Sottoscrivi Feed RSS   Pagina Facebook ISSN 2498-9916
Urbanisticaitaliana.it
[Online]
   Pagina iniziale

Direttore: Avv. Francesco Barchielli    Visualizza il profilo di Francesco Barchielli su LinkedIn

      
Sentenze e Articoli
· Per argomento
· Motore di ricerca
· Norme regionali
· Voci libere

La Rivista
· Obiettivi della Rivista
· Redazione
· Contatti
· Studio Legale

Abbonamenti
· Abbonamenti

Consulenza Legale
· Richiedi un parere

Formulazione Quesiti
· Quesiti Urbanistica

AppaltieRiserve.it


RIVISTA DI URBANISTICA. MESE DI GENNAIO 2016 (Anno XIII - Numero 1)

MOTORE DI RICERCA
(Una Banca Dati della Rivista di Urbanistica di oltre 12.000 voci in materia di urbanistica ed edilizia)
RICHIEDI UN PRIMO CONTATTO ARGOMENTI
ABBONAMENTI MESI PRECEDENTI
Telefono: 339 3400116 Fax: 055 5609352

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

INFORMATIVA SULL'USO DI COOKIES
Se l'utente non modifica le impostazioni del browser presta consenso alla navigazione tramite cookies. Per saperne di più


