Rivista giuridica di urbanistica ed edilizia. ISSN 24989916     Direttori:  Avv. Francesco Barchielli,   Avv. Federico Faldi  e  Avv. Gherardo Lombardi
Vincolo cimiteriale
T.A.R. Sardegna, Sezione I, 25 giugno 2021

Sull’ammissibilità della riduzione della fascia di rispetto cimiteriale ex art. 338, comma 5, del R.D. 1265/1934.

T.A.R. Toscana, Sez. III, 22 gennaio 2021

[A] Sulle conseguenze e finalità del vincolo imposto dall’art. 338 del R.D. n. 1265/1934.

[B] Quali possono essere gli interventi edilizi consentiti nell’ambito della fascia di rispetto di cui al vincolo imposto dall’art. 338 del R.D. n. 1265/1934?

[C] Se siano ammessi gli interventi consistenti nella demolizione e fedele ricostruzione di un fabbricato nell’ambito del vincolo imposto dall’art. 338 del R.D. n. 1265/1934.

Corte di Cassazione, Sez. III penale, 12 febbraio 2020
L’attività edificatoria, pur formalmente autorizzata, che violi il vincolo cimiteriale di cui all’art. 338 del r.d. n. 1265 del 1934 vale a configurare il reato di lottizzazione abusiva in capo al progettista ed al direttore lavori?
T.A.R. Campania, Napoli, Sez. III, 5 febbraio 2020
La fascia cimiteriale di inedificabilità si impone sempre a prescindere da qualsiasi recepimento in strumenti urbanistici?
T.A.R. Lombardia, Brescia, Sez. I, 5 dicembre 2019
Il vincolo cimiteriale trova applicazione rispetto a qualsiasi tipo di costruzione?
T.A.R. Toscana, Firenze, Sez. III, 8 luglio 2019
Quali sono i casi in cui la situazione di inedificabilità intorno agli impianti cimiteriali può essere rimossa?
T.A.R. Toscana, Firenze, Sez. III, 23 ottobre 2018
Qual è la funzione del vincolo cimiteriale previsto dall’art. 338 del R.D. 1265 del 1934 (Testo Unico delle leggi sanitarie)?
T.A.R. Toscana, Firenze, Sezione III, 18 maggio 2018
Che rilevanza assume ai fini dell'art. 338, ultimo comma, del r.d. n. 1265/1934 (che ammette “interventi di recupero ovvero interventi funzionali all'utilizzo dell'edificio stesso, tra cui l'ampliamento nella percentuale massima del 10 per cento) il fatto che il compendio immobiliare interessato dall'intervento edilizio sia stato oggetto di frazionamento?
Consiglio di Stato, Sezione IV, 23 aprile 2018
In presenza di un vincolo cimiteriale è possibile ottenere il condono del manufatto abusivo?
T.A.R. Campania, Napoli, Sezione III, 5 dicembre 2017
[A] La previsione dei vincoli di inedificabilità assoluta di cui all'art. 33 della legge n. 47/1985 comprende anche quelli posti dallo strumento urbanistico in funzione della tutela di interessi storici, artistici, architettonici, archeologici, paesaggistici, ambientali e idrogeologici, ricognitivi di qualità intrinseche dell'area? [B] Che rilevanza assume ai fini della sanabilità dell'opera che l'area ricada nella fascia di rispetto relativa ad un cimitero già esistente ovvero alla localizzazione di un nuovo cimitero o al previsto ampliamento di uno preesistente?
T.A.R. Toscana, Firenze, Sezione III, 16 agosto 2017
Quello cimiteriale è vincolo di inedificabilità assoluta ovvero relativa?
T.A.R. Lazio, Latina, Sezione I, 6 giugno 2017
Può ritenersi legittimo il decreto di esproprio intimato in ragione dell'ampliamento del cimitero comunale, ma in mancanza dell'approvazione di una variante urbanistica?
T.A.R. Lazio, Latina, Sezione I, 29 maggio 2017
Sulle nozioni di "centro abitato" "abitazioni", "aggregati", "case sparse", con particolare riferimento al vincolo cimiteriale.
