Rivista giuridica di urbanistica ed edilizia. ISSN 24989916     Direttori:  Avv. Francesco Barchielli,   Avv. Federico Faldi  e  Avv. Gherardo Lombardi
Vincolo archeologico
T.A.R. Lazio, Sezione II quater, 1 luglio 2021

[A] Se il provvedimento di imposizione del vincolo archeologico abbia natura recettizia o meramente informativa.

[B] Se la sanatoria paesaggistica postuma di cui all’art. 167 commi 4 e 5 del D.Lgs. 42/2004 sia applicabile sia ai “beni paesaggistici”, sia ai “beni culturali”.

T.A.R. Lazio, Roma, Sez. II stralcio, 9 luglio 2020
Sulla ripartizione delle competenze riguardo alla vigilanza sull'attività edilizia con riguardo ai beni archeologici e culturali.
Consiglio di Stato, Sez. VI, 10 febbraio 2020
Sulla differenza fra vincolo archeologico diretto e vincolo archeologico indiretto.
T.A.R. Lazio, Latina, Sez. I, 13 novembre 2019
Il diniego di condono è sufficientemente motivato con il mero richiamo alla sussistenza del vincolo idrogeologico oppure paesaggistico o archeologico?
T.A.R. Sardegna, Cagliari, Sez. II, 25 luglio 2019
Sulle caratteristiche del giudizio di accertamento dell'interesse artistico, storico, archeologico o etnoantropologico, sia per le cose mobili che per le cose immobili, secondo la disciplina dettata dal Codice dei beni culturali.
T.A.R. Campania, Napoli, Sezione VII, 17 aprile 2018
Ai fini della realizzazione di opere su beni demaniali è possibile affermare che il nulla osta della Soprintendenza Archeologica sia idoneo a sopperire alla mancanza della autorizzazione dell'autorità demaniale stessa?
Consiglio di Stato, Sezione IV, 15 novembre 2017
Sulla possibile estensione del vincolo archeologico: l'effettiva esistenza delle cose da tutelare può essere dimostrata anche per presunzione?
T.A.R. Campania, Napoli, Sezione VI, 10 ottobre 2017
Sul vaglio circa la sanabilità di un’opera abusiva da parte dell’autorità preposta al vincolo sopravvenuto: il diniego della PA può far perno esclusivamente sulla contrarietà dell'intervento edilizio realizzato rispetto alle nuove previsioni del vincolo archeologico?
Consiglio di Stato, Sezione VI, 7 giugno 2017
Sul regime giuridico dei beni di interesse artistico, storico o archeologico «ritrovati nel sottosuolo» e su quello, diverso dei beni ritrovati in parti di edifici soprastanti il ‘piano di campagna’.
Consiglio di Stato, Sezione VI, 26 maggio 2017
Sull'estensione del potere di vietare l’edificabilità di un’intera area per salvaguardare il decoro, la visibilità e il peculiare contesto ambientale nel quale si trova un bene archeologico da tutelare. Se l'area archeologica è situata in cacumine elati montis (sia essa un castrum ovvero un’acropoli di epoca greco-romana), può l'Amministrazione sottoporre a vincolo indiretto anche i terreni circostanti?
T.A.R. Puglia, Lecce, Sezione I, 10 marzo 2017
La parziale riserva di cui all'articolo 52, co. 2 r.d. n. 2537/1925, riguarda la totalità degli interventi concernenti immobili di interesse storico e artistico, ovvero inerisce alle sole parti di intervento di edilizia civile che implichino scelte culturali connesse alla maggiore preparazione accademica conseguita dagli architetti nell'ambito delle attività di restauro e risanamento di tale particolarissima tipologia di immobili?
T.A.R. Campania, Napoli, Sezione III, 17 gennaio 2017
Il sopravvenuto vincolo archeologico richiede l'adozione di una variante urbanistica per essere efficace?