GIURISPRUDENZA E ARTICOLIIN EVIDENZA
T.A.R. Toscana, Sezione III, gennaio 2016
Argomenti trattati: Sanzioni edilizie per abusi
[A] Che rilevanza assume l'art. 21 octies della legge 7 agosto 1990, n. 241 (aggiunto dall'art. 14 della legge 11 febbraio 2005, n. 15) nella valutazione della legittimità del provvedimento di demolizione non preceduto dalla comunicazione di avvio del procedimento laddove quest’ultimo fosse già in corso o già definito alla data di entrata in vigore della predetta legge n. 15/2005? Tale ultima norma ha natura sostanziale o processuale? [B] L’esatta indicazione della superficie occupata e dell'area di sedime che, in caso di inottemperanza all’ingiunzione di demolizione, sarà gratuitamente acquisita al patrimonio comunale, è contenuto necessario dell’ingiunzione?
Corte di Cassazione, Sezione VI Civile, gennaio 2016
Argomenti trattati: Varie
Sul carattere di lusso di un’abitazione: precisazioni sui presupposti richiesti a tal fine dall’art. 5 DM 2.8.1969
T.A.R. Molise, Sezione I, gennaio 2016
Argomenti trattati: Procedimento amministrativo
Sull’onere motivazionale nascente a carico dell’Amministrazione ex art. 10-bis, l. n. 241/1990: che rilevo assume in tale contesto la “articolata serie di rilievi fotografici della zona in cui l’intervento dovrebbe essere realizzato” e l’affermazione “che l’area interessata dal progetto si colloca in un contesto densamente urbanizzato che vede la presenza, accanto a costruzioni di dimensioni contenute, di altre aventi dimensioni che non sembrerebbero dissimili da quella che si intenderebbe realizzare, in un quadro di insieme che non rende agevole il rinvenimento di un unico stile tradizionale”?
T.A.R. Veneto, Sezione III, gennaio 2016Sulla fase di “screening VIA”: a che tipo di sindacato giurisdizionale è sottoposta l'attività mediante la quale l'amministrazione provvede alle valutazioni poste alla base della verifica di assoggettabilità della VIA?
T.A.R. Lazio, Sezione II-Quater, gennaio 2016
Argomenti trattati: Barriere architettoniche
Sull'eliminazione ed il superamento delle barriere architettoniche e sull’accessibilità degli edifici: può l’installazione di un ascensore in un edificio multipiano - nell’ottica dell’eliminazione delle barriere architettoniche dell’intero edificio - prevedere fermate ad un solo piano e comportare una riduzione od una compressione dell’accessibilità agli altri appartamenti ed agli spazi comuni?
T.A.R. Liguria, Sezione I, gennaio 2016
Argomenti trattati: Varie
Sulla nozione di “arredo urbano” di cui al d.P.R. n. 139/2010
Consiglio di Stato, Sezione III, gennaio 2016La destinazione di un’opera alla difesa militare richiede sempre una manifestazione di volontà del Ministero dei lavori pubblici?
T.A.R. Lazio, Latina, Sezione I, gennaio 2016[A] La scadenza dei termini finali fissati dalla dichiarazione di pubblica utilità per il compimento delle espropriazioni e dei lavori travolge anche il provvedimento che autorizza l’occupazione dell’immobile privato, risultando quest’ultimo, affetto da carenza di potere per il periodo eccedente l’indicata scadenza? [B] Può l’istituto dell’occupazione acquisitiva od appropriativa ritenersi ormai espunto dall’ordinamento giuridico? [C] Quale vizio colpisce il provvedimento d’occupazione d’urgenza nel caso in cui il decreto di esproprio manchi (o sia tardivo, giacché emesso dopo la scadenza di una valida dichiarazione di pubblica utilità)?
T.A.R. Campania Napoli, Sezione III, gennaio 2016
Argomenti trattati: Sanzioni edilizie per abusi
[A] Può la risalente epoca di realizzazione di un'opera determinare, di per sé, il non assoggettato al previo rilascio della concessione edilizia? [B] In caso di abusivismo edilizio, sussiste a carico del Comune l'onere di verificare la sanabilità dell'opera prima di emettere una ordinanza di demolizione?
T.A.R. Lazio, Latina, Sezione I, gennaio 2016Può l’amministrazione invocare l’art. 940 c.c. ai fini dell’acquisto della proprietà del bene abusivamente occupato? Che rilievo può assumere a tal fine la specificazione o il grave nocumento derivante all’interesse pubblico dalla restituzione dell’area che priverebbe la collettività di un’opera ormai completata e funzionante?
T.A.R. Umbria, Sezione I, gennaio 2016
Argomenti trattati: Pianificazione Piano regolatore
[A] Il ricorso diretto all’annullamento di strumenti di pianificazione urbanistica o sue varianti deve essere notificato anche nei confronti della Regione, ovvero dell’ente delegato? Precisazioni sullo speciale procedimento delineato da prima con l’abrogato art. 5 del d. P.R. 447/1998 e poi con l’art. 10 del d. P.R. 160 del 2010. [B] Sul concetto di “attività produttive” e sul suo ambito applicativo
Corte di Cassazione, Sezione III Penale, dicembre 2015
Argomenti trattati: Penale e reati edilizi
[A] La natura precaria di un manufatto può essere desunta dalla temporaneità della destinazione dell'opera come attribuitale dal costruttore? Il fatto che l'opera sia adibita abitualmente al ricovero degli animali (pollaio) esclude, di per sé, la natura precaria della stessa? [B] La causa di non punibilità per la particolare tenuità del fatto di cui all’art. 131-bis c.p. è applicabile alle contravvenzioni relative agli abusi edilizi aventi natura di reato permanente? [C] Può la declaratoria di estinzione del reato per prescrizione prevalere sull'esclusione della punibilità per particolare tenuità del fatto di cui all'art. 131-bis c.p.?
T.A.R. Calabria Catanzaro, Sezione I, gennaio 2016[A] Sul canone per l’occupazione di spazi ed aree pubbliche di cui all’art. 63 del d.lgs. n. 446 del 1997. [B ] Ai fini della determinazione della tariffa agevolata di cui all’art. 63 del d.lgs. n. 446 del 1997 deve prendersi in considerazione soltanto lo svolgimento di attività rientranti nella nozione di pubblico servizio ovvero anche quello di attività strumentali ai servizi medesimi? Che rilevanza assume in tale contesto il regolamento di cui all’art. 52 del medesimo d.lgs. che imponga di considerare i soli pubblici servizi?
Corte di Cassazione, Sezione III Penale, dicembre 2015
Argomenti trattati: Vincolo paesaggistico
In tema di reati ambientali, il positivo accertamento di compatibilità paesaggistica dell'abuso edilizio eseguito in zona vincolata esclude di per sé la punibilità del reato di pericolo di cui all'art. 181, comma 1 -bis, D.Lgs. 22 gennaio 2004, n. 42?
Consiglio di Stato, Sezione VI, gennaio 2016
Argomenti trattati: Permesso di costruire
Sui presupposti necessari alla volturazione del permesso di costruire, e, in particolare, sui criteri di verifica del possesso dei requisiti soggettivi dell’istante
Consiglio di Stato, Sezione VI, gennaio 2016
Argomenti trattati: Mutamento di destinazione d'uso
Può ritenersi legittimo il provvedimento che presuppone una piena assimilazione fra il mutamento di destinazione d’uso e la realizzazione di una variazione essenziale in quanto tale?
Consiglio di Stato, Sezione IV, gennaio 2016Il “favor” espresso dal legislatore per la realizzazione di impianti energetici da fonte rinnovabile è, in sé, espressione di un interesse pubblico in assoluto prevalente sugli altri che con lo stesso possano venire in conflitto? Che rilievo assumono in tale contesto la protezione degli habitat e della flora e della fauna selvatiche?
T.A.R. Calabria, Reggio Calabria, gennaio 2016
Argomenti trattati: Sanzioni edilizie per abusi
[A] I provvedimenti di accertamento dell'inottemperanza all'ordine di demolizione e quello successivo di acquisizione gratuita al patrimonio comunale delle opere abusive e dell'area di sedime sono impugnabili autonomamente? [B] Può il provvedimento di acquisizione del sedime al patrimonio comunale essere pronunciato nei confronti di chi non sia stato destinatario dell'ordine di demolizione?
T.A.R. Campania, Salerno, Sezione I, gennaio 2016Quali sono i presupposti affinché il dissenso di cui all’art. 14 ter l. n. 241 del 1990, possa essere ritenuto validamente espresso all’interno della conferenza dei servizi? Precisazioni, in particolare, con riferimento al particolare ambito della tutela ambientale
T.A.R. Campania, Salerno, Sezione I, gennaio 2016
Argomenti trattati: Vincolo paesaggistico
[A] Sul modello procedimentale delineato dall'art. 146 del D.Lgs. n. 42 del 2004. [B] Sugli obblighi motivazionali cui deve sottoporsi la Soprintendenza per evitare che il giudizio di compatibilità paesaggistica si trasformi nell'esercizio di un insindacabile arbitrio
T.A.R. Campania, Salerno, Sezione I, gennaio 2016
Argomenti trattati: Sanzioni edilizie per abusi
Sull’esatta distribuzione dell’onere della prova in caso di edificazione di manufatti che si assume precedente al 1967
T.A.R. Campania Napoli, Sezione II, gennaio 2016Può l’annullamento d'ufficio, ancorché in materia di titoli edilizi, essere disposto per la sola esigenza di ristabilire la legalità dell'azione amministrativa? Che rilievo assumono, a tal fine, l’affidamento ingenerato in capo agli interessati ed il notevole lasso di tempo trascorso tra il rilascio del permesso di costruire e il suo annullamento in autotutela?
T.A.R. Campania Napoli, Sezione III, gennaio 2016
Argomenti trattati: Giustizia amministrativa
[A] Sulla posizione del “soggetto che ha un interesse qualificato a difendere la propria posizione giuridica di titolare di un diritto di proprietà”: è ammissibile il ricorso proposto contro un atto di annullamento in autotutela di un permesso di costruire in sanatoria, non notificato al soggetto confinante autore dell’esposto in seguito al quale il Comune ha avviato il meccanismo di verifica e il procedimento di autotutela? [B] La pretermissione del controinteressato è suscettibile di essere sanata, per effetto dell’intervento ad opponendum dallo stesso spiegato?
T.A.R. Emilia Romagna Bologna, Sezione I, gennaio 2016
Argomenti trattati: Vincolo storico artistico
Quali interventi concernenti gli immobili di interesse storico e artistico devono essere affidati alla specifica professionalità dell’architetto, e quali invece restano nella competenza dell’ingegnere civile?
T.A.R. Friuli Venezia Giulia, Sezione I, gennaio 2016Sulla prestazione di garanzie riferite al periodo di post gestione delle discariche: può quest’ultima essere estesa anche a discariche già chiuse, ovvero per le quali nulla si disponga in merito al Piano di adeguamento?
T.A.R. Lazio Latina, Sezione I, gennaio 2016[A] Quali sono le strade che, secondo la giurisprudenza, la P.A. può seguire -nell’ipotesi dell’utilizzazione senza titolo di un dato bene per scopi di pubblico interesse- per pervenire alla legittima apprensione del bene? [B] Sulla pluralità dei rimedi elaborati dalla giurisprudenza amministrativa in relazione all’occupazione abusiva di terreni per reagire all’inerzia della P.A. autrice dell’illecito
T.A.R. Lombardia Milano, Sezione III, gennaio 2016[A] Come va intesa la dizione secondo la quale, in materia di tutela dell’ambiente, lo Stato stabilisce “standard minimi di tutela”? [B] Può la normativa regionale, almeno nelle more della definizione dei criteri statali, imporre divieti generali di “realizzazione e utilizzo di determinati impianti su tutto il territorio regionale”? [C] Alle Regioni è consentito introdurre un limite di localizzazione delle discariche, legato alla saturazione del territorio, come il Fattore di Pressione?
