Rivista giuridica di urbanistica ed edilizia. ISSN 24989916     Direttori:  Avv. Francesco Barchielli,   Avv. Federico Faldi  e  Avv. Gherardo Lombardi
Accesso agli atti
TAR Toscana, Firenze, Sezione I, 26 aprile 2019
[A] Se la qualità di geometra iscritto al relativo Albo professionale costituisca titolo di legittimazione al ricorso contro una delibera comunale riguardante le tariffe correlate alle richieste di ricerca, visione ed estrazione di copia di atti e pratiche giacenti presso gli archivi comunali. [B] Sul principio di gratuità dell’esame e dell’ostensione dei documenti di cui all’art. 25, comma 1, della l. n. 241/1990. [C] Se possa ritenersi sussistente una distinzione fra diritto di accesso e visione delle pratiche.
T.A.R. Abruzzo, Pescara, Sez. I, 26 settembre 2018
La circostanza che gli elaborati progettuali allegati alla pratica edilizia siano tutelati dal diritto d’autore può essere posta dalla Amministrazione a fondamento del diniego di accesso?
T.A.R. Campania, Napoli, Sezione VI, 1 marzo 2017
Sul diritto di accesso agli atti in materia edilizia: l’art. 20 c. 6 del T.U. n. 380 del 2001 assicura a qualsiasi soggetto interessato  la possibilità di visionare gli atti del procedimento di rilascio di un permesso di costruire?
C.G.A. Regione Sicilia, 3 marzo 2017
Sui cc.dd. “Comuni aeroportuali” e sui ‘piani di rischio’: cosa accade allorchè il piano di rischio non sia stato adottato? In mancanza del “piano di rischio” tutto può essere consentito e i progetti debbono essere valutati tenendo conto solamente della normativa urbanistica, per così dire, “ordinaria”?
T.A.R. Campania, Salerno, Sezione II, 2 gennaio 2017
La vicinanza tra fondi è di per sé sufficiente a fondare l’interesse “diretto, concreto e attuale” all’accesso agli atti relativi agli interventi edilizi realizzati in uno di questi?
T.A.R. Lombardia, Brescia, Sez. I, 13 luglio 2016
Sul diritto di accesso in materia edilizia: il fatto che sulle pratiche edilizie siano in corso indagini penali impone sui connessi documenti un vincolo di segretezza?
T.A.R. Campania Napoli, Sezione VII, 5 luglio 2016
Che rilevanza assume ai fini della valutazione della tardività del ricorso la procedura di accesso promossa dai ricorrenti?
Consiglio di Stato, Sezione V, 21 giugno 2016
[A] La cartografia, la carta geologica, la planimetria e le sezioni stratigrafiche devono considerarsi documenti ambientali? [B] Sulle condizioni necessarie e sufficienti per l’accesso all’informazione ambientale
T.A.R. Campania Napoli, Sezione VI, 12 maggio 2016
Sull’esercizio dell’accesso ai titoli abilitativi in materia edilizia rilasciati dai Comuni: può essere affermata, in subiecta materia, l'esistenza di un diritto alla riservatezza in capo ai controinteressati comportante l’applicazione dell’art. 3 del d.P.R. n.184 del 2006?
Consiglio di Stato, Sezione VI, 9 maggio 2016
[A] È possibile affermare che la regola sancita dall’art. 31, nono comma, della legge 17 agosto 1942, n. 1150 (secondo cui “chiunque può prendere visione presso gli uffici comunali, della licenza edilizia e dei relativi atti di progetto e ricorrere contro il rilascio della licenza edilizia in quanto in contrasto con le disposizioni di leggi o dei regolamenti o con le prescrizioni di piano regolatore generale e dei piani particolareggiati di esecuzione”) abbia inteso introdurre una forma di azione popolare? [B] Sulla vicinitas: la presenza di alberi da alto fusto tra le proprietà interessate comporta il venire meno dell'interesse al ricorso del soggetto che impugni il titolo edilizio rilasciato a terzi che, asseritamente, lo priva della veduta?