T.A.R. Veneto, Sezione II, 27 giugno 2016
Sulla diversità di funzione assolta dal vincolo archeologico e dal vincolo paesaggistico sulle zone di interesse archeologico
T.A.R. Campania Napoli, Sezione II, 19 luglio 2016
Il provvedimento che ordina la demolizione di un organismo edilizio realizzato in un’area soggetta a vincolo archeologico può considerarsi legittimo anche laddove sia motivato con la semplice descrizione delle opere abusive e il richiamo alla loro accertata abusività?
T.A.R. Campania Napoli, Sezione VI, 19 luglio 2016
La valutazione di compatibilità rispetto ad un vincolo (nel caso di specie archeologico) può mutare a seconda che l'opera sia stata realizzata o meno?
Consiglio di Stato, Sezione IV, 2 febbraio 2016
Sui rapporti tra vincolo paesaggistico e vincolo archeologico: l’apposizione del vincolo paesistico è subordinata alla preesistenza di un vincolo archeologico?
Consiglio di Stato, Sezione IV, 2 febbraio 2016
[A] Il controinteressato per essere tale deve necessariamente essere preso in considerazione nel provvedimento impugnato? Alcune precisazioni sulle ipotesi in cui il vicino, autore di un esposto o di una denuncia, assume la veste di controinteressato nel giudizio contro l’annullamento di un determinato provvedimento amministrativo. [B] Sui rapporti tra vincolo paesaggistico e vincolo archeologico: “paesaggio archeologico” e “sito archeologico” possono essere considerati sinonimi? La circostanza che in una specifica porzione di territorio rientrante nella perimetrazione della zona archeologica non siano presenti reperti, determina di per sé l’esclusione della tutela paesaggistica della zona di interesse archeologico?
T.A.R. Campania Napoli, Sezione VI, 22 maggio 2015
Sul vincolo di inedificabilità connesso alla presenza di testimonianze archeologiche
T.A.R. Campania, Salerno, Sezione II, 16 febbraio 2015
Sul vincolo di inedificabilità connesso alla presenza di testimonianze archeologiche
Consiglio di Stato, Sezione VI, 15 dicembre 2014
Sulla sottoposizione a vincolo archeologico di un’intera zona, considerata come parco o complesso archeologico
T.A.R. Molise, Sezione I, 11 aprile 2014
Sui presupposti per l’apposizione del vincolo archeologico da parte della Soprintendenza
T.A.R. Sicilia Catania, Sezione II, 17 marzo 2014
Sul requisito necessario e sufficiente perché una zona sia dichiarata di interesse archeologico
Consiglio di Stato, Sezione IV, 1 aprile 2014
Ai fini della tutela vincolistica su beni archeologici, l’effettiva esistenza delle cose da tutelare può essere dimostrata anche per presunzione
T.A.R. Campania Napoli, Sezione VII, 6 giugno 2013
[A] Il vincolo di inedificabilità connesso alla presenza di testimonianze archeologiche non è astrattamente qualificabile come assoluto. [B] Sul vincolo archeologico e sul procedimento di condono. [C] La sanzione dell'ordine di demolizione, prevista dall'art. 31 del d.P.R. 6 giugno 2001, n. 380, sfugge alla regola del giudicato penale ed è sempre riesaminabile in sede esecutiva
T.A.R. Lazio Roma, Sezione II Quater, 19 gennaio 2013
Per l’imposizione del vincolo archeologico non occorre che i reperti siano stati già rinvenuti
T.A.R. Toscana, Sezione III, 16 ottobre 2012
Sulla declaratoria del particolare interesse archeologico di un bene
T.A.R. Campania Salerno, Sezione II, 24 aprile 2012
Sulla presenza sull’area interessata dai lavori abusivi del vincolo archeologico e sull’istanza del titolo edilizio in sanatoria
T.A.R. Calabria Catanzaro, Sezione I, 24 gennaio 2011
Il vincolo archeologico può essere limitato ai fondi immediatamente circostanti ai resti archeologici