T.A.R. Lombardia Milano, Sezione II, gennaio 2016
Argomenti trattati: Piano regolatore
[A] Sui presupposti necessari e sufficienti a comprovare la sussistenza della legittimazione e dell'interesse a ricorrere per il caso in cui oggetto di impugnazione sia un titolo che abiliti immediatamente all'edificazione. [B] Come devono qualificarsi, di regola, le varianti comportanti una riduzione del volume rispetto al progetto originariamente assentito?
T.A.R. Toscana, Sezione III, gennaio 2016Ove gli interventi edilizi ricadano in zona assoggettata a vincolo paesaggistico, può il carattere pertinenziale dei manufatti oggetto della istanza di condono ostare alla irrogazione dell’ordine di rimessione in pristino?
T.R.G.A. Trento, Sezione Unica, gennaio 2016
Argomenti trattati: Ristrutturazione edilizia
Sull’apertura di finestre su area di proprietà comune e indivisa tra le parti: quali limiti incontra tale facoltà?
T.R.G.A. Trento, Sezione Unica, gennaio 2016A fronte dell’istanza con cui il privato sollecita l’amministrazione all’annullamento e/o la revoca in autotutela della concessione in sanatoria, sorgere in capo a quest’ultima un obbligo di provvedere? Il silenzio serbato su una richiesta di tal fatta è configurabile come inadempimento?
T.A.R. Friuli Venezia Giulia, Sezione I, gennaio 2016
Argomenti trattati: Accesso agli atti
Ai sensi dell’articolo 22, comma 1, lettera a), L. n. 241/1990, il diritto di accesso comprende sia la visione, sia l’estrazione di copia del documento amministrativo e l’impedimento all’accesso si effettua, ai sensi dell’articolo 24 L. n. 241/1990, nelle forme dell’esclusione o del differimento, e non anche del divieto di estrazione di copia
Corte europea dei diritti dell’uomo, Sezione IV, ottobre 2015[A] Applicando i principi giurisprudenziali elaborati sulla c.d. espropriazione indiretta, a quale momento si deve far risalire la perdita della proprietà? Alla realizzazione dell’opera pubblica, ovvero, alla decisione giudiziaria definitiva sul punto? [B] Sui criteri di indennizzo nelle cause in materia di espropriazione indiretta: l’indennità deve tenere conto del valore degli edifici che avrebbero potuto essere costruiti sul terreno? [C] Il senso di impotenza e frustrazione di fronte allo spossessamento illegale di un bene da parte dell’Amministrazione, può assurgere a presupposto per il risarcimento del danno morale?
T.R.G.A. Trento, Sezione unica, gennaio 2015Può ritenersi sussistente a carico dell’amministrazione un dovere di analitica disamina motivata di ciascun apporto inoltrato dagli interessati in ordine al tracciato ed alle caratteristiche di un’opera pubblica?
T.A.R. Veneto, Sezione II, dicembre 2015[A] Può il provvedimento di esproprio tardivo o relativo ad aree originariamente non previste dal decreto di occupazione essere ritenuto nullo, inesistente o inefficace? [B] Sulla domanda di condanna dell’Amministrazione ad adottare un provvedimento di acquisizione dell’area ai sensi dell’art. 42 bis del DPR 6 giugno 2001, n. 327
T.A.R. Puglia Bari, Sezione I, dicembre 2015[A] Sulla discrezionalità delle scelte urbanistiche compiute dalle Amministrazioni Comunali: l’utilità sociale delle opere esclude di per sé l’illogicità o l’irragionevolezza delle scelte urbanistiche/progettuali adottate? [B] Sull’ordinanza di occupazione d’urgenza: in particolare sulla la motivazione relativa alla «particolare urgenza» di avviare i lavori presa in considerazione dall’art. 22-bis t.u. n. 327 del 2001. [C] La legittimità dei provvedimenti espropriativi e di occupazione di urgenza è inficiata dalla inesatta o inesistente liquidazione della giusta indennità?
T.A.R. Puglia Bari, Sezione III, dicembre 2015Sulla domanda di risarcimento del danno da mancato godimento del bene illegittimamente occupato dalla P.A.: in particolare sulla possibilità o meno di ricorrere ad automatismi risarcitori in assenza di concreta prova del danno da mancato godimento: orientamento del Consiglio di Stato sul punto
T.A.R. Marche, Sezione I, dicembre 2015Precisazioni sul principio giurisprudenziale secondo il quale il condono non può essere concesso se nelle more della conclusione del procedimento l’immobile oggetto di sanatoria viene trasformato in modo tale da renderlo totalmente diverso da quello a suo tempo realizzato. Che rilevanza assume il suddetto principio ai fini del rilascio del parere paesaggistico?
T.A.R. Lombardia Milano, Sezione IV, dicembre 2015
Argomenti trattati: Demanio
Può l’illegittima retrocessione di una cappella funeraria fondare il risarcimento del danno per la lesione del diritto inviolabile della persona relativo al culto dei defunti?
T.A.R. Lombardia, Brescia, Sezione II, gennaio 2016Può l’approvazione di un progetto di recupero ambientale sottoposta a una condizione sospensiva meramente potestativa ritenersi legittima?
T.A.R. Lazio Roma, Sezione II-Bis, gennaio 2016[A] Sulla possibilità o meno di configurare il “silenzio assenso in caso di abusi edilizi commessi su aree soggette a vincolo”. [B] Sulla ammissibilità o meno di ipotesi di condono privi di “limiti quantitativi” di carattere assoluto.
T.A.R. Lazio Roma, Sezione III-Ter, gennaio 2016
Argomenti trattati: Demanio
Che tipo di responsabilità sorge in campo all’Amministrazione che abbia emesso dei titoli concessori senza mai consegnare al concessionario il bene oggetto dei suddetti atti e comunque richiedendo il pagamento del canone e il relativo deposito cauzionale? In quali ipotesi può ritenersi configurata la responsabilità precontrattuale della p.a.?
T.A.R. Lazio Roma, Sezione II-Quater, gennaio 2016Sulla tutela dell'incolumità pubblica nelle zone dichiarate sismiche
T.A.R. Lazio Roma, Sezione II-Ter, gennaio 2016
Argomenti trattati: Giustizia amministrativa
Sui principi affermati dall’Adunanza Plenaria del Consiglio di Stato in tema di esecuzione del giudicato; se è vero che al momento dell'ottemperanza alla decisione si deve indagare se il ripristino della posizione soggettiva (illegittimamente) sacrificata risulta compatibile con lo stato di fatto e di diritto medio tempore prodottosi, quali tutele può domandare il privato pregiudicato da tali sopravvenienze? [B] Il fatto che l’accertamento contenuto in una sentenza di primo grado possieda connotati e caratteri di autoesecutività, esclude di per sé la necessità di una fattiva cooperazione da parte dell’Amministrazione ad un’attività specifica di applicazione della pronuncia? [C] Il certificato di agibilità può decadere automaticamente per effetto di attività edilizie del proprietario dell’immobile in assenza di uno specifico provvedimento di accertamento dell’Ente?
T.A.R. Campania Napoli, Sezione V, dicembre 2015Può riconoscersi in capo al privato espropriato un interesse a far valere, in sede giurisdizionale, la mancanza di copertura finanziaria per l’opera di interesse pubblico?
Corte Europea dei Diritti dell’Uomo, Sezione IV, novembre 2015Le indennità determinate ai sensi dell’articolo 5bis della legge n. 359 del 1992 con procedimento conclusosi prima della sentenza della Corte Costituzionale n. 181 del 2011, ledono il giusto equilibrio individuato dall’art. 1 del Protocollo addizionale n. 1 della Cedu tra le esigenze dell’interesse generale della comunità e gli imperativi di salvaguardia dei diritti fondamentali dell’individuo (a cui presidio si erge la Corte europea dei diritti dell’uomo)? In capo al soggetto espropriato -che non ha potuto avvalersi della predetta sentenza- sorge comunque un diritto al risarcimento del danno subito per aver sostenuto un onere sproporzionato ed eccessivo?
Consiglio di Stato, Sezione VI, dicembre 2015Quale contenuto può assumere la sentenza di condanna da parte del G.A. nei confronti dell’Amministrazione riguardo alla scelta di adozione del provvedimento di cui all’art. 42-bis d.P.R. 8 giugno 2001 n. 327? In altre parole, il Giudice può imporre all’amministrazione la suddetta adozione?
Consiglio di Stato, Sezione IV, dicembre 2015Sui presupposti per l'esercizio, in materia edilizia, del potere di annullamento d'ufficio della concessione di costruzione con effetti ex tunc
Consiglio di Stato, Sezione IV, gennaio 2016[A] Sui presupposti per la configurabilità della fattispecie di lottizzazione abusiva: quand’è che l’intento lottizzatorio può ritenersi sussistente? [B] che rilievo assume l’omissione della notifica dell’ordinanza di demolizione al comproprietario ai fini della legittimità del provvedimento?
Consiglio di Stato, Sezione IV, gennaio 2016[A] I limiti alle altezze previsti dagli strumenti urbanistici non possono variare a seconda della “sistemazione” che il richiedente il permesso di costruire intende dare al piano di campagna circostante con lo stesso progetto su cui chiede al Comune l’assenso. [B] Che rilievo assume, ai fini del risarcimento del danno, la mancata tempestiva impugnazione del Piano di lottizzazione che si assume viziato?
Corte di Cassazione, Sezione III Penale, dicembre 2015
Argomenti trattati: Vincolo paesaggistico
Quale rilevanza assume per gli interventi edilizi in zona paesaggisticamente vincolata, ai fini della qualificazione giuridica e dell’individuazione della sanzione penale applicabile, la distinzione tra interventi eseguiti in difformità totale o parziale ovvero in variazione essenziale?
Corte di Cassazione, Sezione III Penale, dicembre 2015
Argomenti trattati: Penale e reati edilizi
Sulla nozione di variazione essenziale dal permesso di costruire: che rilievo assume in tale contesto la novella ex art. 17, comma 1, lett. n) decreto-legge 12 settembre 2014, n. 133, convertito in legge 11 novembre 2014, n. 164 che, tra l'altro, nell'affermare che il mutamento della destinazione d'uso all'interno della stessa categoria funzionale è sempre consentito, fa salve, in ogni caso, le diverse previsioni da parte delle leggi regionali e degli strumenti urbanistici comunali?
Corte di Cassazione, Sezione III Penale, dicembre 2015
Argomenti trattati: Ristrutturazione edilizia
Sul reato di cui all'art. 44 del d.P.R. n. 380 del 2001; in particolare sugli interventi di "ristrutturazione edilizia"
T.A.R. Puglia Bari, Sezione I, gennaio 2016[A] Può ritenersi sussistente un automatismo tra il criterio di liquidazione dell’“indennizzo” di cui all’art. 42 bis d.p.r. n. 327/2001 ed il risarcimento del danno invocato in ragione del mancato godimento del fondo nel periodo in cui è stato occupato illegittimamente? Può il danno da occupazione abusiva di immobile (nella specie, terreno privato) ritenersi sussistente in re ipsa? [B] Sui limiti imposti al giudice per la disposizione della consulenza tecnica d'ufficio
T.A.R. Umbria, Sezione I, dicembre 2015
Argomenti trattati: Giustizia amministrativa