T.A.R. Lazio, Latina, Sezione I, 23 maggio 2017
[A] Nel vigente sistema normativo è possibile rintracciare una generale definizione di centro abitato? [B] Sul vincolo cimiteriale: la distanza di 200 metri o di 50 metri deve essere osservata solo nei confronti di aggregati di abitazioni ovvero anche rispetto alle singole abitazioni?
Consiglio di Stato, Sezione V, 18 gennaio 2017
Sul vincolo di inedificabilità all’interno della fascia di rispetto cimiteriale di cui all’art. 338 R.D. 27/7/1934 n. 1265: quali sono gli interessi pubblici che tale fascia intende tutelare?
T.A.R. Campania, Napoli, Sezione IIX, 3 gennaio 2017
[A] L’edificazione esistente all’atto dell’approvazione di una nuova disciplina urbanistica di zona può essere legittimamente incisa nella sua destinazione tipica come risultante dal titolo edilizio originariamente rilasciato? Le edificazioni già realizzate possono essere toccate dalla nuova pianificazione? [B] Il vincolo cimiteriale di inedificabilità può imporsi ex se, con efficacia diretta ed immediata, indipendentemente da qualsiasi recepimento in strumenti urbanistici?
T.A.R. Toscana, Firenze, Sezione III, 29 febbraio 2016  
Può essere oggetto di parziale annullamento il provvedimento di autotutela intervenuto sul titolo edilizio rilasciato per un immobile ricadente in zona soggetta a vincolo cimiteriale per meno della sua metà?
T.A.R. Toscana, Sezione I, 19 settembre 2016
Sul potere amministrativo di disporre la riduzione delle fasce di rispetto cimiteriale in deroga alla misura legale di 200 metri e sull’art. 338 R.D. n. 1265/1934, nel testo anteriore alle modifiche introdotte dalla legge n. 166/2002
T.A.R. Campania Napoli, Sezione III, 30 agosto 2016
Sul vincolo cimiteriale e sulla salvaguardia del rispetto dei duecento metri prevista dall'art. 338, r.d. 27 luglio 1934, n. 1265
T.A.R. Toscana, Sezione III, 7 luglio 2016
[A] È possibile sostenere che la riduzione del vincolo cimiteriale per l’esigenza di realizzare un’opera pubblica o un intervento urbanistico di cui all’art. 338 del t.u. delle leggi sanitarie non riverberi i suoi effetti anche a beneficio di privati? [B] I vincoli urbanistici rientrano fra quelli ostativi al rilascio della sanatoria ai sensi dell’art. 33 della L. 47 del 1985?
Consiglio di Stato, Sezione VI, 9 marzo 2016
[A] Sulla natura del vincolo cimiteriale. [B] Può il Consiglio comunale ridurre il vincolo cimiteriale da 200 metri a 50 metri al fine di consentire l’edificazione da parte di privati in deroga al limite generale contemplato dal primo comma dell’articolo 338 del TULS?
T.A.R. Sardegna, Sezione II, 3 febbraio 2016
[A] Sulla distinzione tra ampliamento e nuova costruzione. [B] Sul vincolo cimiteriale e sulla conservazione di una "cintura sanitaria" intorno al cimitero
Consiglio di Stato, Sezione VI, 9 marzo 2016
Sul vincolo di inedificabilità relativo alla fascia di rispetto cimiteriale: in particolare sull’interpretazione da riservare all’articolo 338 del R.D. 27-7-1934 n. 1265
T.A.R. Toscana, Sezione III, 29 febbraio 2016
[A] Sulla natura (assoluta o relativa) del vincolo cimiteriale. [B] Nell’ipotesi in cui il manufatto non ricada integralmente in area sottoposta a vincolo di inedificabilità, può il provvedimento di annullamento della Concessione Edilizia in Sanatoria, essere parzialmente annullato?
T.A.R. Toscana, Sezione I, 11 febbraio 2016
Sull’inedificabilità relativa all’insistenza dell’area nella fascia di rispetto del cimitero comunale; in particolare sugli interventi ammessi nelle aree cimiteriali dismesse.
T.A.R. Sardegna, Sezione II, 3 febbraio 2016
Sul vincolo cimiteriale: questo ultimo può prevalere sulle contrastanti previsioni di piano regolatore generale?
