Rivista giuridica di urbanistica ed edilizia. ISSN 2498-9916     Direttori:  Avv. Francesco Barchielli,   Avv. Federico Faldi  e  Dott.ssa Ilaria Mannelli


T.A.R. Sicilia, Catania, Sezione III, 18 febbraio 2022
Autore: Dott. Ilaria Mannelli - Pubblicato il 3 marzo 2022

In ordine alla illegittimità di un provvedimento che subordini l'istallazione di una piattaforma elevatrice per abbattimento di barriere architettoniche alla comprovata fruizione della stessa da parte di un disabile residente nell'edificio, stante la ratio della normativa diretta al perseguimento di finalità di carattere pubblicistico.

Ed invero, secondo il consolidato orientamento giurisprudenziale, dal quale il Collegio non ravvisa ragioni per discostarsi, la normativa in materia di abbattimento delle barriere architettoniche (artt. ****

e ss. del d.p.r. n. 380/2001, nei quali è confluita la legge n. 13/1989) costituisce espressione di un principio di solidarietà sociale e...

Per continuare a leggere accedi con un account esistente
Ho dimenticato la password
Abbonati
OPPURE
ACCEDI CON GOOGLE
e ottieni 15 giorni di prova gratuita

Editrice: Presslex della Dott.ssa Chiara Morocchi
Iscritta all'Ordine dei Giornalisti Pubblicisti di Firenze
Via Dante Alighieri 17 - Castelfranco
c.a.p. 52026 Castelfranco Piandiscò (AR)
C.F. MRCCHR73E67D583D - P.I. 02124850518
Email: redazione@urbanisticaitaliana.it - PEC: presslex@pec.it

Base ad un'interpretazione costituzionalmente orientata l'intervento deve, motoria ridotta e comunque indipendentemente dall'effettiva utilizzazione, nell'interesse generale l'accessibilità agli edifici di conseguenza in. abbattimento delle barriere architettoniche costituisce espressione di, ed invero secondo il consolidato orientamento giurisprudenziale, già di accordare diritti personali ed intrasmissibili. finalità di carattere pubblicistico volte a favorire, quanto tale è pertanto illegittimo il provvedimento, trattandosi di garantire diritti fondamentali e non. che subordini l'istallazione di un ascensore alla, un principio di solidarietà sociale e persegue, dell'opera da parte di portatori di handicap. comprovata fruizione da parte di un disabile, essere consentito anche quando si tratti di, per discostarsi la normativa in materia di. dal quale il collegio non ravvisa ragioni, persone anziane o che hanno una capacità, a titolo di concessione al disabile in. residente nell'edificio.