[A] Sulla “competenza territoriale inderogabile" dei Tribunali amministrativi regionali. [B] Sui limiti del sindacato giurisdizionale di legittimità rispetto alla deliberazione del Consiglio dei Ministri costituente apprezzamento di alta amministrazione di cui al comma 3 dell’art. 14-quater della legge 241 del 1990
T.A.R. Toscana, Sezione III, dicembre 2015Può l’Amministrazione comunale scegliere di non portare aventi la procedura paesaggistica sulla base del rilievo che l’intervento edilizio è, da un punto di vista urbanistico-edilizio, non realizzabile?
T.A.R. Toscana, Sezione III, dicembre 2015Sull'ordine di demolizione adottato dal giudice ai sensi dell'art. 7 legge n. 47/1985: quest’ultimo è, al pari delle altre statuizioni contenute nella sentenza definitiva, soggetto all'esecuzione nelle forme previste dal codice di procedura penale? A quale giudice appartiene la giurisdizione nel caso in cui il Comune abbia ricevuto impulsi a provvedere da parte della Procura generale, e abbia conseguentemente provveduto, non già alla demolizione del manufatto abusivo, ma all’acquisizione del bene al patrimonio del Comune?
T.A.R. Toscana, Sezione III, dicembre 2015
Argomenti trattati: Permesso di costruire
L’arretramento del prospetto dell’edificio può ricondursi nella nozione di “modeste modifiche alle coperture”?
T.A.R. Toscana, Sezione II, dicembre 2015
Argomenti trattati: Cave e Torbiere
Sull’art. 17 comma 3 della L.R. Toscana n. 1/2005 e sul Piano delle Attività Estrattive, Recupero delle aree Escavate e di Riutilizzo dei Residui Recuperabili (P.A.E.R.P.): cosa deve intendersi con la generica indicazione della "amministrazione competente"?
T.A.R. Toscana, Sezione I, dicembre 2015[A] Sui rapporti tra programma di fabbricazione e piano di zona per l’edilizia economica e popolare. [B] L’inquadramento del piano di zona E.E.P. nell’ambito di un programma di fabbricazione permette di ritenere effettivamente apposto un vincolo preordinato all’espropriazione sulle aree interessate?
T.A.R. Toscana, Sezione III, dicembre 2015Sull’individuazione dei destinatari di un’ordinanza contingibile ed urgente per l’ipotesi in cui il pericolo si origina da beni immobili, con particolare attenzione al caso in cui il movimento franoso (pericoloso) non abbia un’origine naturale ma sia stato provocato dalla rottura di una conduttura idrica
T.A.R. Toscana, Sezione III, dicembre 2015Sulla variazione dei criteri di calcolo dei canoni dovuti dai concessionari di beni demaniali, in particolare di beni appartenenti al demanio marittimo: i dubbi di costituzionalità sollevati dal Consiglio di Stato relativamente alla variazione dei canoni riferiti alla specifica tipologia delle concessioni aventi a oggetto le strutture per la nautica da diporto, sono comunque giustificati?
T.A.R. Toscana, Sezione III, dicembre 2015
Argomenti trattati: Giustizia amministrativa
Può il ricorrente proporre nei confronti dell’atto impugnato, cumulativamente, azione di ottemperanza e azione di annullamento?
T.A.R. Molise, Sezione I, dicembre 2015Sul principio di diritto europeo di precauzione: gli atti adottati in attuazione del suddetto principio possono essere giustificati da situazione di pericolo meramente ipotizzata? Il Registro dei tumori rappresenta una misura che può costituire un presidio di tipo precauzionale rispetto al progettato ampliamento di impianti industriali, assurgendo così a condizione per l’assentibilità di progetti del tipo di quello richiamato?
T.A.R. Lombardia Milano, Sezione III, dicembre 2015[A] Incidentalmente, sui diversi orientamenti in tema di decreto di esproprio emesso oltre i termini. [B] Sull’istituto, di conio giurisprudenziale, sorto con la sentenza della Corte di cassazione del 26 febbraio 1983, n. 1464, della cd. “occupazione appropriativa” o “accessione invertita”: tale istituto può a tutt’oggi essere considerato conforme al nostro ordinamento giuridico? [C] Il Giudice può ordinare all’Amministrazione di adottare un provvedimento di acquisizione coattiva sanante?
T.A.R. Liguria, Sezione I, dicembre 2015È ammissibile di una sanatoria condizionata alla realizzazione di opere ulteriori?
T.A.R. Lazio Roma, Sezione II, dicembre 2015
Argomenti trattati: Permesso di costruire Condominio
Sull’obbligo per il Comune di verificare, in sede di rilascio del titolo abilitativo edilizio, il rispetto da parte dell’istante dei limiti privatistici. In particolare sulla “posizione del compossessore nelle diverse forme di uso più intenso delle cose comuni” e sulla specifica ipotesi relativa all’apertura di un varco nel muro perimetrale per la “realizzazione di un passaggio carrabile per accedere alla corte di proprietà utilizzata come parcheggio”. In tale contesto che valore assume la denuncia da parte di uno o più comproprietari rispetto al rilascio del titolo edificatorio?
T.A.R. Lazio Roma, Sezione II, dicembre 2015Sui poteri del proprietario dell’area illecitamente occupata a fronte del potere/dovere previsto dall’art. 42-bis del D.P.R. n. 327/2001
T.A.R. Campania Napoli, Sezione II, dicembre 2015
Argomenti trattati: Sanzioni edilizie per abusi
Sulla disposizione contenuta nell’art. 34, comma 2, del D.P.R. n. 380/01: può la parte pubblica, in assenza di un’istanza dell’interessato, essere gravata della verifica tecnica relativa ai presupposti per l’applicazione della sanzione pecuniaria?
T.A.R. Campania Napoli, Sezione VII, dicembre 2015
Argomenti trattati: Demanio
[A] Sulla concessione cimiteriale: l’art. 92 del D.P.R. n. 285/1990 impone che le preesistenti concessioni perpetue vengano ricondotte a concessioni a tempo determinato? Può ritenersi legittima la decisione dell’Amministrazione di prevedere unilateralmente l’obbligo di richiedere il rinnovo della concessione, gravando di tale obbligo anche i titolari di concessioni non ancora venute a scadenza? [B] Che effetti ha l'insediamento del commissario ad acta rispetto al potere di provvedere che residua in capo alla Pubblica amministrazione anche dopo la scadenza del termine fissato dal giudice nella sentenza di ottemperanza?
T.A.R. Campania Napoli, Sezione V, dicembre 2015La comunicazione di avvio del procedimento è necessaria anche nel procedimento finalizzato a prorogare i termini del provvedimento di dichiarazione di pubblica utilità?
T.A.R. Calabria Catanzaro, Sezione I, dicembre 2015
Argomenti trattati: Pianificazione
Sui principi in materia di successione degli strumenti urbanistici
Corte di Cassazione, Sezione III Penale, dicembre 2015Sulla disciplina delle costruzioni in zone sismiche e sul relativo rigoroso regime autorizzatorio: che rilevanza assumono in tale contesto la natura precaria dell’intervento e la natura dei materiali impiegati?
Consiglio di Stato, Sezione VI, novembre 2015
Argomenti trattati: Vincolo paesaggistico
Può l’atto di pianificazione regionale condizionare l’esercizio dei poteri di tutela paesaggistica spettanti in via esclusiva alla Soprintendenza?
Consiglio di Stato, Sezione VI, gennaio 2016[A] La mancata certificazione, da parte del difensore, dell’autografia della firma del ricorrente, apposta sulla procura speciale in calce o a margine del ricorso per cassazione comporta la nullità della procura ad litem? [B] Il grado di approfondimento dell’istruttoria relativa all’individuazione della data di effettiva realizzazione del manufatto deve essere parametrato (e dunque congruente) alla rilevanza del pregiudizio arrecato alla sfera giuridica del ricorrente?
Regione Toscana. Modifiche alla l.r. del 2009
Argomenti trattati: Normativa regionale
Misure incentivanti l’attività edilizia privata. Modifiche alla l.r. 24/2009 . Bollettino Ufficiale n. 56, parte prima, del 23 dicembre 2015. PROROGA al 31 dicembre 2016
T.A.R. Abruzzo L’Aquila, Sezione IV, dicembre 2015
Argomenti trattati: Sanzioni edilizie per abusi
La verifica del mancato esercizio del potere involge in sé (quam minus) la verifica della correttezza dell’assunto posto a base di detto mancato esercizio? Ossia, l’impugnazione dell’atto che ha rifiutato di esercitare l’eccitato potere sanzionatorio comprende la richiesta di accertamento delle violazioni (edilizie e urbanistiche) sollevate dall’istante e negate dall’Amministrazione?
T.A.R. Lazio Roma, Sezione I-Quater, dicembre 2015Sulla nozione di pertinenza urbanistica: la destinazione ad autorimessa esclude di per sé il carattere pertinenziale dell’intervento?
T.A.R. Lombardia Milano, Sezione II, dicembre 2015[A] Prima del deposito della denuncia dei conglomerati cementizi e della relazione per il contenimento energetico il permesso di costruire già rilasciato deve considerarsi inefficace (con conseguente abusività delle opere precedentemente realizzate)? [B] Può la presentazione della denuncia delle opere in cemento armato ritenersi idonea ad impedire la decadenza del permesso di costruire per l’inutile decorso del termine annuale previsto per l’inizio lavori stabilito dall’art. 15, primo comma, del d.P.R. n. 380 del 2001?
T.A.R. Lazio, Latina, Sezione I, dicembre 2015Sull’occupazione illegittima di terreni agricoli edificabili: sui rapporti tra azione di restituzione e azione di risarcimento del danno per illegittima occupazione
T.A.R. Friuli Venezia Giulia, Sezione I, dicembre 2015
Argomenti trattati: Demanio
Che natura ha l’atto di incameramento relativo alle opere non amovibili costruite dal concessionario e adottato in conseguenza del decorso del termine finale della concessione demaniale?
T.A.R. Campania Napoli, Sezione II, dicembre 2015
Argomenti trattati: Sanzioni edilizie per abusi
Quand’è che l’acquisizione gratuita dell’immobile abusivo può essere dichiarata verso il proprietario che non sia responsabile del compimento dell’opera abusiva?
T.A.R. Campania Napoli, Sezione II, dicembre 2015
Argomenti trattati: Sanzioni edilizie per abusi
La mancata notifica del verbale di accertamento dell’inottemperanza all’ordine di demolizione e dell’atto di acquisizione del bene al patrimonio comunale impedisce l'effetto ablatorio?
T.A.R. Campania Napoli, Sezione II, novembre 2015Allorquando occorra valutare la domanda del confinante di edificare sul proprio suolo, può l'abuso edilizio essere di per sé rilevante ed incidente sulla posizione giuridica di chi abbia diritto di edificare relativamente al rispetto delle distanze?
Corte Costituzionale, dicembre 2015Sui dubbi di legittimità costituzionale della norma regionale che impone un vincolo di destinazione alberghiera a tutte le strutture classificate, alla luce della normativa vigente, come albergo
Consiglio di Stato, Sezione V, dicembre 2015
Argomenti trattati: Oneri concessori
L’istituto scolastico nel quale verrà impartito l’insegnamento religioso può essere qualificato, ai fini dell’esenzione dal pagamento degli oneri di urbanizzazione, come edificio destinato a servizi religiosi?
Consiglio di Stato, Sezione VI, dicembre 2015
Argomenti trattati: Demanio Permesso di costruire
Nella vigenza dell’art. 4, legge 28 gennaio 1977, n. 10, doveva considerarsi precluso agli amministratori di considerare sufficiente l’avvio formale dell’istruttoria del procedimento di rilascio della concessione demaniale per l’emissione di un titolo abilitativo edilizio (pur sospensivamente condizionato al positivo esito di tale istruttoria)?