Consiglio di Stato, Sezione III, 17 novembre 2015
[A] Sui presupposti per affermare la tempestività del ricorso proposto dal terzo avverso opere edilizie: sull’onere di esercizio del diritto di accesso e sul cartello di cantiere. [B] Sul concetto di edificio: un impianto di telefonia mobile può essere classificato come manufatto edilizio e, in tal modo, risultare incompatibile con il vincolo cimiteriale?
T.A.R. Campania Napoli, Sezione VIII, 23 ottobre 2015
La disposizione relativa all’ampliamento del cimitero esistente costituisce modifica rispetto alla disciplina urbanistica previgente, ovvero si esaurisce nella trasposizione nel piano urbanistico comunale del vincolo cimiteriale?
Consiglio di Stato, Sezione VI, 27 luglio 2015
Sulla situazione di inedificabilità determinata dal vincolo cimiteriale, in particolare sul procedimento attivabile dai singoli proprietari all'interno della fascia di rispetto
Consiglio di Stato, Sezione IV, 1 settembre 2015
Deliberata la soppressione del cimitero e decorso il periodo di 15 anni dall'ultima inumazione, l’efficacia del vincolo di rispetto ex art. 338 TULS cessa in via automatica?
T.A.R. Puglia, Lecce, Sezione III, 4 luglio 2015
Sul vincolo cimiteriale: la salvaguardia del rispetto dei duecento metri prevista dall’art. 338 del T.U. del 1934 si pone alla stregua di un vincolo assoluto di inedificabilità tale da imporsi anche a contrastanti previsioni di P.R.G.?
Consiglio di Stato, Sezione VI, 27 luglio 2015
[A] Sugli atti amministrativi meramente confermativi (e perciò non impugnabile) e sugli atti di conferma in senso proprio. [B] Sulla situazione di inedificabilità determinata dal vincolo cimiteriale: procedimento attivabile dai singoli proprietari all'interno della fascia di rispetto e procedura di riduzione della fascia inedificabile per interesse pubblico
Consiglio di Stato, Sezione VI, 27 luglio 2015
Sulle ipotesi eccezionali che permettono di rimuovere la inedificabilità ex lege, derivante dall’esistenza del vincolo cimiteriale
Consiglio di Stato, Sezione IV, 19 marzo 2015
[A] Sulla applicabilità o meno ai parcheggi interrati della disciplina relativa alle fasce di rispetto cimiteriale. [B] Sulle condizioni necessarie ai fini della qualificazione di una strada come vicinale pubblica e sulla natura dell’efficacia (costitutiva ovvero dichiarativa) dell'iscrizione della stessa nell'elenco delle vie gravate da uso pubblico
T.A.R. Toscana, Sezione III, 2 febbraio 2015
Sulla natura ed il contenuto del vincolo incombente sulla fascia di rispetto cimiteriale
T.A.R. Lazio Roma, Sezione II-Ter, 5 gennaio 2015
Sulla legittimità o meno della realizzazione di un parcheggio adiacente un cimitero (e del relativo tracciato viario di collegamento) ricadente sito nell’area ricadente in fascia di rispetto cimiteriale
Consiglio di Stato, Sezione VI, 17 marzo 2014
Il procedimento attivabile dai singoli proprietari all’interno della fascia di rispetto è soltanto quello finalizzato agli interventi di cui all’art. 338, settimo comma, del r.d. n. 1265 del 1934 (recupero o cambio di destinazione d’uso di edificazioni preesistenti); mentre resta attivabile nel solo interesse pubblico – per i motivi anzidetti – la procedura di riduzione della fascia inedificabile in questione
Consiglio di Stato, Sezione VI, 17 marzo 2014
Il vincolo cimiteriale determina una situazione di inedificabilità ex lege, suscettibile di venire rimossa solo in ipotesi eccezionali e comunque solo per considerazioni di interesse pubblico
