impostazione del piano regolatore che introduca previsioni di destinazione non edificatoria al fine di salvaguardare l’ambiente urbano ritenuto poco vivibile a causa delle costruzioni che lo caratterizzano? Che rilevanza può assumere a tal fine l’oggettivo errore contenuto negli atti relativamente alla vegetazione esistente in loco?

2016-11-14
43T.A.R. Liguria, Genova, Sezione I, novembre 2016
[A] La P.A. può considerare una serie di alberi alla stregua di un verde pubblico? [B] Può il piano comunale derogare a quelli provinciale o regionale quanto al livello minimo di protezione ambientale? Il medesimo piano comunale può determinarsi in senso più restrittivo sulla base di motivate ragioni ambientali?

2016-11-14
44T.A.R. Liguria, Genova, Sezione I, novembre 2016
[A] È ammissibile che la pianificazione urbanistica escluda l’ammissibilità di un progetto sotto profili che le amministrazioni dotate di competenza primaria abbiano invece assentito? [B] L’art. 9 l. 1221989, secondo il quale “I proprietari di immobili possono realizzare …parcheggi da destinare a pertinenza delle singole unità immobiliari, anche in deroga agli strumenti urbanistici ed ai regolamenti edilizi vigenti” può considerarsi principio generale della disciplina del governo del territorio?

2016-11-14
45T.A.R. Liguria, Genova, Sezione I, novembre 2016
[A] Quand’è che il concreto esercizio della amplissima discrezionalità del Comune in sede di pianificazione del territorio può essere censurato? [B] La scelta di piano regolatore generale può essere considerata illogica quando attribuisce "ex novo" una destinazione in aperta incoerenza con la situazione di fatto e con la destinazione urbanistica precedentemente attribuita? [C] Il sindacato del giudice amministrativo può spingersi sino alla sostituzione della previsione ritenuta illogica?

2016-11-14
46T.A.R. Liguria, Genova, Sezione I, novembre 2016
Può ritenersi legittima la prescrizione del Comune volta ad inibire una futura destinazione ad un fondo quando l’attività da sempre esercitata sullo stesso risulta definitivamente cessata? Insomma, la pianificazione sopravvenuta sul sedime di che trattasi è idonea a rendere illegittima la riattivazione di una attività d’impresa previamente cessata?

2016-11-14
47T.A.R. Lazio, Roma, Sezione II-Bis, novembre 2016
È legittima l’imposizione di un canone non ricognitorio a fronte della posa di cavi e tubi interrati sulla strada?

2016-11-14
48T.A.R. Lazio, Roma, Sezione I-Quater, novembre 2016
Sul potere inibitorio dell’Amministrazione in caso di opere assentibili mediante denuncia d’inizio attività

2016-11-14
49T.A.R. Lazio, Roma, Sezione I-Quater, novembre 2016
La S.C.I.A./D.I.A. costituisce un provvedimento amministrativo a formazione tacita dando luogo ad un titolo costitutivo? Sulla tutela del terzo controinteressato

2016-11-14
50T.A.R. Lazio, Roma, Sezione II-Ter, novembre 2016
Sull’autorizzazione ad avvalersi di vie di fumo diverse da quelle tradizionali. L’affermazione del principio secondo il quale la canna fumaria deve sovrastare di una certa distanza il colmo dell’edificio vicino, può portare a pretendere un’altezza superiore a quella anche del più alto grattacielo confinante?

2016-11-14
51T.A.R. Lazio, Roma, Sezione II-Bis, novembre 2016
Sulla rinuncia abdicativa del diritto di proprietà da parte del proprietario del fondo espropriato: a questa consegue automaticamente l'acquisto della proprietà del fondo da parte dell'Amministrazione?