Consiglio di Stato, Sezione IV, dicembre 2015
Argomenti trattati: Condominio Permesso di costruire
Può il G.A., nella valutazione incidenter tantum ai fini dell'accertamento della legittimazione all'intervento edilizio e al conseguimento dell'autorizzazione paesistica, disconoscere del tutto, senza darsene alcun carico, l'interpretazione di una disposizione negoziale, quale è un regolamento condominiale, fornita dal giudice civile investito principaliter della controversia relativa proprio al diritto soggettivo del comproprietario di introdurre modifiche che si riverberano sulla cosa comune?
Consiglio di Stato, Sezione IV, dicembre 2015Se è vero che la procedura d’intesa, ex art. 2 del D.P.R. n. 383/1994, è preordinata a superare i problemi di compatibilità urbanistica dell’intervento, può affermarsi che l’approvazione del progetto, in base alla trascritta disposizione normativa, comporta l’automatica variazione degli strumenti urbanistici vigenti e la contestuale apposizione del vincolo preordinato all’esproprio sugli immobili sui quali l’opera stessa è localizzata, ai sensi dell’art. 10, comma 1, del D.P.R. 8/6/2001 n. 327? Il vincolo sorge indipendentemente dal fatto che in sede d’intesa se ne sia dato espressamente atto?
Consiglio di Stato, Sezione IV, novembre 2015
Argomenti trattati: Vincolo paesaggistico
Sulle valutazioni che la Soprintendenza può svolgere ai fini della tutela del paesaggio: è legittimo che la Soprintendenza si arresti a una valutazione per così dire tipica e non scenda a considerare le caratteristiche della specifica vicenda?
Corte di Casazione, Sezione III Penale, dicembre 2015
Argomenti trattati: Penale e reati edilizi
Sulla precarietà di manufatti a fini edilizi
Corte di Cassazione, Sezione III Penale, dicembre 2015
Argomenti trattati: Penale e reati edilizi
Sul soggetto agente del reato di cui all'art. 95 d.RR. 380/01
Corte di Cassazione, Sezione III Penale, dicembre 2015Sull’attività di ristrutturazione edilizia con variazione di destinazione d'uso
Corte di Cassazione, Sezione III Penale, ottobre 2015
Argomenti trattati: Sanzioni edilizie per abusi
L'ordine di demolizione può riguardare anche i beni costituenti il fondo patrimoniale familiare di cui all'art. 167 cod. civ.?
Agenzia delle entrate, Diezione nazionale, dicembre 2015Sulle problematiche concernenti - alla luce del decreto-legge 12 settembre 2014, n. 133, convertito con modificazioni dalla legge 11 novembre 2014, n. 164 - l’ambito applicativo del meccanismo del reverse charge nel settore edile; in particolare sul trattamento da riservare a taluni interventi edilizi inquadrabili nell’ambito della categoria delle "manutenzioni straordinarie"
Corte di Cassazione, Sezione III Penale, dicembre 2015Sul regime penalistico delle ristrutturazioni edilizie: la realizzazione in assenza di permesso di costruire di un fabbricato con blocchi di cemento prefabbricato e basamento in calcestruzzo integra un illecito penale o solo amministrativo?
Corte di Cassazione, Sezione III Penale, novembre 2015
Argomenti trattati: Vincolo paesaggistico
Sull’art. 169 del d.lgs. 422004: costituiscono oggetto di tutela solo gli immobili considerati nella loro struttura edilizia o anche le cose che ne costituiscono pertinenza?
Corte di Cassazione, Sezione III Penale, novembre 2015
Argomenti trattati: Pertinenza urbanistica
Analisi del requisito della pertinenzialità ai fini del sequestro preventivo dell’immobile realizzato sulla base di titolo abilitativo illegittimo
Corte di Cassazione, Sezione III Penale, novembre 2015Sul reato di discarica abusiva: quand’è che il proprietario partecipa all’illecito?
Consiglio di Stato, Sezione IV, ottobre 2015L’esercizio del potere di pianificazione attiene solo all’aspetto edilizio del territorio o va esercitato anche in relazione ad altre esigenze di sviluppo economico- sociale del territorio stesso? La classificazione di un’area ad uso agricolo può esorbitare dall’esigenza di promuovere un utilizzo ad attività agricole dell’area stessa ed essere strumentale all’esigenza di conservazione di valori ambientali?
Consiglio di Stato, Sezione VI, dicembre 2015Lo strumento urbanistico richiamato dall’art. 208, co. 6, d.lgs. n. 152 del 2006, deve essere identificato con il solo piano regolatore comunale, ovvero è riferibile anche ai piani e programmi di livello superiore [con la rilevante conseguenza che l’approvazione del progetto di costruzione e gestione di un impianto di smaltimento e recupero di rifiuti, oltre a sostituirsi a tutti gli atti di assenso regionali, provinciali e comunali (e valere come dichiarazione di pubblica utilità indifferibilità e urgenza), dovrebbe costituire variante automatica non solo agli strumenti urbanistici comunali ma anche a tutti gli altri piani e programmi sovra ordinati]?
Consiglio di Stato, Sezione VI, dicembre 2015
Argomenti trattati: Permesso di costruire
Può l’applicazione congiunta della sanzione prevista per gli interventi di nuova costruzione e ampliamento e di quella aggiuntiva per gli interventi comportanti incremento di superficie coperta e di volume, laddove entrambe siano determinate nella misura massima, risultare illegittima perché contraria al generale principio di proporzionalità?
Consiglio di Stato, Sezione IV, dicembre 2015Sulla quantificazione del valore d'uso corrispondente al danno sofferto dal ricorrente per l'illecita, prolungata occupazione illegittima dei terreni di sua proprietà: può il parametro fatto proprio dal legislatore con l’art. 42- bis comma 3, d.P.R. n. 327 del 2001 essere oggetto di applicazione analogica da parte del giudice?
Consiglio di Stato, Sezione IV, dicembre 2015Sull’art. 42 bis testo unico dell’espropriazione per pubblica utilità: a quale “autorità” spetta la legittimazione passiva?
Consiglio di Stato, Sezione IV, dicembre 2015
Argomenti trattati: Giustizia amministrativa
[A] Se è vero che il cittadino che si sente leso da un provvedimento ha il diritto, ex art. 24 della Costituzione, di gravarlo in ragione del contenuto e del nomen impressovi dall’Amministrazione, cosa accade nell’ipotesi di riqualificazione di atti gravati dal ricorrente (per mero tuziorismo giuridico), ma che per giurisprudenza costante non avrebbero potuto (né dovuto) essere impugnati? [B] Sul contemperamento tra potere riqualificativo giudiziale e diritto di difesa, con particolare riferimento all’ipotesi in cui la nota di comunicazione dei motivi ostativi all’accoglimento dell’istanza di rilascio di permesso per costruire assuma autonoma portata lesiva
T.A.R. Campania Napoli, Sezione III, dicembre 2015[A] Sul principio della necessaria correlazione tra svolgimento di attività commerciali e perfetta conformità edilizia - urbanistica dei locali in cui la predetta attività viene svolta. [B] Può sanzionarsi con l’ordine di chiusura un esercizio i cui titoli urbanistico - edilizi, già sussistenti, siano annullati in autotutela? Che rilevanza assume in tale contesto la pendenza di procedimenti giurisdizionali attivati dal proprietario, ovvero, la presentazione di una domanda di condono? [C] Sul contemperamento tra l’interesse pubblico alla repressione degli abusi e l’interesse privato sotteso all’esplicazione di un’attività imprenditoriale: quale tutela può essere riconosciuta all’affidamento del privato?
T.A.R. Campania Napoli, Sezione VIII, dicembre 2015I vincoli che importano una destinazione (anche di contenuto specifico, nel caso di specie destinazione a “verde pubblico, gioco e sport”) realizzabile ad iniziativa privata o promiscua pubblico-privata possono (e devono) essere sussunti nello schema ablatorio-espropriativo?
T.A.R. Lombardia, Brescia, Sezione I, dicembre 2015
Argomenti trattati: Vincolo paesaggistico
Sulla necessità della verifica in concreto della percepibilità della modificazione realizzata ovvero dell’irrilevanza delle trasformazioni paesaggistiche operate in assenza di autorizzazione
T.A.R. Molise, Sezione I, dicembre 2015
Argomenti trattati: Permesso di costruire
Sulla rilevanza edilizia delle tende parasole
T.A.R. Sardegna, Sezione II, ottobre 2015Sul regime di tutela della “fascia costiera”: può la Regione -dopo avere autorizzato lo svolgimento di un progetto di ricerca di idrocarburi in una vasta zona (tutta costiera), e aver persino dato avvio alla procedura di VIA per la realizzazione del pozzo esplorativo, archiviare - dopo anni di correlativa attività- l’avviata procedura con una motivazione basata esclusivamente su vincoli paesaggistici da tempo esistenti, senza neppure indicare siti alternativi ed effettuare il necessario bilanciamento tra gli invocati interessi paesaggistico - ambientali e l’interesse, parimenti pubblico, allo sfruttamento del giacimento?
T.A.R. Campania Napoli, Sezione III, dicembre 2015Quali sono i soggetti che possono provvedere alla richiesta di sanatoria ed ai relativi adempimenti? Quali verifiche deve compiere l’amministrazione comunale in caso di comproprietà?
T.A.R. Campania Napoli, Sezione III, dicembre 2015
Argomenti trattati: Cave e Torbiere
Può l’attività estrattiva, protratta per anni senza alcuna contestazione da parte della Regione, ingenerare un affidamento nella legittimità della stessa?
T.A.R. Campania, Salerno, Sezione II, dicembre 2015
Argomenti trattati: Varie
Sulla c.d. autotutela esecutiva, con particolare attenzione al provvedimento con il quale si ordina lo sgombero immediato dell'area di pertinenza di un istituto scolastico destinata ad impianto sportivo: il corretto svolgimento della discipline sportive può essere qualificato come pubblico interesse?
T.A.R. Friuli Venezia Giulia, Sezione I, dicembre 2015
Argomenti trattati: Piano regolatore Pianificazione
[A] Sul procedimento di approvazione degli strumenti di pianificazione generale. [B] Sulle osservazioni presentate dai privati. [C] Sulla discrezionalità dei Comuni nelle scelte pianificatorie
T.A.R. Friuli Venezia Giulia, Sezione I, dicembre 2015[A] Sulla configurabilità dell’acquiescenza tacita nei confronti di un provvedimento amministrativo, sull’impugnazione di un atto endoprocedimentale. [B] Sull’autorizzazione unica ai sensi del D.Lgs. n. 387/2003, per la costruzione di quattro serre dotate di impianto fotovoltaico integrato
T.R.G.A. Bolzano, dicembre 2015In sede di rilascio del permesso di costruire, può l’Amministrazione, nell’accertamento della titolarità di un diritto legittimante la richiesta, non estendere il proprio esame al profilo del corretto insediamento nel tessuto urbanistico? Distinzione tra progetti edilizi che attengono alla realizzazione di nuovi insediamenti e progetti che invece incidono su una sostanza edilizia già esistente
T.A.R. Toscana, Sezione II, dicembre 2015All’interno dello schema procedimentale del comma 9 dell’art. 29-decies del D.Lgs. n. 152/2006, alla diffida può essere riconosciuta anche la funzione di avviso di avvio del procedimento?
T.A.R. Toscana, Sezione II, novembre 2015Sul diritto di accesso nei procedimenti di controllo o ispettivi, con particolare riferimento all’ordinanza contingibile ed urgente con cui il sindaco ha ordinato "di disporre un radicale intervento di pulizia con idoneo smaltimento dei rifiuti a pubblica discarica ripristinando le condizioni igienico—sanitarie”