T.A.R. Calabria Catanzaro, Sezione I, 21 febbraio 2014
Sulla possibilità o meno di installare le stazioni radio base in zona di rispetto cimiteriale
T.A.R. Campania Napoli, Sezione VIII, 20 dicembre 2013
Sulla giurisprudenza secondo cui la fascia di rispetto cimiteriale non comporta ex se un'inedificabilità assoluta ma è l'Autorità preposta alla tutela del vincolo che, in sede di formulazione del parere, deve specificare i motivi ostativi alla realizzazione del singolo manufatto e ciò in quanto la presenza di alcuni edifici all'interno della zona di rispetto cimiteriale non concreta di per sé una violazione della distanza minima, posto che questa è fissata dall'art. 338 del T.U. 27 luglio 1934 n. 1265, in relazione ai centri abitati, e non ai fabbricati sparsi che non possono ricondursi ai primi
T.A.R. Campania Napoli, Sezione VIII, 20 dicembre 2013
Sulla giurisprudenza secondo cui la fascia di rispetto cimiteriale non comporta ex se un'inedificabilità assoluta ma è l'Autorità preposta alla tutela del vincolo che, in sede di formulazione del parere, deve specificare i motivi ostativi alla realizzazione del singolo manufatto e ciò in quanto la presenza di alcuni edifici all'interno della zona di rispetto cimiteriale non concreta di per sé una violazione della distanza minima, posto che questa è fissata dall'art. 338 del T.U. 27 luglio 1934 n. 1265, in relazione ai centri abitati, e non ai fabbricati sparsi che non possono ricondursi ai primi
Consiglio di Stato, Sezione IV, 22 novembre 2013
Il rispetto del divieto di edificazione di cui all'art. 338, t.u. leggi sanitarie 27 luglio 1934 n. 1265, va calcolato con riferimento ad una fascia di rispetto di 200 metri, misurata dal muro di cinta del cimitero, ed entro tale fascia è da escludersi qualsiasi intervento edificatorio, anche se realizzabile in attuazione di atti di natura urbanistica
T.A.R. Campania Napoli, Sezione III, 11 novembre 2013
[A] Sull'art 338, comma 5, del testo unico delle leggi sanitarie, come modificato dall'art. 28 della legge n. 166 del 2002, permette al Comune di realizzare un'opera pubblica all'interno della fascia sottoposta a vincolo cimiteriale, purché, prima della realizzazione della stessa, riduca il suddetto vincolo. [B] Sulla riduzione della fascia di rispetto e sulla differenza tra le “opere pubbliche” e le “opere di pubblica utilità”. [C] Sulla tesi secondo cui, una volta ammessa, per l’opera pubblica, la riduzione a 50 metri della fascia di vincolo cimiteriale, tale riduzione varrebbe per qualsivoglia ulteriore intervento
T.R.G.A. Trento, 24 ottobre 2013
Sull’area ricadente nella fascia di rispetto cimiteriale e sulla possibilità o meno che la tessa possieda un “potenziale volumetrico” da spendere in un piano di lottizzazione
T.A.R. Campania Napoli, Sezione IV, 18 settembre 2013
Sulla presenza di una strada a meno di 200 metri dal muro di cinta cimiteriale e sulla possibilità o meno che questo valga ad interrompere la continuità del vincolo
T.A.R. Toscana, Sezione III, 17 settembre 2013
Sul vincolo cimiteriale e sui manufatti completamente interrati
T.A.R. Veneto, Sezione II, 8 luglio 2013
Sulla possibilità o meno di collocare un impianto di autolavaggio nella fascia di rispetto cimiteriale
T.A.R. Lombardia Milano, Sezione II, 24 giugno 2013
La realizzazione di un intervento all’interno della fascia di rispetto cimiteriale non preclude di per sé il rilascio del certificato di agibilità
Avv. Francesco Barchielli. Vincolo cimiteriale nella fascia tra 50 e 200 mt.