T.A.R. Toscana, Sezione III, 27 aprile 2016
[A] È possibile affermare che la regola sancita dall’art. 31, nono comma, della legge 17 agosto 1942, n. 1150 (secondo cui “chiunque può prendere visione presso gli uffici comunali, della licenza edilizia e dei relativi atti di progetto e ricorrere contro il rilascio della licenza edilizia in quanto in contrasto con le disposizioni di leggi o dei regolamenti o con le prescrizioni di piano regolatore generale e dei piani particolareggiati di esecuzione”) abbia inteso introdurre una forma di azione popolare? [B] Sulla vicinitas: la presenza di alberi da alto fusto tra le proprietà interessate comporta il venire meno dell'interesse al ricorso del soggetto che impugni il titolo edilizio rilasciato a terzi che, asseritamente, lo priva della veduta?
T.A.R. Friuli Venezia Giulia, Sezione I, 18 gennaio 2016
Ai sensi dell’articolo 22, comma 1, lettera a), L. n. 241/1990, il diritto di accesso comprende sia la visione, sia l’estrazione di copia del documento amministrativo e l’impedimento all’accesso si effettua, ai sensi dell’articolo 24 L. n. 241/1990, nelle forme dell’esclusione o del differimento, e non anche del divieto di estrazione di copia
T.A.R. Toscana, Sezione II, 25 novembre 2015
Sul diritto di accesso nei procedimenti di controllo o ispettivi, con particolare riferimento all’ordinanza contingibile ed urgente con cui il sindaco ha ordinato "di disporre un radicale intervento di pulizia con idoneo smaltimento dei rifiuti a pubblica discarica ripristinando le condizioni igienico—sanitarie”
T.A.R. Friuli Venezia Giulia, Sezione I, 4 novembre 2015
Sulla giurisprudenza in materia di diritto di accesso ai documenti amministrativi
T.A.R. Veneto, Sezione III, 20 marzo 2015
Sull’esistenza o meno, in capo al soggetto cui sono stati notificati i verbali conclusivi di un accertamento, del diritto di accesso relativamente all'esposto che ha dato origine alle verifiche ispettive
T.A.R Marche, Sezione I, 7 novembre 2014
Sul regime molto esteso diritto di accesso in materia edilizia
Consiglio di Stato, Sezione IV, 11 aprile 2014
[A] Il consigliere può accedere non solo ai "documenti" ma, in genere, a qualsiasi "notizia" o " informazione " utili all'esercizio delle funzioni consiliari, ma non è neppure tenuto a motivare la sua richiesta, né l' ente ha titolo per sindacare il rapporto tra la richiesta di accesso e l'esercizio del mandato. [B] Il diritto di accesso può esercitarsi anche rispetto a documenti di natura privatistica
Consiglio di Stato, Sezione IV, 13 marzo 2014
[A] Sull’art. 31, nono comma, della legge 17 agosto 1942, n. 1150 (secondo cui “chiunque può prendere visione presso gli uffici comunali, della licenza edilizia e dei relativi atti di progetto e ricorrere contro il rilascio della licenza edilizia in quanto in contrasto con le disposizioni di leggi o dei regolamenti o con le prescrizioni di piano regolatore generale e dei piani particolareggiati di esecuzione”. [B] La vicinitas condizione necessaria ma da sola non sufficiente a fondare la legittimazione e l’interesse al ricorso
T.A.R. Lazio Roma, Sezione III, 21 gennaio 2014
L'accesso ai documenti amministrativi deve essere consentito a prescindere dall'utilità che il richiedente ne potrà trarre, cioè anche quando l'azione giudiziaria, già proposta, risulti palesemente infondata oppure quando il richiedente ha già fatto decorrere il termine decadenziale di impugnazione
T.A.R. Lazio Roma, Sezione I, 10 dicembre 2013