2016-11-14
52T.A.R. Friuli Venezia Giulia, Trieste, Sezione I, novembre 2016
La nozione di "ampliamento" non assurge ad autonoma tipologia di intervento edilizio, ma confluisce nel genus di "nuova costruzione"

2016-11-14
53T.A.R. Friuli Venezia Giulia, Trieste, Sezione I, novembre 2016
Il superamento del termine di conclusione del procedimento sanzionatorio determina la prescrizione del potere di repressione degli illeciti edilizi?

2016-11-14
54T.A.R. Emilia Romagna, Bologna, Sezione I, novembre 2016
Sul titolo edilizio necessario per la costruzione degli abbaini

2016-11-14
55Consiglio di Stato, Sezione VI, novembre 2016
Sul coinvolgimento coatto del proprietario di un'area inquinata nelle attività di rimozione, prevenzione e messa in sicurezza di emergenza

2016-11-14
56Consiglio di Stato, Sezione V, novembre 2016
Può l’amministrazione autorizzare la realizzazione di un impianto di distribuzione carburante senza la previa redazione del piano particolareggiato richiesto per la zona dal PRG?

2016-11-14
57Consiglio di Stato, Sezione IV, novembre 2016
È possibile affermare, con riferimento all’esecuzione di lavori senza il necessario titolo abilitativo, che i poteri dell'autorità amministrativa e del giudice chiamato a conoscere del loro esercizio siano condizionati dal giudicato penale assolutorio?

2016-11-14
58T.A.R. Valle d’Aosta, Aosta, Sezione Unica, novembre 2016
L’inizio dei lavori edilizi si può considerare sempre idoneo a fornire piena prova dell'esistenza e della lesività dei relativi titoli abilitativi in capo al vicino?

2016-11-14
59T.A.R. Abruzzo, L’Aquila, Sezione I, novembre 2016
[A] Cosa deve fare il comune adito per il rilascio di un titolo edilizio allorché sussista un dissidio fra proprietari perché le opere di cui si chiede il condono incidono sul diritto di alcuni di essi? [B] L’istituto del condono può ritenersi applicabile alle ipotesi in cui l'abuso sia realizzato dal singolo condomino su aree comuni in assenza di elementi di prova circa la volontà degli altri comproprietari?

2016-11-14
60Consiglio di Stato, Sezione IV, novembre 2016
Ai fini del rilascio del condono, che rilevanza assume la circostanza che sul fabbricato sia stato apposto un vincolo dopo l’originaria richiesta di sanatoria presentata dal precedente proprietario dell’immobile? A quale momento deve essere riferita la pronuncia da parte dell’Autorità preposta alla tutela di tale vincolo?

2016-11-14
61T.A.R. Umbria, Perugia, Sezione I, ottobre 2016
Il limite temporale specificatamente stabilito dagli artt. 16, comma 5, e 17 della l. n. 1150/1942 per i piani particolareggiati è suscettibile di deroga per accordo tra le parti?

2016-11-11
62T.R.G.A. Trentino Alto Adige, Bolzano, Sezione Unica, novembre 2016
[A] L’azione volta alla declaratoria di insussistenza o diversa entità del debito contributivo per oneri di urbanizzazione può essere intentata a prescindere dall'impugnazione o esistenza degli atti con cui viene richiesto il pagamento? [B] Sulla possibilità di rideterminazione degli oneri concessori da parte dell'Amministrazione comunale

2016-11-11
63T.A.R. Toscana, Firenze, Sezione III, novembre 2016
I parcheggi disciplinati dalla legge “Tognoli” possono essere realizzati solamente all’interno delle aree urbane?

2016-11-11
64T.A.R. Toscana, Firenze, Sezione III, novembre 2016
L’art. 3 del DM del 5 luglio 1975 che prevede che l'alloggio monostanza, per una persona, deve avere una superficie minima, comprensiva dei servizi, non inferiore a mq. 28, e non inferiore a mq. 38, se per due persone, può essere considerata derogabile in considerazione di quanto previsto dall’art. 35 comma 20, della L. 47/85?