Analisi della normativa vigente e degli orientamenti giurisprudenziali riguardo al vincolo di rispetto cimiteriale ed alla possibilità di ridurre la fascia da 200 a 50 metri
T.A.R. Piemonte, Sezione I, 12 giugno 2013
[A] Sulla natura del c.d. vincolo cimiteriale. [B] Sulla possibilità o meno di realizzare un parcheggio interrato nella fascia di rispetto cimiteriale
T.A.R. Lazio Roma, Sezione II, 31 maggio 2013
[A] Sulla normativa nazionale e regionale per i c.d. “cimiteri per animali d’affezione”. [B] Sulla possibilità o meno di realizzare un cimitero per animali d’affezione nella fascia di rispetto cimiteriale
T.A.R. Campania Napoli, Sezione II, 14 maggio 2013
Sulla censura per la quale il vincolo cimiteriale non sarebbe applicabile per le opere realizzate al di fuori dei centri abitati
T.A.R. Campania Salerno, Sezione II, 2 maggio 2013
[A] Sulla giurisprudenza secondo la quale il vincolo di rispetto cimiteriale, riguarda non solo i centri abitati, ma anche i fabbricati sparsi. [B] Sulle modalità di calcolo della fascia dei 200 metri
T.A.R. Toscana, Sezione III, 3 aprile 2013
Sul vincolo cimiteriale e sulla rilevanza o meno che l’ampliamento sia arretrato - e quindi “schermato” - rispetto alla costruzione preesistente del tutto regolare
T.A.R. Campania Napoli, Sezione VII, 25 marzo 2013
Sulla possibilità o meno di ritenere “interrotto” il vincolo cimiteriale per la presenza di una strada
T.A.R. Veneto, Sezione I, 19 marzo 2013
[A] La valutazione di impatto ambientale su di un progetto preliminare in project financing. [B] Sulla compatibilità o meno del vincolo cimiteriale con la realizzazione di strade e parcheggi
T.A.R. Friuli Venezia Giulia, Sezione I, 6 marzo 2013
In sede di condono di opere insistenti su fascia di rispetto cimiteriale l'Amministrazione è tenuta a valutare se ed in quale misura l'opera in questione venga effettivamente a concretizzare una lesione per il vincolo cimiteriale di inedificabilità
T.A.R. Friuli Venezia Giulia, 3 settembre 2012
Sul vincolo cimiteriale, sull'art. 28 della L. 166/2002 e sulla possibilità che gli edifici – legittimamente - preesistenti possano essere ampliati nella percentuale massima del 10%
T.A.R. Toscana, Sezione III, 9 luglio 2012
[A] Sui motivi legittimanti il Consiglio comunale a chiedere al Prefetto la riduzione della distanza ex art. 338 del r.d. n. 1265/1934. [B] Il vincolo cimiteriale riguarda anche gli edifici sparsi
Consiglio di Stato, Sezione IV, 10 luglio 2012
[A] Sulla nozione di pertinenzialità dei parcheggi ai sensi dell’art. 9 della legge n. 122/1989. [B] Sulla derogabilità degli strumenti urbanistici ai sensi dell’art. 9 della legge n. 122/1989 e sul rapporto con il vincolo paesaggistico. [C] Sulla compatibilità o meno di un parcheggio interrato con il vincolo di rispetto cimiteriale
T.A.R. Umbria, Sezione I, 25 giugno 2012
Sull’organo competente all’approvazione dei progetti di ampliamento dei cimiteri esistenti e quelli di costruzione dei nuovi ai sensi dell’art. 55, D.P.R. n. 285/1990
T.A.R. Puglia Lecce, Sezione III, 30 maggio 2012
Sul vincolo a zona di rispetto cimiteriale previsto dall’art. 338, r.d. 27 luglio 1934 n. 1265, riguardo ai fabbricati non finalizzati all’abitazione
T.A.R. Sicilia Palermo, Sezione III, 18 gennaio 2012
Sulla compatibilità o meno con il vincolo di rispetto cimiteriale di un’attività consistente nella lavorazione del marmo
T.R.G.A. Trento, 24 febbraio 2011
Sul vincolo a zona di rispetto cimiteriale previsto dall’art. 338 del T.U.L.S. e sul manutatto non finalizzato all’abitazione ovvero di carattere pertinenziale
T.A.R. Veneto, Sezione II, 2 dicembre 2011