T.A.R. Umbria, Sezione I, 24 agosto 2010
In materia archeologica il valore artistico dei reperti non è determinante
T.A.R. Campania Salerno, Sezione II, 28 giugno 2010
Sul provvedimento con il quale è stato apposto il vincolo di tutela archeologica su un immobile per il quale non si seguita la notifica all’interessato
T.A.R. Lazio Roma, Sezione II quater, 7 giugno 2010
Sulla sottoposizione a vincolo archeologico di un'intera zona, considerata come parco o complesso archeologico, anche se i reperti riportati alla luce siano stati rinvenuti soltanto in alcuni terreni vincolati
T.A.R. Sicilia Palermo, Sezione I, 15 febbraio 2010
Nel procedimento per l’autorizzazione per la costruzione e l’esercizio degli impianti eolici è illegittimo il parere di compatibilità paesaggistica espresso dalla Soprintendenza per i beni archeologici al di fuori della conferenza di servizi
T.A.R. Campania Napoli, Sezione VII, 16 dicembre 2009
Sull'imposizione del vincolo archeologico e sulla necessità o meno che i reperti archeologici siano materialmente trovati o portati alla luce
Consiglio di Stato, Sezione VI, 17 giugno 2009
Sull’imposizione del vincolo archeologico e sulla necessità o meno che i reperti debbano essere materialmente trovati
T.R.G.A. Trento, 4 giugno 2009
Il vincolo archeologico non è ex se ostativo all’edificazione
T.A.R. Campania Napoli, Sezione II, 21 maggio 2009
Sui presupposti e sugli effetti del provvedimento d’imposizione del vincolo archeologico
T.A.R. Sicilia Catania, Sezione I, 30 marzo 2009
Il sistema normativo di cui agli artt. 10 e ss. del Codice di cui al D.lgs 42 del 2004 non consente di apprezzare la sussistenza dell’interesse archeologico laddove solamente si ipotizzi la più o meno probabile esistenza di siti di rilevanza storica
Consiglio di Stato, Sezione VI, 23 dicembre 2008
[A] Sulla volontaria distruzione o dispersione di reperti e sulla sanzionabilità o meno nel caso in cui non sia stato imposto preventivamente ed esplicitamente il vincolo archeologico. [B] Sulla “notifica in forma amministrativa” al fine di rendere nota la particolare importanza del luogo e sulla necessità o meno che la stessa coincida con il decreto istitutivo del vincolo archeologico
Consiglio di Stato, Sezione VI, 23 dicembre 2008
Sull’apposizione del vincolo archeologico c.d. “diretto” ed “indiretto”
Corte di Cassazione, Sezione I, 5 settembre 2008
Sulla natura assoluta o meno dell’inedificabilità derivante dal vincolo archeologico
T.A.R. Lazio Roma, Sezione II, 7 aprile 2008
Sul provvedimento di imposizione del vincolo archeologico imposto su ampie aree
T.A.R. Lazio Roma, Sezione II Quater, 29 febbraio 2008
Sulla violazione dell’onere dell’autorità procedente di avvisare il destinatario del provvedimento impositivo del vincolo archeologico
T.A.R. Campania Napoli, Sezione I, 5 aprile 2006
Sull’illegittimità del comportamento dell’Amministrazione che protrae “sine die” la fase di ricerca archeologica
T.A.R. Lazio Roma, Sezione II Bis, 16 febbraio 2006
Sul “vincolo archeologico indiretto” e sulle misure non tipizzate che l’Amministrazione può adottare
T.A.R. Campania Napoli, Sezione III, novembre 2005, n. 19363
Sui presupposti per l’imposizione del vincolo di natura archeologica e sulla sull’ampia discrezionalità di cui dispone l’Amministrazione nella valutazione della presunta disseminazione dei reperti archeologici
T.A.R. Piemonte, Sezione I, 4 maggio 2005, n. 1363
Il regime di inedificabilità del terreno interessato da vincolo archeologico ha carattere obiettivo e consegue all’adozione del provvedimento impositivo del vincolo medesimo e non alla sua trascrizione