Al di là degli specifici vizi e della specifica motivazione del provvedimento amministrativo di diniego dell'accesso agli atti, il giudice deve verificare se sussistono o meno i presupposti dell'accesso, potendo pertanto negarlo anche per motivi diversi da quelli indicati nel provvedimento amministrativo
T.A.R. Toscana, Sezione III, 28 ottobre 2013
Nel caso di istanza di accesso formulata dal difensore è dunque necessario che la stessa o sia sottoscritta anche dal diretto interessato
T.A.R. Lombardia Brescia, Sezione II, 31 luglio 2013
Sul ricorso presentato per l’accesso agli atti e sulla certificazione resa dall’Amministrazione circa l’impossibilità di reperire gli atti richiesti
Consiglio di Stato, Sezione IV, 8 luglio 2013
Sull’art. 31, nono comma, della legge 17 agosto 1942, n. 1150, secondo cui “chiunque può prendere visione presso gli uffici comunali, della licenza edilizia e dei relativi atti di progetto e ricorrere contro il rilascio della licenza edilizia in quanto in contrasto con le disposizioni di leggi o dei regolamenti o con le prescrizioni di piano regolatore generale e dei piani particolareggiati di esecuzione
T.A.R. Campania Napoli, Sezione VIII, 21 giugno 2013
Sull’art. 31, nono comma, della L. 17 agosto 1942 n. 1150, secondo cui “Chiunque può prendere visione, presso gli uffici comunali, della concessione e dei relativi atti di progetto e ricorrere contro il rilascio della concessione stessa in quanto essa sia in contrasto con le disposizioni di legge, dei regolamenti o con le prescrizioni degli strumenti urbanistici
T.A.R. Puglia Bari, Sezione III, 5 giugno 2013
Sul diniego di accesso alla documentazione relativa agli accertamenti eseguiti nei confronti di altri soggetti
T.A.R. Umbria, Sezione I, 12 aprile 2013
Non può il rimedio dell'accesso essere utilizzato per indurre o costringere l'Amministrazione a formare atti nuovi rispetto ai documenti amministrativi già esistenti, ovvero a compiere un'attività di elaborazione di dati e documenti
T.A.R. Basilicata, Sezione I, 8 marzo 2013
[A] Il ricorso per accesso agli atti amministrativi non deve essere notificato ad almeno un controinteressato. [B] Sul titolo edilizio necessario per l’installazione di torri anemometriche
T.A.R. Veneto, Sezione III, 4 marzo 2013
L’Amministrazione non è libera di scegliere essa stessa le modalità di esecuzione con le quali soddisfare il diritto di accesso, ed è pertanto tenuta a rilasciare copia degli atti
Consiglio di Stato, Sezione VI, 28 gennaio 2013
La situazione “giuridicamente rilevante” disciplinata dalla legge 7 agosto 1990, n. 241, per la cui tutela è attribuito il diritto di accesso, è nozione diversa e più ampia rispetto all’interesse all’impugnativa
Consiglio di Stato, Sezione VI, 29 gennaio 2013
Non ogni denuncia di reato presentata dalla pubblica amministrazione all'autorità giudiziaria costituisce atto coperto da segreto istruttorio penale e come tale sottratta all'accesso
T.A.R. Basilicata, Sezione I, 5 dicembre 2012
Sull’orientamento secondo il quale il termine di impugnazione del procedimento amministrativo non inizia a decorrere laddove l’Amministrazione non abbia consentito nemmeno nella forma della visione l’accesso ad alcun atto del procedimento
T.A.R. Sicilia Catania, Sezione I, 30 settembre 2012
Sull’ammissibilità o meno dell’istanza di accesso agli atti relativa al verbale con il quale la polizia ha attestato l’accesso ed il sopralluogo espletati su un immobile a seguito di segnalazione di abuso edilizio fatta da terzi