Sull’art. 338 del R.D n. 1265/1934 secondo il quale “all'interno della zona di rispetto per gli edifici esistenti sono consentiti interventi di recupero ovvero interventi funzionali all'utilizzo dell'edificio stesso, tra cui l'ampliamento nella percentuale massima del 10 per cento e i cambi di destinazione d'uso, oltre a quelli previsti dalle lettere a), b), c) e d) del primo comma dell'articolo 31 della legge 05.08.1978, n. 457
T.A.R. Lombardia Milano, Sezione II, 14 novembre 2011
Sulla possibilità o meno di realizzare una piscine in zona soggetta a vincolo cimiteriale
T.A.R. Toscana, Sezione III, 25 ottobre 2011
[A] Sul vincolo cimiteriale e sugli edifici sparsi utilizzati per il ricovero di attrezzi agricoli o aventi destinazione diversa da quella abitativa. [B] Sui casi in cui è possibile la riduzione della fascia di rispetto cimiteriale a seguito dell’entrata in vigore del D.P.R. n. 285/1990
T.A.R. Campania Napoli, Sezione VII, 1 settembre 2011
Sull’applicabilità o meno del divieto di edificare entro il raggio di 200 metri dal perimetro cimiteriale agli impianti di telefonia mobile
Consiglio di Stato, Sezione IV, 20 luglio 2011
Sulla finalità del vincolo di rispetto cimiteriale e sulla sua applicabilità soltanto ai centri abitati oppure anche a fabbricati sparsi
T.A.R. Lombardia Brescia, Sezione I, 18 aprile 2011
Sul vincolo di rispetto cimiteriale una volta intervenuta la soppressione del cimitero
T.A.R. Toscana, Sezione III, 8 aprile 2011
Sul vincolo di rispetto cimiteriale, ai sensi dell’art. 338 del R.D. 27 luglio 1934 n. 1265, e sulla presenza di eventuali previsioni contrarie di P.R.G. o di regolamenti locali
T.A.R. Lombardia Brescia, Sezione I, 11 marzo 2011
Sulla realizzazione di autorimesse fuori terra o interrate in area di rispetto cimiteriale
T.A.R. Emilia Romagna Parma, 8 marzo 2011
Sulla realizzazione di un impianto per il lavaggio di autotreni, da ubicare su di un’area, rientrante nella fascia di rispetto cimiteriale, che ospita un parcheggio attrezzato per autotreni
T.A.R. Calabria Catanzaro, Sezione I, 5 marzo 2011
Sulla tumulazione di cadaveri nelle cappelle private e gentilizie non aperte al pubblico
T.A.R. Friuli Venezia Giulia, 24 febbraio 2011
[A] Le domande di condono non necessitano di comunicazione di avvio del procedimento. La doglianza in ogni caso, in base al principio di cui all’art. 21-octies della L. 241/1990, assume rilievo solo formale e non esplica effetti vizianti del provvedimento che possano determinare il suo annullamento. [B] Il parcheggio di cui all’art. 338, comma 5 del T.U.L.S., come modificato dall’art. 28 L. n. 166/2002, se non ricompreso tra le opere pubbliche, o non rientrante tra gli interventi urbanistici di P.R.G., è da intendersi quale parcheggio a raso, privo di rilevanza urbanistica. [C] Il vincolo a zona di rispetto cimiteriale previsto dall’art. 338 del T.U.L.S. comporta l’inedificabilità assoluta dell’area, indipendentemente dal tipo di fabbricato, anche non finalizzato all’abitazione ovvero di carattere pertinenziale, tale da prevalere anche su eventuali disposizioni contrarie del P.R.G.. [D] Un box auto, poiché dotato di propria autonomia funzionale e di autonomo valore di mercato, non può essere considerato pertinenza
T.A.R. Campania Napoli, Sezione II, 2 dicembre 2010
Sull’immobile edificato prima dell’imposizione del vincolo di rispetto cimiteriale
T.A.R. Sicilia Palermo, Sezione II, 26 novembre 2010
Sulla salvaguardia dell'area di rispetto cimiteriale di 200 metri prevista dall'art. 338 del R.D. 1265/1934
Consiglio di Stato, Sezione V, 14 settembre 2010
Sulla possibilità o meno di realizzare un parcheggio interrato in zona di rispetto cimiteriale
T.A.R. Toscana, Sezione I, 5 maggio 2010
Sulla possibilità o meno di collocare impianti di telefonia mobile in area soggetta al vincolo di rispetto cimiteriale
T.A.R. Lombardia Milano, Sezione II, 5 maggio 2010