T.A.R. Toscana, Sezione II, novembre 2015L’attività svolta mediante l’utilizzazione di una vasca di decapaggio e consistente sostanzialmente in una ripulitura dei materiali immersi, allo scopo di "eliminare tutte quelle malformazioni superficiali che si sono generate sullo stesso durante le operazioni di saldatura", è soggetta ad AIA?
T.A.R. Toscana, Sezione II, novembre 2015L’attività svolta mediante l’utilizzazione di una vasca di decapaggio e consistente sostanzialmente in una ripulitura dei materiali immersi, allo scopo di "eliminare tutte quelle malformazioni superficiali che si sono generate sullo stesso durante le operazioni di saldatura", è soggetta ad AIA?
T.A.R. Toscana, Sezione II, novembre 2015Nell’ambito del provvedimento di divieto di prosecuzione attività ex art. 216 comma 4 del Codice dell'ambiente, può la comunicazione dell’inizio del procedimento sanzionatorio essere surrogata da un precedente provvedimento di diffida?
T.A.R. Toscana, Sezione III, novembre 2015È legittimo il provvedimento che annulla in autotutela precedenti titoli edilizi rilasciati sulla base di dichiarazioni rappresentative di uno stato dei luoghi non corrispondente alla realtà, laddove il soggetto che ha fatto istanza per ottenere detti titoli abbia fatto affidamento su quanto dichiarato dal proprio dante causa?
T.A.R. Toscana, Sezione III, novembre 2015
Argomenti trattati: Sanzioni edilizie per abusi
Sulla possibilità o meno di estendere la portata soggettiva dell’ordinanza demolitoria anche nei confronti del cessionario d’azienda
T.A.R. Sicilia Palermo, Sezione II, novembre 2015
Argomenti trattati: Demanio
Sulla sdemanializzazione tacita: può il mancato uso prolungato per circa un quarantennio della strada comunale essere assunto quale fatto concludente di univoca interpretazione da cui trarre con certezza la rinuncia alla funzione pubblica del bene?
T.A.R. Sicilia Palermo, Sezione II, novembre 2015
Argomenti trattati: Mutamento di destinazione d'uso
Sul mutamento di destinazione d'uso degli immobili accompagnato da opere edilizie: profili di rilevanza urbanistica
T.A.R. Toscana, Sezione III, gennaio 2016
Argomenti trattati: Vincolo paesaggistico
Sul senso dell’art. 1 del DM Beni Culturali e Ambientali del 26.9.1997: in ipotesi di interventi edilizi di impatto paesaggistico limitato è applicabile la sanzione di cui all’art. 15 della legge n. 1497 del 1939?
T.A.R. Piemonte, Sezione I, gennaio 2016Sulla categoria della “ristrutturazione urbanistico – edilizia” e sull’incidenza che la stessa assume ai fini delle distanze legali prescritte dai regolamenti locali
Corte di Cassazione, Sezione III Penale, gennaio 2016
Argomenti trattati: Vincolo paesaggistico Demanio
Sulla diversità dell'interesse protetto dalle disposizioni del codice della navigazione (sicurezza della navigazione) rispetto a quello protetto della tutela paesaggistico-ambientale: il rilascio della autorizzazione da parte del responsabile del compartimento marittimo esplica effetto sanante sul reato di cui all’art. 163 del decreto legislativo 29 ottobre 1999 n. 490?
Corte di Cassazione, Sezione II Civile, gennaio 2016Sull'attività di affittacamere, alberghiera e di bed and breakfast: in presenza di un regolamento condominiale che impone la destinazione ad uso abitativo, è possibile destinare un appartamento ad affittacamere?
Corte di Cassazione, Sezione III Penale, dicembre 2015La ricostruzione di un "rudere" senza il preventivo rilascio del permesso di costruire (o, come nella specie, con permesso di costruire illecito o rilasciato in violazione del parametro di legalità urbanistica ed edilizia) integra il reato di cui all'art. 44 lett. c) d.p.r. n. 380/2001? Cosa deve intendersi per ristrutturazione di un edificio preesistente?
T.A.R. Veneto, Sezione III, gennaio 2016Sull’installazione di torri e tralicci per impianti radio - ricetrasmittenti e di ripetitori per i servizi di telecomunicazione: excursus giurisprudenziale ed orientamenti contrastanti con particolare riferimento alle antenne trasmittenti radiotelevisive e alle relative cabine di servizio “suscettibili di incidere, solo limitatamente, sull'ambiente urbanistico circostante”
T.A.R. Campania Napoli, Sezione III, gennaio 2016
Argomenti trattati: Sanzioni edilizie per abusi
[A] Può l’ordinanza di demolizione ritenersi viziata per difetto di motivazione laddove non dia atto dell’impossibilità di sanare le opere? [B] Sulla possibilità di applicare la sanzione pecuniaria in luogo della demolizione dell’intero fabbricato
T.A.R. Veneto, Sezione III, gennaio 2016Sui principi in materia di partecipazione al procedimento amministrativo, con particolare attenzione al caso in cui il soggetto che abbia chiesto la convocazione di una conferenza di servizi abbia ottenuto un precedente permesso di costruire
Corte di Cassazione, Sezione III Penale, dicembre 2015
Argomenti trattati: Vincolo paesaggistico
Il vincolo ambientale paesaggistico può considerarsi operante anche con riferimento alle opere da realizzarsi nel sottosuolo?
Consiglio di Stato, Sezione IV, gennaio 2016È possibile configurare la realizzazione di una piscina come un’attrezzatura per lo svago e il tempo libero, alla stessa stregua di un dondolo o di uno scivolo installati nei giardini o nei luoghi di svago?
T.A.R. Campania Napoli, Sezione III, gennaio 2016[A] Sulle conseguenze degli interventi effettuati in aree sottoposte a vincoli paesaggistici: precisazioni sull’art. 27, comma 2, d.P.R. n. 380 del 2001. [B] Sulla nozione giuridica di costruzione: la realizzazione di una piattaforma in calcestruzzo rientra tra le opere da qualificare come attività di trasformazione urbanistica ed edilizia per le quali necessita la concessione edilizia?
T.A.R. Lombardia Milano, Sezione II, gennaio 2016
Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche
[A] A quale giurisdizione è devoluta la cognizione dell’atto con cui l’amministrazione decide di escutere una polizza fideiussoria concessa a garanzia degli obblighi convenzionali, pattuita in sede di convenzione di lottizzazione? [B] Sull’interpretazione dell’art. 30, c. 3 bis, d.l. n. 69/2013: il riferimento alle convenzioni e agli accordi stipulati sino al 31 dicembre 2012 deve intendersi come comprensivo dei soli accordi sottoscritti entro tale data, ovvero, può essere esteso anche alle bozze di convenzione approvate dall’amministrazione comunale, ma non seguite dalla formale stipulazione tra le parti, ed ai testi convenzionali parimenti deliberati dall’organo consiliare, ma seguiti da convenzioni stipulate oltre il termine ultimo fissato dal legislatore?
T.A.R. Lombardia Milano, Sezione II, gennaio 2016
Argomenti trattati: Sanzioni edilizie per abusi
Può considerarsi legittima l’ordinanza di demolizione che elenca le opere abusive riscontrate affermando che le modifiche delle quote dei solai e dell’altezza dell’edificio “costituiscono intervento di ristrutturazione edilizia” senza illustrare le ragioni per le quali l’Amministrazione ha ritenuto di qualificare gli abusi nei termini indicati?
T.A.R. Lombardia Milano, Sezione II, gennaio 2016
Argomenti trattati: Piano regolatore Pianificazione
Che tipo di effetti esplica, in caso di accoglimento, l’impugnazione dello strumento urbanistico adottato rispetto al successivo provvedimento di approvazione? Effetti automaticamente caducanti o meramente vizianti? [B] Sull’ampia discrezionalità dell’Amministrazione nel modificare le precedenti previsioni pianificatorie: tipizzazione delle evenienze comportanti un onere di motivazione più incisivo. [C] Può l’interesse a impugnare lo strumento pianificatorio esaurirsi nella generica aspettativa a una migliore pianificazione dei suoli di propria spettanza?
T.A.R. Puglia Bari, Sezione I, gennaio 2016La presenza di due o più impianti per la telefonia mobile su uno stesso sito è sufficiente ad imporre al Comune il dovere di negare il permesso a costruire per un ulteriore impianto?
T.A.R. Puglia Bari, Sezione III, gennaio 2016
Argomenti trattati: Permesso di costruire Condominio
Sulla legittimazione del comproprietario a richiedere il permesso per demolire il muro perimetrale e ad ottenere l’autorizzazione a ricostruire in aderenza al muro divisorio del quale è comproprietario: può ritenersi giustificata la prassi secondo la quale la p.a. subordina il rilascio del permesso per costruire al consenso dei comproprietari del bene interessato dall’intervento edilizio?
T.A.R. Sardegna, Sezione II, gennaio 2016Sulla legittimità o meno di un provvedimento acquisitivo adottato dalla P.A. ai sensi dell’art. 42 bis del DPR n. 327/2001 in presenza di un giudicato recante un ordine restitutorio intervenuto prima dell’adozione di tale atto
T.A.R. Toscana, Sezione III, gennaio 2016Sulla corretta modalità di misurazione delle distanze tra costruzioni: deve utilizzarsi il metodo lineare o quello radiale?
T.R.G.A. Bolzano, gennaio 2016
Argomenti trattati: Piano regolatore
[A] Chi può essere individuato come soggetto cui dev’essere notificata la variante urbanistica particolare? [B] Nel caso di discrasia tra parte normativa e parte grafica delle prescrizioni del piano regolatore comunale, quale delle due va considerata prevalente?
T.R.G.A. Trento, Sezione I, gennaio 2016È possibile rintracciare in capo all’Amministrazione un dovere di analitica disamina motivata di ciascun apporto inoltrato dagli interessati in ordine al tracciato ed alle caratteristiche di un’opera pubblica?
T.R.G.A. Trento, Sezione Unica, gennaio 2016
Argomenti trattati: Permesso di costruire
La semplice vicinitas (ossia la situazione di stabile collegamento esistente tra la proprietà del ricorrente e quella interessata dal provvedimento censurato) è sufficiente a fondare l’interesse all’impugnativa? Indicazioni contrastanti dal C.d.S.
T.A.R. Veneto, Sezione II, novembre 2015
Argomenti trattati: Sanzioni edilizie per abusi
La qualità di utilizzatore di un immobile realizzato abusivamente in assenza di titolo abilitativo sul demanio o sul patrimonio di enti pubblici è sufficiente ad individuarlo come destinatario dell’ordine di ripristino (a prescindere dall’accertamento di chi abbia concretamente realizzato l’abuso)?
T.A.R. Sicilia, Palermo, Sezione III, dicembre 2015
Argomenti trattati: Demanio
Quale ampiezza è possibile riconoscere al potere d’intervento della P.A. per il caso in cui l’attività di gestione di stabilimenti balneari (su aree in concessione) arrechi un evidente danno agli interessi tutelati dall’Amministrazione e quindi alla collettività?
T.A.R. Puglia Bari, Sezione I, dicembre 2015
Argomenti trattati: Giustizia amministrativa
Sul sindacato giurisdizionale relativo agli atti amministrativi espressione di valutazioni tecniche: in particolare sul principio di separazione dei poteri e su quello di ragionevolezza tecnica
T.A.R. Lombardia Milano, Sezione II, gennaio 2016Cosa deve intendersi, ai fini del pagamento dell’oblazione di cui all’art. 36, secondo comma, d.P.R. 6 giugno 2001, n. 380, per <>? È possibile pretendere il pagamento dell’oblazione per parti non realizzate?