2016-11-11
65T.A.R. Toscana, Firenze, Sezione III, novembre 2016
Quali requisiti devono ricorrere ai fini della esenzione prevista dall’art. 16 comma 1 del d.p.r. 380 del 2001? È sufficiente, a tal fine, che l’opera sia consentita dal p.r.g. o è invece necessario che il piano regolatore ne preveda la localizzazione in una zona destinata alle infrastrutture essenziali?

2016-11-11
66T.A.R. Toscana, Firenze, Sezione III, novembre 2016
Sul regime sanzionatorio di cui all’art. 200 della legge regionale Toscana n. 65 del 2014; una tettoia aperta su due lati e per il resto appoggiata a muri preesistenti può essere inquadrata nella nozione giuridico-edilizia di “pertinenza”?

2016-11-11
67T.A.R. Sicilia, Palermo, Sezione II, ottobre 2016
[A] La destinazione a “Viabilità di progetto” può essere qualificata come previsione sostanzialmente espropriativa? [B] Nell’ipotesi in cui un terreno sia rimasto privo di regolamentazione a causa della decadenza dei vincoli di natura espropriativa, può il proprietario presentare un’istanza volta a ottenere l’attribuzione di una nuova destinazione urbanistica? [C] La decadenza dei vincoli espropriativi precedentemente in vigore comporta necessariamente che l’area debba conseguire la destinazione urbanistica edificatoria?

2016-11-11
68T.A.R. Sicilia, Palermo, Sezione III, novembre 2016
[A] Di quale margine di discrezionalità dispone l’Amministrazione rispetto alle zone sottoposte a vincolo idrogeologico? [B] La conformazione dello jus aedificandi può discendere solo dalla normativa di carattere urbanistico-edilizio?

2016-11-11
69T.A.R. Sicilia, Palermo, Sezione III, novembre 2016
La presentazione di una istanza di sanatoria edilizia rende di per sé inefficace il provvedimento sanzionatorio pregresso?

2016-11-11
70T.A.R. Sicilia, Palermo, Sezione I, ottobre 2016
[A] L’indennità prevista per abusi edilizi in zone soggette a vincoli paesaggistici può considerarsi una vera e propria sanzione amministrativa? [B] Quale data occorre assumere quale dies a quo per la prescrizione della sanzione amministrativa conseguente alla realizzazione di abusi edili?

2016-11-11
71T.A.R. Sardegna, Cagliari, Sezione II, ottobre 2016
Sui limiti applicativi della legge Tognotti; cosa bisogna intendere per costruzione interrata?

2016-11-11
72T.A.R. Puglia, Lecce, Sezione I, ottobre 2016
[A] Il titolo edilizio idoneo all’effettuazione dei lavori di adeguamento igienico-sanitario può essere richiesto anche da soggetti diversi dal proprietario? [B] Sulla legittimazione del conduttore a richiedere titoli edilizi

2016-11-11
73T.A.R. Puglia, Lecce, Sezione I, ottobre 2016
Sull’entrata in vigore dell’art. 31 decreto Salva-Italia e sui relativi effetti rispetto alla libertà di apertura di nuovi esercizi commerciali sul territorio senza contingenti, limiti territoriali o altri vincoli di qualsiasi altra natura

2016-11-11
74T.A.R. Puglia, Lecce, Sezione I, ottobre 2016
Sugli artt. 252 e 242 del d.lgs. n. 152/2006 e sulle competenze dalle stesse norme attribuite al Ministero ed alle amministrazioni provinciali; a quale ente spetta l’adozione di misure di prevenzione e di messa in sicurezza d'emergenza rispetto a siti di interesse nazionale?