[A] Sul titolo edilizio necessario per la costruzione di una serra. [B] Sulla realizzazione di una serra in area soggetta a vincolo di rispetto cimiteriale
T.A.R. Toscana, Sezione III, 26 febbraio 2010
Sul vincolo di in edificabilità cimiteriale e sulla deroga prevista dall’art. 57, comma 4, del DPR n. 285/1990
T.R.G.A. Trento, 14 gennaio 2010
Sulla possibilità o meno di ubicare le “isole ecologiche” in area di rispetto cimiteriale
T.A.R. Toscana, Sezione I, 10 dicembre 2009
Sull’art. 97 del D.P.R. 12 ottobre 1990, n. 285 secondo il quale “il terreno di cimitero di cui sia stata deliberata la soppressione non può essere destinato ad altro uso se non siano trascorsi almeno 15 anni dall'ultima inumazione ” e sul vincolo di rispetto cimiteriale
T.A.R. Lombardia Brescia, Sezione I, 1 dicembre 2009
Sull’installazione di un traliccio per le comunicazioni in un’area soggetta a vincolo cimiteriale
T.A.R. Sicilia Catania, Sezione I, 22 settembre 2009
Sulle origini e sulle finalità della normativa riguardo alle fasce di rispetto cimiteriale
T.A.R. Lazio Latina, Sezione I, 12 giugno 2009
Sul diniego del permesso di costruire per la ristrutturazione di un immobile collocato in zona di rispetto cimiteriale, mediante demolizione e fedele ricostruzione, nonché mediante spostamento del fabbricato in prossimità del confine del lotto di proprietà, più distante dal locale cimitero, in guisa da migliorarne la collocazione
T.A.R. Puglia Bari, Sezione II, 29 maggio 2009
Sulla salvaguardia dell'area di rispetto cimiteriale di 200 metri prevista dall'art. 338 del t.u. 27 luglio 1934 n. 1265 e sull’installazione di un distributore di carburanti
T.A.R. Toscana, Sezione III, 16 marzo 2009
Sulle eventuali deroghe alle distanze entro le quali opera il vincolo cimiteriale
T.A.R. Sardegna, Sezione II, 20 marzo 2009
Sulla sussistenza o meno di un obbligo del Consiglio Comunale di esprimersi riguardo ad un’istanza presentata dal privato e volta ad ottenere la riduzione della fascia di rispetto cimiteriale ai sensi dell’art. 28 della l. n. 166 del 2002
Corte di Cassazione, Sezione III, 26 gennaio 2009
[A] Sul vicolo di inedificabilità territoriale. [B] Sul valore del suolo gravato da vincolo cimiteriale ai fini della determinazione dell’indennizzo espropriativo. [C] Sulla costruzione di nuovi cimiteri o l'ampliamento di quelli già esistenti ad una distanza inferiore a 200 metri dal centro abitato purché non oltre il limite di 50 metri e sulle condizioni che devono sussistere. [D] Sulla possibilità o meno di consentire all’edilizia residenziale privata di estendersi fino a 50 metri dal perimetro del cimitero
T.A.R. Abruzzo L’Aquila, Sezione I, 14 ottobre 2008
[A] Sull’onere di immediata impugnazione o meno del piano regolatore soltanto adottato. [B] Sul vincolo di rispetto cimiteriale e sui casi in cui è ammissibile la riduzione della fascia di rispetto. [C] Sulle tipologie di intervento ammissibili sugli edifici insistenti nell’area di rispetto cimiteriale
T.A.R. Toscana, Sezione III, 2 luglio 2008
Sul vincolo di rispetto cimiteriale ex. art. 338 del T.U.L.S. e sulla possibilità o meno di derogare allo stesso per la realizzazione di un’autorimessa interrata ex art. 9 della legge n. 122/89
T.A.R. Toscana, Sezione I, 5 giugno 2008
[A] Sul decorso del quindicennio di disuso di un cimitero e sulla possibilità o meno che ciò faccia venir meno il “vincolo di rispetto cimiteriale”. [B] Sulla riduzione della fascia di rispetto cimiteriale e sulla rilevanza di ciò nei soli riguardi del possibile ampliamento del cimitero oppure anche nei confronti di edificazioni private. [C] Sull’operatività o meno della fascia di rispetto cimiteriale nei confronti dei “fabbricati sparsi”. [D] Sull’ordinanza di demolizione che individua un area di sedime da acquisire al patrimonio comunale superiore a dieci volte la superficie abusivamente costruita