T.A.R. Liguria, Sezione I, dicembre 2015
Argomenti trattati: Volume tecnico
Sulla nozione di volume tecnico: l’ascensore realizzato all’esterno di un caseggiato ha natura di costruzione?
T.A.R. Lazio Roma, Sezione II, gennaio 2016Sul rinnovo dei patentini per la vendita al pubblico di tabacchi lavorati di cui all’art. 9 del D.M. 21 febbraio 2013, n. 38: ai fini del rinnovo del patentino, è sufficiente il requisito reddituale o, invece, risulta inoltre necessario il requisito della distanza?
T.A.R. Lazio Roma, Sezione II-Quater, gennaio 2016[A] La regola generale ed imperativa, in materia di governo del territorio, è quella dell’intervento indiretto? Sono configurabili equipollenti al piano attuativo? [B] Sulla possibilità, o meno, per il Comune, nell’esercizio della propria potestà di pianificazione del territorio, di individuare categorie di destinazione d’uso ulteriori e diverse rispetto a quelle predefinite dalla legislazione nazionale e regionale: può la suddivisione delle categorie di destinazione d’uso in più sottocategorie o sottofunzioni ritenersi legittima? [C] Sulla distinzione, ai fini dell’onere di immediata impugnativa, tra le prescrizioni che in via immediata stabiliscono le potenzialità edificatorie della porzione di territorio interessata e le altre regole che più in dettaglio disciplinano l'esercizio dell'attività edificatoria
T.A.R. Campania Napoli, Sezione III, gennaio 2016
Argomenti trattati: Sanzioni edilizie per abusi
L'acquisizione gratuita costituisce sanzione accessoria alla demolizione -volta a colpire l'esecutore delle opere abusive- ovvero sanzione autonoma che consegue all'inottemperanza all'ingiunzione di demolizione? L'ordinanza di demolizione può legittimamente essere emanata nei confronti del proprietario dell'opera abusiva, anche se non responsabile della relativa esecuzione? Tesi oggettiva, tesi soggettiva e tesi intermedia
Consiglio di Stato, Sezione VI, dicembre 2015Sul cambio di destinazione dell’immobile: l'attività di affittacamere si differenzia da quella alberghiera?
Consiglio di Stato, Sezione IV, gennaio 2016[A] La realizzazione di una piscina adiacente ad un giardino monumentale, con sottostanti “volumi tecnici” e “spogliatoi” è sufficiente ad escludere l’utilizzo dell’immobile per attività ricettiva meramente episodica e, allo stesso tempo, a farne dedurre la destinazione alberghiera? [B] Sulle conseguenze scaturenti dal cambio di destinazione d’uso strutturale non consentito dalla disciplina urbanistica
Consiglio di Stato, Sezione IV, gennaio 2016[A] In seguito all’annullamento giurisdizionale di un titolo abilitativo (o di un diniego di esso), l’Amministrazione deve riesaminare la relativa istanza “ora per allora” ovvero tenere conto della normativa medio tempore sopravvenuta? [B] Sulla procedura disciplinata dall’art. 5, d.P.R. nr. 447/1998: in particolare sul concetto di sufficienza o insufficienza delle aree esistenti destinate ad insediamenti produttivi. [C] Sull’interpretazione della disciplina di cui agli artt. 6 e 8 del decreto legislativo 31 marzo 1998, nr. 114: può essere legittimamente negato l’insediamento di nuove strutture di vendita o l’ampliamento di quelle esistenti unicamente sulla base della mancanza della fissazione dei criteri inerenti la programmazione locale?
Consiglio di Stato, Sezione VI, gennaio 2016Sul titolo edilizio necessario alla realizzazione del muro di cintar
Corte di Cassazione, Sezione IV-Penale, gennaio 2016
Argomenti trattati: Penale e reati edilizi
Sull’elemento soggettivo del reato di abuso d’ufficio: quest’ultimo può ritenersi integrato per il solo svolgimento di un iter procedimentale “definito come eccessivamente sollecito della pratica”?
T.A.R. Toscana, Sezione III, dicembre 2015Può il potere di diniego di sanatoria e/o di autorizzazione paesaggistica essere esercitato attraverso un dispositivo implicito secondo lo schema del provvedimento implicito?
T.A.R. Toscana, Sezione III, dicembre 2015Sui limiti del legittimo esercizio dello jus excludendi: la recinzione di un fondo può essere ostacolata dall'esistenza di una previsione vincolistica del piano regolatore?
T.A.R. Toscana, Sezione III, marzo 2015Il T.A.R. solleva la questione di legittimità costituzionale in materia di s.c.i.a. dell’art. 84 bis comma 2 lettera b. della L.R. Toscana 1/05 nel momento in cui consente l’esercizio dei poteri sanzionatori relativi a determinate categorie di interventi edilizi che hanno formato oggetto di s.c.i.a. anche oltre il termine di 30 giorni dalla sua presentazione sulla base del mero riscontro della difformità dalle norme urbanistiche o dalle prescrizioni degli strumenti urbanistici generali, degli atti di governo del territorio o dei regolamenti edilizi, alterando gravemente l’equilibrio fra i due valori sopra menzionati a tutto sfavore della tutela dell’affidamento del privato che la norma non tiene in alcun considerazione, equiparando in tutto e per tutto le opere conformi alla s.c.i.a. a quelle realizzate in modo del tutto abusivo
T.A.R. Lombardia Milano, Sezione IV, dicembre 2015[A] Sulla giurisdizione relativa all’impugnazione dell’avviso di pagamento del canone patrimoniale non ricognitorio (COSAP). [B] Sul presupposto applicativo del canone concessorio non ricognitorio, con particolare riferimento all’art. 93 del D.L.vo n. 259 del 200 (codice delle comunicazione elettroniche), con il quale viene imposto ai comuni il divieto di imposizione di oneri o canoni per l’impianto di reti o per l’esercizio dei servizi di comunicazione elettronica
T.A.R. Abruzzo L’Aquila, Sezione I, dicembre 2015Può la conformità di opere edilizie in difformità o in assenza di titolo abilitativo previamente rilasciato essere verificata in relazione ad opere non più esistenti al momento del rilascio del titolo ex post ovvero solo virtualmente dichiarate? A quale rischio si espone chi avendo presentato istanza di accertamento di conformità pone in essere, nelle more della definizione del procedimento (e nella incertezza del suo esito), atti traslativi della proprietà (e del possesso) senza avere avuto riscontro positivo dell’istanza?
Consiglio di Stato, Sezione IV, dicembre 2015[A] Sul principio di tipicità degli atti e dei provvedimenti amministrativi: quali effetti è possibile fare discendere dal verbale di sopralluogo volto a verificare se l’esecuzione delle opere corrisponda al progetto? [B] La struttura procedimentale del permesso di costruire e del nulla osta paesaggistico, consente di considerare la procedura per il rilascio di quest’ultimo quale "presupposto necessario" del procedimento per il rilascio della concessione edilizia? [C] Sull’ampiezza della autonomia intercorrente tra i procedimenti relativi al permesso di costruire e al nullaosta paesistico: sull’apparente contrasto interpretativo tra giudice penale ed amministrativo interviene il Consiglio di Stato
Consiglio di Stato, Sezione IV, novembre 2015
Argomenti trattati: Sanzioni edilizie per abusi
Sulla combinazione della vicinitas con la funzione non discrezionale della vigilanza edilizia; in particolare sull’obbligo del Comune di provvedere sull'istanza di repressione di abusi edilizi realizzati sul terreno confinante, formulatagli dal relativo proprietario
Corte di Cassazione, Sezione II Civile, dicembre 2015
Argomenti trattati: Vendita
Sulla nullità prevista dall'art. 40 della legge n. 47 del 1985: nel caso in cui l'immobile, munito di regolare concessione e di permesso di abitabilità, non annullati né revocati, abbia un vizio di regolarità urbanistica non oltrepassante la soglia della parziale difformità rispetto alla concessione può essere pronunciata sentenza di trasferimento coattivo ex art. 2932 cod. civ.?
Corte di Cassazione, Sezione III Penale, dicembre 2015
Argomenti trattati: Sanzioni edilizie per abusi
[A] In generale sulla demolizione ordinata dal giudice penale ai sensi dell'art. 31, comma 9 d.P.R., 380/01. [B] In particolare sulla natura della demolizione ordinata dal giudice penale ai sensi dell'art. 31, comma 9 d.P.R., 380/01. [C] Sulla compatibilità o meno dell'ordine di demolizione e del sequestro eseguiti dopo la cessione a terzi del manufatto abusivo con le norme CEDU
Corte di Cassazione, Sezione III Penale, dicembre 2015[A] Il reato di pericolo previsto dall'art. 181 del D.Lgs. 22 gennaio 2004, n. 42, richiede ai fini della sua configurabilità un effettivo pregiudizio per l'ambiente? [B] Il positivo accertamento di compatibilità paesaggistica dell'abuso edilizio eseguito in zona vincolata esclude la punibilità del reato di pericolo di cui all'art. 181, comma 1-bis, D.Lgs. 22 gennaio 2004, n. 42?
T.A.R. Marche, Sezione I, dicembre 2015[A] Sulla configurabilità, o meno, di controinteressati nell’impugnazione di un diniego di permesso di costruire o di un'ordinanza di demolizione, con particolare riferimento al caso in cui sia palese la posizione di vantaggio che scaturirebbe per il terzo dall'esecuzione della misura repressiva ed a quello in cui il terzo abbia provveduto a segnalare all'Amministrazione l'illecito edilizio da altri commesso. [B] Il soggetto che ha prestato acquiescenza al rigetto dell'istanza di sanatoria di opera da lui abusivamente realizzata decade dalla possibilità di rimettere in discussione le ragioni del diniego in sede di impugnazione dell'ordine di demolizione?
T.A.R. Emilia Romagna Bologna, Sezione II, dicembre 2015I manufatti originariamente abusivi che non risultano sanati o condonati possono essere soggetti a regime della D.I.A.?
T.A.R. Campania Napoli, Sezione III, dicembre 2015
Argomenti trattati: Pertinenza urbanistica
La realizzazione di una veranda necessita del permesso di costruire?
T.A.R. Campania, Salerno, Sezione II, dicembre 2015
Argomenti trattati: Case mobili Permesso di costruire
Per l’installazione di campers e roluttes - qualora questi, anche se non ancorati stabilmente al suolo, siano idonei ad essere utilizzate come abitazioni e diretti a soddisfare esigenze non meramente temporanee e precarie dell’avente diritto - risulta sempre necessario il permesso di costruire?
T.A.R. Calabria Catanzaro, Sezione II, dicembre 2015
Argomenti trattati: Oneri concessori Giurisdizione
[A] La giurisdizione del giudice amministrativo in ordine all'an e al quantum dell'oblazione e del contributo per oneri di urbanizzazione e per costo di costruzione viene meno a seguito dell’emissione dell’ingiunzione di pagamento ai sensi dell’articolo 2 del R.D. n. 639 del 1910? [B] Sulla decorrenza della prescrizione del diritto di credito relativo alla quota di contributo relativa agli oneri di urbanizzazione e a quella relativa al costo di costruzione