2016-11-11
75T.A.R. Molise, Campobasso, Sezione I, ottobre 2016
Sulla prova circa il tempo di ultimazione delle opere edilizie

2016-11-11
76T.A.R. Marche, Ancona, Sezione II, ottobre 2016
Può il notevole periodo di tempo trascorso tra la commissione dell’abuso e le misure repressive costituire indice sintomatico di un legittimo affidamento in capo al privato? Orientamenti a confronto

2016-11-11
77T.A.R. Lombardia, Milano, Sezione IV, novembre 2016
L’accertamento della compatibilità paesaggistica può essere effettuato con esito positivo solo nelle ipotesi tassativamente indicate dalla legge?

2016-11-11
78Consiglio di Stato, Sezione VI, novembre 2016
Sulla corretta interpretazione da dare all’art. 19 della legge n. 241 del 1990 con riferimento al termine entro cui l’amministrazione può, su denuncia del terzo, esercitare il potere inibitorio rispetto alle opere realizzate con s.c.i.a.; sulle questioni – non risolte dal legislatore – relative al tempo dell’azione esperibile dal terzo e al tipo di potere che il terzo stesso può “sollecitare”

2016-11-11
79Consiglio di Stato, Sezione IV, novembre 2016
È legittimo il diniego di concessione edilizia (nella specie, in sanatoria) in assenza del parere della commissione edilizia comunale, qualora tale diniego si basi esclusivamente su ragioni giuridiche?

2016-11-11
80Consiglio di Stato, Sezione IV, novembre 2016
Quali caratteristiche deve avere un’opera edilizia affinché possa essere annoverata nella nozione di pertinenza?

2016-11-11
81T.A.R. Campania, Napoli, Sezione II, novembre 2016
L’ordine di demolizione riferito ad un organismo edilizio autonomamente utilizzabile e realizzato in assenza di titolo autorizzativo deve contenere una specifica motivazione che dia conto della valutazione delle ragioni di interesse pubblico sottese alla determinazione assunta o della comparazione di quest'ultimo con gli interessi privati coinvolti e sacrificati?

2016-11-11
82T.A.R. Campania, Napoli, Sezione II, novembre 2016
Che rilievo assume ai fini del conseguimento della concessione in sanatoria per silenzio-assenso l’inottemperanza alla richiesta di integrazione documentale formulata dalla pubblica amministrazione?

2016-11-11
83T.A.R. Campania, Napoli, Sezione II, novembre 2016
Sull’art. 34, comma 2, del D.P.R. n. 380/01: l’amministrazione può esercitare d’ufficio la facoltà d’irrogare una sanzione pecuniaria in luogo di quella della demolizione? Tale facoltà è esercitabile nel caso di sopraelevazione abusiva eseguita in totale difformità dal titolo o comunque in assenza del medesimo?

2016-11-11
84T.A.R. Campania, Napoli, Sezione III, ottobre 2016
In quali casi si ha ristrutturazione edilizia e quali sono le differenze rispetto alla manutenzione straordinaria?

2016-11-11
85T.A.R. Campania, Napoli, Sezione VIII, ottobre 2016
Sul presupposto richiesto dall’art. 36 DPR 380/2001 per poter conseguire il permesso di costruire in sanatoria per opere realizzate senza il previo rilascio del necessario titolo edilizio?

2016-11-11
86T.A.R. Campania, Napoli, Sezione III, ottobre 2016
Sull’art. 39 della L. n. 724 del 1994 e sul limite dallo stesso posto per l’individuazione degli immobili oggetto di sanatoria

2016-11-11
87T.A.R. Campania, Napoli, Sezione IV, ottobre 2016
Può verificarsi che in una zona territoriale omogenea sia compresa più di una destinazione di P.R.G.?

2016-11-11
88T.A.R. Calabria, Catanzaro, Sezione II, novembre 2016
Sulla valutazione di incidenza ambientale: quale ampiezza ha in tale materia il sindacato del giudice amministrativo?

2016-11-11
89T.A.R. Friuli Venezia Giulia, Sezione I, novembre 2016
Sull’inammissibilità del ricorso collettivo per difetto del requisito dell’omogeneità degli interessi fatti valere dai singoli ricorrenti

2016-11-10