Corte di Cassazione, Sezione III Penale, 9 maggio 2008
[A] Poiché il limite di 50 metri risponde ad inderogabili esigenze di natura igienico - sanitarie, non avrebbe alcun senso stabilire che esso valga solo per l'ipotesi dell'ampliamento del cimitero e non invece per quella inversa degli altri edifici limitrofi. [B] La delibera per la realizzazione di un'opera comunale che si appalesi manifestamente illegittima per la violazione del limite delle distanze indicato dalle leggi sanitarie, può configurare i reati previsti dal D.P.R. n. 380 del 2001, art. 44, lett. b) e c)
T.A.R. Toscana, Sezione III, 17 marzo 2008
Sull’esercizio del potere di deroga al vincolo di rispetto cimiteriale da parte dell’Amministrazione
T.A.R. Abruzzo Pescara, Sezione I, 30 gennaio 2008
Sull’edificazione in zona di rispetto cimiteriale e sulla rilevanza o meno della circostanza che le opere non siano utilizzabili per fini abitativi
T.A.R. Sicilia Palermo, Sezione II, 9 gennaio 2008
Sul divieto di costruire o ampliare costruzioni nell'area di rispetto dei cimiteri e sulla preclusione o meno per le altre diverse forme di utilizzazione dei terreni che si trovino in quella fascia, quali ad esempio strutture precarie o mobili
T.A.R. Campania Napoli, Sezione IV, 29 novembre 2007
Sul limite all’edificabilità privata nella “fascia di rispetto” cimiteriale, sulla possibilità o meno che questa possa variare in relazione alle determinazioni adottate dall’Autorità Comunale e sui limiti in ogni caso legislativamente fissati entro i 200 metri dal perimetro dell’impianto cimiteriale
T.A.R. Toscana, Sezione I, 1 ottobre 2007
Sul vincolo di rispetto cimiteriale ai sensi dell’art. 338 del T.U.L.S. e sui casi in cui è possibile derogarvi
T.A.R. Toscana, Sezione II, 10 settembre 2007
Sulla zona di rispetto del vincolo cimiteriale nel caso in cui quest’ultimo sia in disuso
T.A.R. Campania Napoli, Sezione II, 4 giugno 2004
Sull’attività edilizia all’interno dei cimiteri anche da parte dei privati e sulla necessità o meno del permesso di costruire
T.A.R. Sicilia Palermo, Sezione II, 22 maggio 2007
Sull’ampliamento di un cimitero su un'area prossima ad un’attività agrituristica e sull’obbligo di motivare adeguatamente il provvedimento
T.A.R. Puglia Lecce, Sezione I, 6 febbraio 2007
Sulla sussistenza o meno di un interesse a ricorrere, avverso gli atti di ampliamento dei cimiteri, in capo ai proprietari degli immobili situati nelle vicinanze
T.A.R. Sardegna, Sezione II, 8 febbraio 2007
Sulla sanatoria di immobili ricadenti in area soggetta a vincolo cimiteriale e sulla possibilità o meno di eseguire sugli stessi interventi manutentivi
T.A.R. Campania Napoli, Sezione II, 25 gennaio 2007
A] Sull’istanza di concessione in sanatoria qualora il vincolo di rispetto cimiteriale sia stato introdotto in epoca successiva alla realizzazione del manufatto abusivo. [B] Sull’applicabilità del vincolo di rispetto cimiteriale nei confronti delle case sparse e sui criteri di misurazione della distanza
T.A.R. Abruzzo Pescara, 15 dicembre 2006
Sul vincolo di rispetto cimiteriale ai sensi dell’art. 338 del R.D. 27 luglio 1934, n. 1265
T.A.R. Toscana, Sezione I, 15 febbraio 2006, n. 417
Sulla sussistenza o meno del vincolo cimiteriale qualora sia stata disposta la soppressione del cimitero
T.A.R. Campania Napoli, Sezione VI, ottobre 2005, n. 16144
Sul c.d. “diritto id sepolcro” e sulle conseguenze della ritardata edificazione dell’opera cimiteriale
T.R.G.A. Trento, 8 agosto 2005, n. 233
Nell’attuale sistema normativo in tema di polizia mortuaria non è possibile la realizzazione di impianti crematori al di fuori di cimiteri