Consiglio di Stato, Sezione V, dicembre 2015[A] Quale responsabilità può essere imputata ai proprietari delle aree interessate dallo “spargimento dei rifiuti”, laddove quest’ultimo consista nello spargimento di rottami tipici come parti di fusoliera, di carrelli, di timoni di coda e di parti interne, conseguente allo schianto di un velivolo? [B] Che rilievo assume ai fini della configurabilità o meno di una responsabilità del proprietario dell’area la “vetustà” dei rifiuti? L’inerzia delle amministrazioni coinvolte ed il lungo tempo trascorso dai fatti rendono i rottami res derelictae usucapibili con il decorso del tempo dai proprietari dei terreni?
Consiglio di Stato, Sezione V, dicembre 2015Sull’interpretazione dell’art. 208, co. 6, d.lgs. n. 152 del 2006: lo strumento urbanistico richiamato dalla norma, deve essere identificato con il solo piano regolatore comunale, ovvero è riferibile anche ai piani e programmi di livello superiore [con la rilevante conseguenza che l’approvazione del progetto di costruzione e gestione di un impianto di smaltimento e recupero di rifiuti, oltre a sostituirsi a tutti gli atti di assenso regionali, provinciali e comunali (e valere come dichiarazione di pubblica utilità indifferibilità e urgenza), dovrebbe costituire variante automatica non solo agli strumenti urbanistici comunali ma anche a tutti gli altri piani e programmi sovra ordinati]?
Consiglio di Stato, Sezione V, dicembre 2015Sul potere dell'Amministrazione - decorso il termine per l'inibizione dell'esecuzione delle opere, di cui all'art. 23, comma 6, del d.P.R. n. 380/2001 - di verificare se l’intervento possa effettivamente essere realizzato sulla base della denuncia di inizio attività e sulla connessa possibilità di esercitare i poteri di vigilanza e sanzionatori previsti dall'ordinamento
Consiglio di Stato, Sezione IV, dicembre 2015
Argomenti trattati: Vincolo urbanistico
La destinazione ad attrezzature ricreative, sportive ed a verde data dal PRG ad aree di proprietà privata comporta l'imposizione sulle stesse di un vincolo espropriativo?
Consiglio di Stato, Sezione IV, novembre 2015
Argomenti trattati: Sanzioni edilizie per abusi
Sull'istanza di repressione di abusi edilizi: il Comune è gravato da un obbligo di provvedere sull'istanza formulatagli dal proprietario del terreno confinante?
Corte di Cassazione, Sezione III Penale, dicembre 2015La ricostruzione di un "rudere" senza il preventivo rilascio del permesso di costruire integra il reato di cui all'art. 44 lett. c) d.p.r. n. 380 del 2001?
Corte di Cassazione, Sezione III, novembre 2015Sui rapporti tra ordine di remissione in pristino dello stato originario dei luoghi (mediante bonifica dalle sostanze contaminanti derivanti dal deposito di materiali non inerti) e dichiarazione di estinzione del reato per maturata prescrizione
Corte di Cassazione, Sezione III Penale, novembre 2015
Argomenti trattati:
Precisazioni sul termine «consistenza» di ciò che si è demolito o è crollato, di cui all'art. 3, comma 1, lett. d) d.p.r. 380/01
Corte di Cassazione, Sezione II Civile, dicembre 2015Che disciplina si applica nell’ipotesi in cui gli strumenti urbanistici stabiliscano determinate distanze dal confine ma prevedano la possibilità di costruire "in aderenza" od "in appoggio"?
Consiglio di Stato, Sezione VI, dicembre 2015Sulla questione d’illegittimità costituzionale (in riferimento ai princìpi di proporzionalità e alla tutela dei diritti di proprietà costituzionalmente garantiti) dell’art. 167, comma 4, lettera a), del d. lgs. n. 42 del 2004 nella parte in cui esclude la possibilità del rilascio di un’autorizzazione paesaggistica in sanatoria per tutti gli interventi comportanti incremento di superfici e di volumi, indipendentemente dall’accertamento concreto già effettuato della compatibilità di tali interventi con i valori di tutela paesaggistica dello specifico sito considerato: la separazione, strutturale e funzionale, degli interessi pubblici coinvolti basta a giustificare la diversità della disciplina ordinaria in tema di autorizzazione paesaggistica rispetto alla disciplina sul permesso di costruire o sugli altri titoli legittimanti l'intervento urbanistico-edilizio?
Consiglio di Stato, Sezione IV, dicembre 2015
Argomenti trattati: Ristrutturazione edilizia
L’intervento di demolizione e ricostruzione che non rispetti la sagoma dell'edificio preesistente configura un intervento di nuova costruzione o di ristrutturazione edilizia?
Consiglio di Stato, Sezione IV, novembre 2015Sul concetto di prospicienza: affaccio e prospetto sono sinonimi di adiacenza?
Consiglio di Stato, Sezione VI, ottobre 2015
Argomenti trattati: Vincolo paesaggistico
Sulla capacità di un Piano paesistico di dettare prescrizioni vincolanti direttamente applicabili alle fattispecie concrete: il Piano paesistico assorbe interamente la verifica di garanzia dell’interesse paesaggistico?
T.A.R. Campania Napoli, Sezione V, dicembre 2015
Argomenti trattati: Industrie insalubri
Sugli stringenti limiti imposti alle attività industriali nell’ambito dei centri abitati: in questo contesto come devono essere trattati gli allevamenti di animali? La loro consistenza numerica assume una qualche rilevanza?
T.A.R. Campania Napoli, Sezione VIII, dicembre 2015[A] Quando lo strumento urbanistico generale prevede che la sua attuazione debba aver luogo mediante un piano di livello inferiore, il rilascio del titolo edilizio può essere legittimamente disposto solo dopo che lo strumento esecutivo sia divenuto perfetto ed efficace? [B] In presenza di una normativa urbanistica generale che preveda per il rilascio del titolo edilizio in una determinata zona l'esistenza di un piano attuativo, è consentito superare tale prescrizione facendo leva sulla situazione di sufficiente urbanizzazione della zona stessa? [C] Sulla ratio dei piani particolareggiati e dei piani di lottizzazione
T.A.R. Campania Napoli, Sezione VIII, dicembre 2015Sul provvedimento di annullamento d’ufficio di un permesso di costruire; in particolare sul relativo onere motivazionale e sulle ipotesi determinate in cui l’interesse pubblico all’eliminazione dell’atto illegittimo è da considerarsi in re ipsa
T.A.R. Lazio, Latina, Sezione I, dicembre 2015
Argomenti trattati: Permesso di costruire
Sul titolo abilitativo tacito: che rilevanza assume in questo contesto la completezza della documentazione allegata all’atto propulsivo del procedimento?
T.A.R. Lombardia Milano, Sezione II, dicembre 2015[A] L’interruzione dei termini procedimentali a seguito del preavviso di diniego deve ritenersi applicabile anche al permesso di costruire? [B] Sull’onere motivazionale gravante sull’amministrazione ex art. 10-bis, legge n. 241 del 1990, con particolare riferimento alla qualificazione di un intervento edilizio come manutenzione straordinaria
T.A.R. Lombardia Milano, Sezione II, dicembre 2015
Argomenti trattati: Oneri concessori
Sull’oggetto della controversia attinente alla spettanza e liquidazione del contributo per gli oneri di urbanizzazione: l'istituto dell'acquiescenza rispetto alla liquidazione del contributo e alla sua corresponsione può considerarsi configurabile?
T.A.R. Lombardia Milano, Sezione III, dicembre 2015Sulle matrici materiali di riporto che non siano risultate conformi ai limiti del test di cessione: la qualificazione dei materiali di riporto come “fonti di contaminazione” prevale sulla qualificazione di “matrici ambientali” e impone di intervenire su tali materiali con le specifiche modalità previste dal citato art. 3 comma 3, anziché con le procedure ex artt. 242 ss. del Codice dell’ambiente?
T.A.R. Toscana, Sezione I, dicembre 2015
Argomenti trattati: Perequazione urbanistica
Sull’attuale ruolo sociale dell’urbanistica: sviluppo complessivo ed armonico del territorio e meccanismi di redistribuzione della ricchezza generata dalle scelte operate attraverso gli strumenti della pianificazione. Sui noti sintagmi “urbanistica perequativa” e/o “compensativa”
T.A.R. Toscana, Sezione III, novembre 2015L’istallazione di manufatti adibiti a cucinotti, ripostigli, depositi in zone destinate al campeggio assume rilevanza ai fini urbanistici ed edilizi? A tal proposito che ampiezza ha la nozione di accessori? Che rilievo assume in tal senso la prassi commerciale in cui sono considerati accessori dei camper e delle roulotte le installazioni facilmente smontabili che si aggiungono ai componenti essenziali del veicolo accrescendone la funzionalità, quali i cucinotti, le verande, i portabici etc.?
T.A.R. Toscana, Sezione III, novembre 2015[A] Sulla differente ratio dell’ordinanza di sospensione dei lavori adottata dall’Amministrazione comunale ai sensi dell’art. 27, comma 3, del DPR n. 380 del 2001 rispetto a quella dell’ordinanza che ha ad oggetto l’ordine di interrompere l’esecuzione degli interventi di cui alla s.c.i.a. presentata da parte ricorrente, ex art. 84, comma 6, della legge regionale Toscana n. 1 del 2005. [B] Quand’è che si può parlare di rialzamento legittimo in sede di ristrutturazione? Che rilievo assumono a tal fine le esigenze di consolidamento statico e di risparmio energetico? Il rialzamento dovuto all’inserimento di un tetto ventilato per ragioni di risparmio energetico può essere qualificato come modifica di sagoma?
T.A.R. Puglia, Lecce, Sezione I, novembre 2015[A] Sulla nozione di stabilimento balneare: la circostanza che “i soggetti che avrebbero usufruito dell’area in esame sarebbero stati: “… gli ospiti della struttura alberghiera e non solo questi ultimi” impedisce tale qualificazione? [B] Può l’amministrazione adottare un atto di diniego di una concessione demaniale marittima fondandolo sulla volontà di riservare alla libera balneazione “… una delle poche aree rimaste liberamente fruibili per la balneazione nel tratto di fascia costiera di una certa località? Una tale motivazione è giuridicamente ineccepibile?
T.A.R. Liguria, Sezione I, novembre 2015
Argomenti trattati: Sanzioni edilizie per abusi
[A] La presenza di “un gradino in più” nella scala esterna, può essere elemento sufficiente a giustificare l’ordinanza di demolizione? [B] Che rilievo assume la realizzazione abusiva di fioriere e di un lavandino con pilastrini annessi? Semplici finiture o creazione di volumetria?
T.A.R. Lazio Roma, Sezione II-ter, dicembre 2015
Argomenti trattati: Demanio
Sulla concessione OSP per l’esercizio di un’attività di tipo commerciale: nel delicato rapporto tra protezione dell’ambiente cittadino con caratteri di rilevanza storico, artistica, culturale ed ambientale e disciplina della libertà di iniziativa economica, quale ampiezza residua ai poteri della PA?

 
Copyright PressLex della Dott.ssa Chiara Morocchi, Via Dante Alighieri 17 (Castelfranco), 52026, Castelfranco Piandiscò (AR)
P.I. 02124850518 - C.F. MRCCHR73E67D583D


La riproduzione totale o parziale effettuata con qualsiasi mezzo e su qualsiasi supporto idoneo alla riproduzione e trasmissione non è consentita senza il consenso scritto del direttore della rivista. Sono consentiti links da altri siti esclusivamente alla prima pagina della rivista e/o ai documenti di libero accesso (non riservati agli abbonati) purché venga chiaramente indicato che si tratta di links verso la Rivista Internet www.urbanisticaitaliana.it.


Web site engine code is Copyright © 2003 by PHP-Nuke. All Rights Reserved. PHP-Nuke is Free Software released under the GNU/GPL license.