T.A.R. Friuli Venezia Giulia, 14 luglio 2011
[A] Sull’accessibilità o meno delle denunce e degli esposti in materia edilizia. [B] Sulla legittimità del diniego di accesso nell’ipotesi di sussistenza di indagini penali
T.A.R. Sicilia Catania, Sezione I, 19 gennaio 2011
Sul procedimento avente ad oggetto il diritto di accesso agli atti relativi al permesso di costruire da parte di terzi e sulla necessità o meno della notifica ai controinteressati ai sensi dell’art. 3 del D.P.R. 12/04/2006 n. 184
Consiglio di Stato, Sezione IV, 23 dicembre 2010
Sui soggetti legittimati ad esercitare il diritto di accesso agli atti amministrativi relativi ai titoli edilizi
T.A.R. Lazio Roma, Sezione I Quater, 10 dicembre 2010
Sul fatto che la Polizia Municipale svolga anche compiti di Polizia Giudiziaria e sull'esercizio del diritto di accesso, previsto dagli art. 22 ss., l. 7 agosto 1990 n. 241, relativamente ad atti trasmessi al giudice penale
T.A.R. Friuli Venezia Giulia, 4 ottobre 2010
Sulle modalità per consentire il diritto di accesso alla documentazione amministrativa
T.A.R. Lazio Roma, Sezione II, 20 luglio 2010
Il soggetto, che subisce un procedimento di controllo o ispettivo ha diritto di conoscere gli esposti e le denunce che hanno determinato l'attivazione di detto procedimento
T.A.R. Toscana, Sezione III, 12 luglio 2010
Sulla legittimazione o meno del soggetto abitante in zona vicina a quella interessata dal permesso di costruire ad accedere ai titoli abilitativi rilasciati ed ai relativi atti progettuali
T.A.R. Campania Napoli, Sezione V, 12 gennaio 2010
Sul diritto di accesso alle informazioni relative allo stato dell'ambiente e del paesaggio nel territorio nazionale, giusta anche le previsioni della Convenzione di Aarhus, e sui limiti entro i quali tale diritto deve comunque essere esercitato
T.A.R. Campania Napoli, Sezione V, 10 luglio 2009
Sulla possibilità o meno di denegare il diritto di accesso a chi intenda prendere visione di pratiche edilizie relative ad opere contigue alla propria abitazione
T.A.R. Lombardia, Sezione II, 11 maggio 2009
Sulla sussistenza o meno del diritto di accesso agli atti da parte del destinatario di un provvedimento repressivo in materia edilizia scaturito da esposti presentati da privati
T.A.R. Campania Salerno, Sezione II, 15 aprile 2009
Sulla sussistenza o meno di un diritto del proprietario di un terreno confinante con un’area oggetto di interventi edilizi, di accedere ai corrispondenti documenti amministrativi al fine di conoscere gli estremi dei provvedimenti abilitativi per l’esecuzione delle opere
Regione Toscana. Avviso di adozione del PIT
Risoluzioni del 4 aprile 2007 nn. 37, 38 e 39 - BURT 24.04.2007 n. 17
T.A.R. Campania Napoli, Sezione IV, 15 marzo 2006
Sulla motivazione “per relationem” e sull’obbligo di mettere a disposizione dell’interessato – per la presa visione ed estrazione in copia – di tutti gli atti richiamati nel provvedimento
Consiglio di Stato, Sezione V, 20 ottobre 2004, n. 6880
Sulla particolare estensione del diritto di accesso agli atti amministrativi in materia ambientale
T.A.R. Sardegna, Sezione II, 28 settembre 2004, n. 1435
La trasmissione della documentazione comprovante un abuso edilizio al giudice penale, unitamente alla denuncia, è circostanza irrilevante ai fini dell'esercizio del diritto di accesso, previsto dagli art. 22 ss. l. 7 agosto 1990 n. 241