Rivista giuridica di urbanistica ed edilizia. ISSN 2498-9916     Direttori:  Avv. Francesco Barchielli,   Avv. Federico Faldi  e  Avv. Gherardo Lombardi


Convegno. Piano paesaggistico regionale
Autore: francesco - Pubblicato il 28 novembre 2007
Firenze 3 dicembre 2007. Contributi e apporti collaborativi dei comuni toscani e delle comunità montane per la formazione del piano e per la condivisione dei suoi contenuti
In collaborazione con
Regione Toscana
Uncem Toscana

Firenze Auditorium della Cassa di Risparmio di Firenze
Via Folco Portinari, 5R
Lunedi' 3 dicembre 2007
Ore 9,30



In sede di approvazione del Piano di Indirizzo Territoriale (varato dal consiglio Regionale il 24.07.2007) è stato integrato il disciplinare di attuazione dell’intesa tra la Regione Toscana e il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, che prevede le modalità attuative dell’implementazione della disciplina paesaggistica contenuta nel P.I.T.

Tale implementazione conferirà allo statuto del P.I.T. la valenza di vero e proprio Piano Paesaggistico Regionale, ai sensi del Codice dei beni culturali e del Paesaggio.

Come previsto dal citato disciplinare è necessaria un’intensa collaborazione fra gli enti territoriali, e di questi con le Soprintendenze, per trasferire i contenuti attuali del P.I.T. ad un livello più vicino al territorio e comunque per individuare, in modo certo e concretamente, gli elementi strutturali del paesaggio, i valori paesaggistici da tutelare e gli ambiti di applicazione degli obiettivi di qualità.

In questo quadro - anche in funzione dell'organizzazione delle future commissioni sovracomunali per il paesaggio (di cui all'art. 148 del Codice) e della successiva gestione del Piano Paesaggistico - è fondamentale l'apporto propositivo dei comuni toscani e delle comunità montane per dar vita ad uno strumento rispondente alla effettiva realtà del territorio, capace di garantire concretamente la tutela attiva e la valorizzazione del paesaggio, ed al tempo stesso efficace e gestibile nelle sue modalità applicative.

La giornata ha lo scopo di analizzare le problematiche connesse all'attuale regime vincolistico ed alla sua gestione (in vista del suo superamento), di individuare le più idonee modalità e forme di coinvolgimento dei comuni e delle comunità montane nel processo di formazione del Piano Paesaggistico, nonché di definire in termini generali un programma di lavoro condiviso.

A questo primo incontro generale faranno seguito ulteriori incontri a livello locale - con riferimento agli ambiti paesaggistici individuati dal PIT e con finalità più operative - da definirsi in accordo con la Regione Toscana.

SCARICA IL PROGRAMMA

Non è stato ancora postato nessun commento